TACCHI ALTI: AMORE/ODIO?!?

Che dilemma tremendo!!!
Io credo che la maggior parte delle donne (forse addirittura tutte) amino il mitico tacco 12!
Sto parlando del tacco a spillo, il più elegante, chic, sexy, quello che slancia la gamba, risalta la femminilità, ecc. ecc. ma........
QUANTO E' SCOMODO???????
Per fortuna, in nostro aiuto, sono arrivati i plateau ovvero i rialzi della suola, che rendono la calzatura più comoda in quanto diminuiscono l'ampiezza dell'angolo di appoggio del piede.
Grazie a questi, portare i tacchi è diventato un po' più comodo ma bisogna stare attente al portamento!!!
Come già detto il tacco slancia la figura ma se non si riesce a camminare comodamente si rischia di fare una brutta figura!!! (scusate il gioco di parole!)
Avere ai piedi splendidi tacchi aiuta a sentirsi più alte e più donne ma se il risultato è quello di sembrare giraffe che camminano sui carboni ardenti io preferisco guardare le giraffe allo zoo dall'”alto” dei miei 165 cm puliti!!!!!
Oggi la moda arriva in nostro aiuto...

 


Per questa primavera infatti il tacco si abbassa e soprattutto si “allarga”!
In estate va di moda la comodità del tacco grosso e si aggiunge anche il cinturino alla caviglia che ci aiuta ancora di più a camminare comodamente e godere al meglio i nostri amatissimi tacchi!!!!

Come sempre il mio consiglio è quello di usare la moda per valorizzarci e se, come me non siete ottime equilibriste da tacco stiletto, approfittate della moda di quest’anno... correte alla ricerca delle vostre Tangerine!!! Tacco grosso e cinturino alla caviglia!!!

 

Potrebbe interessarti anche: Scarpe: La nostra passione. Scegliamo quelle adatte a noi

 

Oggi vi darò qualche consiglio su come scegliere le calzature perfette da adattare al meglio al vostro corpo.

Abbiamo più volte detto che le scarpe sono un accessorio fondamentale per l'ottima riuscita di un outfit, molto spesso, sono addirittura il punto di forza di look semplici e sobri; tuttavia, è importante sceglierle con attenzione, tenendo presente alcune regole fondamentali legate ad ogni tipologia di fisico.
Le ragazze basse e magre dovrebbero scegliere calzature con tacchi alti e sottili, evitando cinturini alla caviglia che stroncano la gamba accorciando la figura.
Se amate le sneakers, optate per quelle con zeppa interna che tanto vanno di moda in questo periodo. Sarete sportive con stile e l'immagine ne risulterà slanciata (vedi qui le Sneakers più cool).
Via libera a scarpe a punta che allungano la gamba e vestiti sopra al ginocchio se si sceglie di indossare le ballerine.
Per chi ha le gambe corte e pesanti sconsiglierei stivali che terminano all'altezza del polpaccio, sneackers basse e sandali rasoterra.
Optate per scarpe alte e con un tacco non troppo sottile, soprattutto evitate quelle con punta arrotondata.

 

scarpe-adatte-fisico


Le ragazze con gambe lunghe e magre potrebbero permettersi di tutto (tacchi alti, bassi, doppi, sottili etc.) tuttavia una pencil skirt abbinata ad uno stiletto sarebbe perfetta e davvero cool; Non dimentichiamo che la calzatura must di stagione sarà proprio lo stiletto bianco, quindi se il vostro fisico lo permette...osate!
Se poi amate la palestra e le vostre gambe sono scolpite e muscolose vi consiglierei solo di evitare calzature troppo basse, appesantirebbero troppo la figura vanificando le tante ore di sport e fatica.


Potrebbe interessarti pure: Come scegliere le scarpe giuste

 

È tornato lo stiletto, un'autentica arma di seduzione ed eleganza. 

 

Un tipo di calzatura che provoca "amore et odio". C'è a chi fanno impazzire e chi semplicemente non le può guardare, figuriamoci mettersele.

Io sono di parte: Adoro le scarpe a punta col tacco a spillo. Che ci posso fare? Non l'ho mai mollate, nemmeno quando nei negozi dominavano le punte tonde. "Mentre ci sia un paio a punta al mondo, ci sarà speranza..." - almeno così dicevamo.

Questo anno, finalmente, sono tornate più forti, più belle e ancora più sexy che mai. Non solo in passerella o sui Red Carpet, ma anche in vetrina e sopratutto per strada, dove il tacco vertiginoso passeggia tra ballerine e le scarpe con mezzo tacco, diventandone protagonista.

E pur vero che qualche stagione fa Valentino ci accennava piano piano la possibilità di un ritorno trionfale grazie alla sua collezione di scarpe basse e di mezzo tacco ma sempre a punta. Forse una delle più imitate dalle "low cost". Infatti anche ora anche Zara ha assecondato la tendenza e nei negozi, sparsi in tutto il mondo, solo in Via del Corso ne abbiamo tre, si possono vedere, toccare, provare e comprare calzature a punta col tacco alto, molto simili a quelle delle grandi firma ma a un prezzo più ragionevole. Se durante l'estate le vedevamo luccicare in colori pastello, ora è il momento delle tinture più scure: dal marrone al nero ma senza mai abbandonare il nude.

 

Stiletto-Manolo-Blahnik-Zara

 

Le gambe si slanciano grazie alle creazioni dei grandi stilisti: Manolo Blahnik, Christian Louboutin, allievo di Vivier, il creatore dello stiletto, oppure Jimmy Choo. Tutti e tre hanno sempre difeso una figura femminile elegante e sensuale che viene rappresentata alla perfezione dalla scarpa a punta. Le abbiamo viste di tutti i colori e materiali. Fatte a mano e di serie. Di vera pelle oppure di "cristallo", Cenerentola non portava ballerine quando conobbe Filippo.

Amore et odio. E voi che scarpe siete?

 

Ti interesserà pure: Scarpe che passione! Come scegliere quelle adatta a noi


 

20 Mar

Scarpe: come sceglierle?

Pubblicato in Outfit

“Chi distingue la bellezza di un corpo dalla bellezza di un'anima non possiede né l'una né l'altra”

Oscar Wilde

Ho una teoria. Si chiama teoria della “donna magra dentro”. In una società in cui si inneggia alla magrezza a tutti i costi, io invece tifo per la bellezza a tutti i costi. Che di questi tempi si può raggiungere anche grazie ad alcuni accorgimenti, non necessariamente ricorrendo a un chirurgo plastico. E quindi “tutti i costi” possono essere anche notevolmente economici.
Le scelte della moda possono venire incontro facilmente a coloro che abbiano voglia di abbracciarle e di sentirsi belle. Perché la “donna magra dentro” possiede grande autostima, non è necessariamente bellissima di fatto, ma si sente tale. Tutte le donne dovrebbero tendere a questo status, che spesso si riesce a raggiungere con delle scarpe belle, comode, confortevoli.
Perché proprio le scarpe? Le scarpe non risentono di taglie che possono risultare sconfortanti anche durante la prova in negozio: una volta ho visto la vetrina di un negozio che offriva abiti in taglie forti sfoggiare un manichino obeso, che avrebbe dissuaso chiunque dall'acquisto. Le forme non sono detestabili, e in fin dei conti non vanno neppure nascoste. Però, delle belle scarpe possono catalizzare su di sé tutte le attenzioni, mostrando così al mondo la personalità e le potenzialità di chi le indossa. Ci sono però una serie di “do” e “don't” da rispettare quando si sceglie una scarpa anziché un'altra. Ecco quali.

 

I “don't”:


Vietatissimo il plateau eccessivo se si è troppo basse o non si sa camminare. I plateau possono anche essere esteticamente belli, ma se non li si sa portare, si finisce per sembrare un trampoliere ubriaco con il rischio di compromettere le proprie caviglie.
Se si è basse, vietati anche gli stivali alti oltre il ginocchio, che tendono ad attozzare la figura, soprattutto se si hanno delle cosce “importanti”.
Niente sneaker o ballerine in momenti ufficiali. Non si va alla prima di un film o al matrimonio della propria amica del cuore come si andasse a comprare la verdura.
Niente tacchi eccessivi se si hanno figli turbolenti: l'attenzione deve essere alta e non si può rischiare di rallentare il proprio corpo se si deve stare dietro a un pargoletto vivace.
Niente sabot o infradito per la città, a meno che non si viva un una città di mare.
Niente scarpe eleganti in occasioni informali, come un tè con un'amica, una festa in piscina anche se è inverno e naturalmente durante una scampagnata.

 

I “do” sono invece questi:


Scegliere delle scarpe che possano star comode in ogni momento e che non siano un pugno in un'occhio, quindi via libera alle zeppe lungo tutta la suola o tacchi grossi, in particolare se fatti di gomma.
Sì agli stivali a tronchetto, anche se le donne che hanno caviglie lunghe e affusolate farebbero meglio a metterle in mostra.
Sì al tacco a spillo in occasioni importanti, badando che sia comodo se l'occasione dura molte ore, quindi alto al massimo 8-9 centimetri.
Sì alle scarpe da tango, sono le più morbide e comode e sono davvero eleganti in ogni luogo, ma anche ampiamente informali.
Sì alle scarpe rosse: accrescono l'autostima.

 

come-scegliere-le-scarpe-giuste


Sì agli abbinamenti cromatici con cintura, borsa e gioielli o bijioux: fanno sembrare notevolmente curate.
Essere una “donna magra dentro” è quindi molto facile: la primavera potrebbe aiutare in questo processo. Via libera a vestiti leggeri e sole per molte più ore al giorno. Sentirsi bene è solo una questione interiore. E se ci si sente giù, si può sempre uscire a fare shopping, in fondo là fuori ci può essere sempre un nuovo paio di scarpe che vi aspetta.

 

Potrebbe interessarti anche: Look da ufficio