Fa freddo. Fa decisamente freddo. L’inverno è arrivato, è alle porte. Se udite ben bene sta praticamente bussando! E noi donne, incentivate dalla curiosità e la coinvolgente mania dello shopping, non ci priviamo dello struscio al centro commerciale anche solo per un’occhiata ai negozi. 

Combattiamo il gelo mettendo su il corredo guanti-cappellino-sciarpa-stivaloni e via alla volta del centro commerciale! Nonostante l’uniforme da shopaholic, il freddo, ma specialmente la pioggia, può veramente rintanarci dentro casa. La pioggia farebbe inzuppare gli UGG rendendoli dei savoiardi pronti per il tiramisù; l’ombrello tanto carino comprato a metà luglio (solo per il gusto di comprarlo come souvenir dalle vacanze) farebbe la fine del gioco Shangai per via del vento; i capelli del parrucchiere si trasformerebbero in paglia di spaventapasseri…

Lasciamo perdere! Una tazza di cioccolata o the caldi, vestite con la tenuta da casa (calzettoni-tuta alias capi antiseduzione), buon film e coperta a mo’ di manto dei pellerossa inclusa, ci conquistano rimandando lo shopping a un altro giorno. Quando magari non c’è bisogno di arrivare nei negozi con la barca!

Se tenete così tanto alla vostra amata dose di shopping, ma la voglia di uscire ve la ritrovate sotto le pantofole o il maltempo vi inchioda a casa, potete dedicarvi a spulciare siti per gli acquisti online

 

 

Le opinioni al riguardo sono spesso discordanti, qui di seguito vi presento una lista di pro e contro:

 

PRO

 

Tranquillità : non ci sarà nessuna commessa ad incalzare la vostra scelta perché non dovrà chiudere il negozio; non vi punterà come un segugio e non vi starà nessuno fra i piedi. 

Prezzi convenienti : alcuni siti presentano una sezione di articoli a prezzi super scontati. Collezioni non più in negozio. Un continuo outlet di proposte interessanti.

Scelta completa : Non sempre i negozi che frequentiamo presentano la completa collezione. Magari un capo lo troviamo in uno store e un altro in uno dall’altra parte della città.     Risparmiamo tempo!

Reso al fornitore : E’ arrivato il capo ma non vi sta come desideravate? Rispedirlo è una soluzione. Potreste cambiare taglia o magari allo stesso prezzo comprare qualcos’altro!

Comodità : Come detto nell’introduzione, potete acquistare comodamente da casa vostra in pantofole e pigiama!  Non vi resterà nient’altro da fare che aprire al corriere!

Directly from … : Si possono comprare capi d’abbigliamento dai siti stranieri e vi assicuro che la scelta è ancora più vasta se non migliore. Si trovano articoli che nei negozi nostrani non potremmo mai trovare. Gli stili differenti colpiscono le vere fashion victimes. Proprio per essere al passo con le tendenze.

•… Cheap places : A tal proposito, sui siti stranieri, specialmente americani, i prezzi sono veramente considerevoli. 

Tempi di spedizione : dipende da dove arriva il vostro ordine, ma spesso non impiegano mai più di una settimana ad arrivare. I pacchi oltreoceano impiegano anche due settimane, in alcuni casi anche di più. Ma l’attesa vale la pena. Potete dire che il maglioncino che tutti vi invidiano viene dall’altra parte del mondo! ;)

 

CONTRO

 

Vestibilità : E’ pur vero che gli abiti vanno indossati prima di essere comprati. Nessun indumento è tanto azzeccato quanto un indumento provato! 

Al tatto : Purtroppo non c’è la possibilità di tastare e testare il capo che stiamo acquistando, perciò quello che sul sito ci sembrava un valido cappotto anti-gelo, non è nient’altro che un sintetico pezzo di nylon!

Tempi di spedizione : Dipende, come nella lista dei pro, da dove arrivano i vostri acquisti. Mettete in conto che se pensate di fare un ordine il 20 dicembre per un regalo di Natale, non vi conviene! Il corriere non è sempre preciso. Un giorno in più può rovinarvi una sorpresa!

Sfortuna : capita a volte, ahimè, che il vostro pacco arrivi privo di qualche articolo o che sia danneggiato.

Il PACCO: Nel vero senso della parola. Di questi tempi vi possono capitare le cosiddette bufale. Su un sito carino avete comprato la sciarpa che cercavate da tempo… E vi arriva il set di tazzine !!!

“Cara” spedizione, quanto mi costi… : Talvolta le spese di spedizione, nel caso abbiate preso un articolo da poco prezzo, potrebbero venirvi a costare anche più dell’articolo stesso. 

Pagamenti : Nonostante i metodi sicuri di pagamento, alcuni siti potrebbero essere ugualmente poco raccomandabili. 

Pigrizia : non è da sottovalutare. Comprare da casa potrebbe farvi perdere il gusto che c’è nell’acquistare in un negozio vero e proprio. Se siete maniache dello shopping vi ritroverete chiuse a casa davanti al pc anche quando il tempo fuori è ottimo per andare in giro in centro! 

Anche se molti di noi preferiscono ancora il contatto diretto con il venditore, gli acquisti online ci proiettano in una vera e propria avanguardia. Non c’è dubbio su come entrare nel negozio e passeggiare con le buste in mano dia un senso di soddisfazione differente, ma è pur sempre shopping. A noi donne soddisfa ugualmente, no?!

  

Vai alla seconda parte di "Shopping in pigiama e pantofole" 

 

 

Consigli utili.

Vi ho parlato, qualche giorno fa di come analizzare un probabile acquisto su internet. Quantificate i pro e i contro. Se i pro sono più numerosi dei contro non vi resta che procedere. Se i contro vi lasciano dubbiose avete due scelte: armarvi di coraggio per quella sciarpa introvabile o declinare tutto perché il rivenditore è sconosciuto e la sciarpa viene da un asiatico paesino sperduto!

Questi che posso fornirvi sono consigli, da una ragazza che ormai con gli acquisti su internet ci ha preso la mano. Almeno uno al mese; provenienti da diverse parti del mondo.

Perciò andiamo a vedere cosa sapere, cosa evitare e dove cercare:

Conoscere bene il vostro corpo : è importante sapere bene le vostre misure. Si sa che non tutte le marche hanno una uguale vestibilità. E’ proprio per questo che i siti mettono a disposizione delle “guide-taglia” a cui è consigliabile attenersi. Tenete sempre conto che le immagini dei capi in vendita sono fotografate su manichini. Per chi ha abbastanza “occhio” non c’è troppa difficoltà nel giudicarvi addosso un indumento. Ma se credete di non esserne sicure, è sconsigliato l’acquisto azzardato. Rischiereste di far diventare la “carinissima camicetta che SEMBRAVA perfetta” un cattura polvere nel cantuccio abbandonato dell’armadio! O in ogni caso, è sempre possibile un reso al fornitore!

Conoscere cosa si sta comprando : Se il vostro inglese è un po’ scarso, sarebbe da evitare un sito straniero, ma è innegabile quanto la loro merce sia più particolare. La foto dell’articolo è soltanto una foto, leggete bene la sua descrizione. Se presenti, leggete le recensioni. Diversi punti di vista potrebbero esservi utili. Se per esempio qualcuno commenta dicendo che il pantalone calza molto aderente, prendete una taglia in più!

Leggere i dettagli : Ogni qualvolta che comprate qualcosa da un sito è di fondamentale importanza leggere i termini e le condizioni della spedizione. Se non siete sicuri di una taglia e non c’è la disponibilità di cambiarlo facendolo tornare indietro al fornitore, ahimè, lasciate stare le scarpe che vi hanno conquistato alla prima occhiata! Oltre ad avere un paio di scarpe nuove e immacolate, avete soprattutto un paio di scarpe che non potete indossare!

Siti stranieri : Fidatevi sulla parola. I siti stranieri sono molto più aggiornati, vendono articoli più in voga. Stili particolari, British, punk, vintage, li trovate più spesso su siti di altre nazioni. 

Valutare l’affidabilità : Un sito, è molto più affidabile se già conosciuto da alcuni utenti ed è presentato al pubblico in maniera attenta ai particolari. Per le pagine, per esempio, di ebay date più affidamento a chi possiede un elevato numero di feedback (positivi ovviamente).

Prezzi : Spesso e volentieri per alcuni siti stranieri c’è da tener conto del cambio valuta. Prima di procedere al pagamento, convertite il prezzo finale (il più delle volte £ o $) in €. Tenete da conto il fatto che un prezzo alto in sterline è maggiorato in euro; un prezzo elevato in dollari è più basso in euro. 

Il buon mercato: State per esempio cercando di fare per regalo la mustache mug? La tazza con i baffi che adesso va tanto di moda?! Ormai, dato che è diventato un must, cercatela in più siti. Valutate su quale comprarla. Il prezzo varia spesso e volentieri da sito a sito!

Spedizione : Per quanto riguarda la spedizione, come ho detto nella lista dei pro e dei contro, è possibile che costi più dell’articolo stesso. Se possibile, condividete la spesa. Passate il sito ad una vostra amica, che potrebbe trovare qualcosa d’interessante. L’ordine sarà più alto e la spesa di spedizione converrà sia a voi che al vostro compagno di acquisti: la pagherete a metà! 

Pagamento : Questo è il passaggio che può destare più preoccupazione. Quando arriva il momento di saldare controllate che l’url (la barra dell’indirizzo web) cominci con https, così saprete che la finestra di navigazione sui cui state immettendo i dati della vostra carta è protetta e non può essere “spiata”. Per fare gli acquisti è consigliabile munirsi di una carta prepagata (tipo postepay) che ricaricate ogni tanto. Così, se siete sfortunati e fate un acquisto azzardato il cui rivenditore inaffidabile vi prosciuga 100€ , non avrete perso tutto il gruzzoletto dei 4 stipendi messo da parte con tanta parsimonia. Personalmente uso il metodo paypal. (è un sito che agisce come un vero e proprio conto corrente on-line) Tutto ciò che serve al momento del pagamento è mettere l’email e la password senza scrivere dati della carta. Quelli serve immetterli solo nel momento in cui vi registrate al sito (protetto) di paypal. 

Non prendete il vizio : Andare per negozi ci trasporta ancora quell’aria di shopping a cui siamo tanto legate e così deve rimanere. L’entrare nel negozio e interagire con l’ambiente in cui stiamo comprando è importante per noi donne. L’impatto che ha il luogo in cui facciamo acquisti è proprio uno degli aspetti che ci concede di far strisciare la carta e sfornare lo scontrino. La relazione con le vetrine dei negozi dovrebbe continuare ad assomigliare molto allo stile Hepburn in Colazione da Tiffany, perciò concedetevi gli acquisti online un po’ alla volta!

 

 

In conclusione la cosa più importante è non agire d’impulso. Bisogna leggere attentamente, analizzare il sito, il rivenditore, i feedback, la sicurezza nel pagamento, perché i dettagli sono fondamentali. Non vi resta, a questo punto, che impugnare la tazza del the e provare! Navigate sui siti e puntate ai regali di natale più ricercati. Tutto questo comodamente seduti a casa vostra… Per l’appunto in pigiama e pantofole! 

 

Potrebbe interessarti: I migliori siti per lo shopping online

 

In un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, e in un mercato del lavoro sempre più saturo e povero, alcuni tentano la carta della passione: dotati di coraggio e tenacia decidono di trasformare i propri hobby in attività che possano dare loro un rendimento economico, riuscendo alle volte, seppure con tante difficoltà, a creare realtà imprenditoriali “fresche” e di successo. Oggi voglio parlare di una startUp molto interessante, che tengo molto a cuore perché ho avuto l’onore e il piacere di vederla nascere, giorno per giorno, e trasformarsi pian piano in progetto concreto. Si tratta di Callmewime, il tuo sommelier personale, un e-commerce di vini molto particolare. L’artefice del progetto, nonché titolare dell’azienda è Paolo Zanetti, uomo eclettico, dalle idee molto chiare, coi piedi a terra e con tanta voglia di fare, una persona dalla positività e socialità contagiosa. Seppure un po’ egocentrico e ultimamente monotematico nei discorsi (non fa altro che parlare di vini e cantine, ma tutto sommato è comprensibile), col suo “sigarillo” e quest’aria radical chic da intellettualoide che lo contraddistingue, sembra essere uscito da un film francese che ha come colonna sonora la mitica “Non, je ne regrette rien” di Edith Piaf. Sentir Paolo parlar di vini è così piacevole come ascoltare una poesia, proprio perché si percepisce la passione per questo mondo e il fascino che quest’ultimo suscita in lui. Infatti, sulla presentazione che riporta sul sito, sottolinea che per lui “il vino è poesia” e rappresenta un elemento di grande socializzazione e di allegria. Sono infatti “famose” le serate tra amici che Paolo organizza nella sua calda e accogliente casa, cene semplici, condite di simpatia e buonumore, accompagnate da buona cucina e vini sempre di qualità dove si chiacchiera, ci si confronta e si fanno nuove ed interessanti conoscenze. 

Cos’è Callmewine? Descrivimelo in poche parole.

Il tuo sommelier personale on-line. Un sommelier che seleziona i migliori vini per te, che ti suggerisce quelli da regalare e quelli da bere tutti i giorni, che te li spiega che ti racconta la loro storia, e che ti suggerisce con quali piatti abbinarli. Il tuo sommelier personale ti proponi questi vini a prezzi eccezionali, come solo di web sa fare!

Perché un e-commerce e perché proprio un e-commerce di vini e non di abbigliamento per esempio?

L’e-commerce è il futuro, non ci sono dubbi! Ho scelto il vino perché mi piace. Da sempre. 

Inoltre, la cultura del vino in Italia e all'estero sta aumentando sempre di più: sempre più persone si interessano al vino, frequentano corsi sul vino, ricercano vini sempre più curiosi e particolari. Insomma, sempre più persone cercano vini che abbiano “personalità", proprio quelli che Callmewine cerca per loro.


Da dove e come nasce il progetto? C’è stato un episodio o un aneddoto particolare che ti ha fatto maturare questa idea?
Semplicemente, dopo un’esperienza come amministratore delegato di idealista.it, ho sentito l’esigenza di creare qualcosa di mio, di creare qualcosa che potesse unire le mie passioni e le mie competenze. E così ho deciso di creare Callmewine.

La legge italiana prevede dei fondi di investimento per le giovani realtà imprenditoriali. Hai dovuto partecipare a bandi europei , nazionali o regionali? Descrivi  brevemente come è andata.
Be’, io purtroppo ho già qualche anno di troppo per gli incentivi destinati ai “giovani”… 

Comunque la mia esperienza con i finanziamenti pubblici sono stati un disastro. Ho solo perso tempo a compilare moduli e domande e a parlare con numeri verdi, senza ottenere un euro. Come al solito, una cosa fatta all’italiana…un vero peccato per chi genuinamente vuole creare impresa e lavoro.


Durante il percorso di realizzazione del tuo progetto hai esitato qualche volta, hai avuto qualche cedimento, ti sei insomma scoraggiato?

Sono molto ottimista di natura, per fortuna. Però devo ammettere che il sito ha avuto diversi problemi sia come hardware che come software e in alcuni periodi mi sembrava di vivere in una situazione kafkiana, una situazione da cui non ti sembra di poter uscire…poi ho trovato la via d’uscita. 


Hai avuto qualche perplessità sul successo di questa attività, o sei stato sempre convinto che la tua idea avrebbe avuto successo?

Sono sempre più convinto che avrà successo…

Come sta andando l’attività rispetto alle tue previsioni?

E’ in linea con le previsioni. Ci sono dei ritardi solo sugli sviluppi del sito…ma conto nel prossimi mesi di recuperare il tempo perduto.

Hai dipendenti o collaboratori o lavori da solo?

Da solo non sarebbe possibile. Spesso la gente pensa che un sito internet funzioni “da solo”, ma non è assolutamente così. Oltre a bere tanto, c’è tanto tanto lavoro da fare…

Acquistano più uomini o donne?

Mi fa molto piacere che il 30% dei miei clienti siano donne. E’ la testimonianza di un cambiamento culturale in atto.

 

donne-e-vino



Se dovessi tornare indietro, intraprenderesti esattamente lo stesso cammino, o cambieresti qualcosa?

Certo. Sicuramente però senza ripetere alcuni errori che ho fatto.

Quali saranno gli sviluppi del tuo e-shop?

Ce ne saranno tanti, nuovi e interessanti. Ma non posso anticiparteli. Aspetta e vedrai…

Illustrami i punti di forza del tuo e-shop e spiegami perché devo acquistare da te e non da un tuo competitor.

Una premessa: ci sono tantissimi siti che dichiarano di essere “il più grande shop italiano di vino”. Mi sembra strano che ci siano decine di portali che lo dicono, pensavo che di “più grande” ce ne fosse solo uno. A me non piacciono questi claim, preferisco che ogni utente si faccia la propria idea.

Abbiamo vini buonissimi e che saranno sempre più buoni, perché lavoriamo tantissimo (cioè beviamo tantissimo!) sulla selezione. Secondo me non bisogna mai fermarsi ad un’offerta, bisogna sempre migliorarla. Il valore aggiunto per chi compra vino, secondo me, è la selezione che facciamo per lui. Una selezione che si sta spostando sempre di più su vini con una forte “personalità”, meglio se fatti nel modo “giusto”, come deve essere fatto un vino, meglio se biologici o biodinamici (adoro i vini biodinamici, ne abbiamo già una bella offerta adesso).

Mi piace pensare di avere un’offerta anche divertente, mirata anche per i “curiosi” del vino (tra cui ci sono io, ovviamente): abbiamo tantissimi vini che non ha nessun altro, come il cacc’e mmitte di lucera o il rkatsiteli georgiano, e che sono veramente buoni e interessanti, diversi da tutti gli altri vini.

Inoltre, cosa fondamentale, abbiamo prezzi assolutamente bassissimi e sul sito mettiamo tantissime informazioni per fare in modo che chi compra possa fare una scelta il più possibile consapevole.

Se qualcuno vuole venire a trovarci, siamo a milano in via sapri 10, dal lunedì al venerdì. Sarà un piacere bere un bicchiere insieme!

Io colgo al volo l’invito di Paolo e consiglio a tutti d andarci perchè ritrovarsi in un vero e proprio paradiso di vini è davvero un’esperienza unica e suggestiva!

 

Ti interesserà pure: I migliori siti per acquistare on line

 

Fino a qualche anno fa si andava al centro commerciale con famiglia o amici e si passavano ore a guardare le vetrine o a cercare il prodotto più conveniente. Poi sono arrivati e-commerce e shop online, inizialmente visti con sospetto e in seguito diventati aspetti quasi naturali del nostro modo di fare acquisti. Lo shopping online è infatti ormai così comune che si è trasformato rapidamente in mobile shopping grazie alla diffusione di tablet e smartphone. Se ogni grande negozio e ogni brand propone un’App per poter vedere ed eventualmente acquistare i propri prodotti, non è altrettanto semplice fare shopping online quando si vogliono comprare cose diverse allo stesso tempo.
Esistono tuttavia dei luoghi virtuali che stanno di fatto diventando veri e propri centri commerciali, in cui è possibile trovare una grande varietà di prodotti provvisti di tutte le informazioni necessarie a selezionare ciò che si sta cercando. Questi luoghi prendono il nome di comparatori di prezzo, termine che indica una soluzione pratica e veloce per fare acquisti online di diverso tipo. Oltre ai comparatori di settore come Trovaprezzi, dedicato soprattutto ai prodotti tecnologici, esistono altri siti come ed esempio ShopAlike.it con un catalogo più vario che spazia dall’abbigliamento, allo sport fino ai prodotti per animali.
I vantaggi di fare shopping in modo virtuale sono numerosi e alcuni sono piuttosto evidenti. Stando semplicemente davanti al computer è possibile visualizzare tantissimi prodotti senza doversi sorbire la fila alla cassa o la calca di gente del fine settimana. Questo sono aspetti importanti, soprattutto per alcune categorie. Basti pensare a tutte quelle mamme che cercano di far indossare magliette e pantaloni ai propri piccoli nel camerino di un negozio, un’esperienza a volte snervante. Gli aspetti positivi si amplificano ulteriormente nel caso del mobile shopping, perché scaricando l’App necessaria, è possibile ad esempio controllare in qualsiasi luogo e momento se l’abito che vediamo in vetrina è disponibile in saldo su qualche negozio online o se è più conveniente comprarlo personalmente.

 

Shopalike


I vantaggi meno evidenti, ma da non trascurare, sono quelli che aiutano l’utente a fare shopping e a trovare nella maniera più facile e veloce il prodotto desiderato. In questo senso sono stati sviluppati filtri per prezzo, taglia, colore, materiale e stile sempre più raffinati, che permettono di restringere la ricerca all’intero di un catalogo fatto di milioni di prodotti, facendo risparmiare tempo e, per così dire, fatica. Considerando dunque gli ultimi prodotti in fatto di mobile shopping, probabilmente l’utente sarà assistito non solo da App sempre aggiornate, ma soprattutto da strumenti sempre più raffinati, in grado di accompagnarlo in tutti i suoi acquisti. Dopo tutto è già possibile ordinare la spesa in internet e vedersela recapitare direttamente a casa dal proprio supermercato di fiducia, quindi perché questo non dovrebbe accadere anche per tutto il resto?

 

Ti interesserà pure: I vantaggi dell'acquistare On Line

 

Ai giorni nostri è possibile fare tutto tramite lo smartphone, di quì a poco tempo probabilmente saranno anche in grado di prepararci la pasta !

Oggi vorrei approfondire un argomento, o meglio un metodo di pagamento, poco diffuso in Italia, ma molto all’estero, sto parlando dei pagamenti effettuati tramite smartphone.
In Giappone ormai tutto viene acquistato tramite il telefonino, e in Italia?
Ci sono buone notizie: gli orizzonti si stanno ampliando.
E-shopping a parte, la novità in arrivo su questo fronte prende il nome di micro pagamento, ovvero un pagamento effettuato tramite tecnologia Nfc, avvicinando cioè il telefono al pos.

 

pagare-con-smartphone


Un metodo di pagamento innovativo che, attualmente, consente solo pagamenti inferiori ai 25 €.

Le prime sperimentazioni di questo nuovo metodo sono state effettuate sul campo dei trasporti, è possibile infatti pagare il biglietto del tram a Milano.
Iniziative simili sono state avviate anche a Savona, Genova e Bari, sfruttando l’applicazione per smartphone Netsize, gratis per IOS e Android.
La vera innovazione di questo metodo è che il costo viene scalato direttamente dal conto telefonico, niente più carte prepagate e ricariche Pay-Pal quindi.

Un vero salva tempo!

 

Ti interesserà pure: Acquistare on-line