Mostriamo un corpo sano e in forma. 

Con l’arrivo della Primavera sentiamo il bisogno di toglierci di dosso tutti i segni che l’inverno appena passato ha messo dentro e fuori dal nostro corpo.

Iniziano quindi le corse alle diete per perdere quei due o tre chiletti messi su per via dei super pranzi invernali, aumentano le iscrizioni alle palestre o ai centri benessere per i vari massaggi drenanti o i peeling che rigenerano la pelle.

Io però oggi vorrei parlarvi di un qualcosa che non solo è buono da bere ma che fa bene all’organismo.

Sto parlando dei frullati depurativi che aiutano a disintossicare l’organismo e inoltre sono pieni di vitamine e sali minerali.

Ve ne propongo due che sono davvero fantastici.

Frullato di Mango, Carota e Arancia. 

Gli ingredienti necessari sono del mango tagliato a pezzetti, il succo fresco di due carote e di una arancia.

Si mette tutto nel frullatore ed è veramente importante bere il frullato appena pronto così non si perdono i preziosissimi nutrimenti.

 

Frullato-mango-carota-arancia-cetriolo-melone-pera

 

Frullato di Cetriolo, Melone e Pera. 

Pulire e tagliare a pezzetti piccoli un cetriolo, due o tre fette di melone maturo e una pera.

Mettere tutto nel frullatore e azionare fino a quando tutta la frutta è stata frullata.

Come prima è importantissimo bere subito il frullato.

E infine ecco qualche consiglio per ottenere non solo dei buoni frullati, perché il nostro palato vuole essere sempre appagato, ma soprattutto per far si che la loro funzione sia effettivamente mirata a farci sentire meglio.

Prima di tutto dobbiamo ricordarci di scegliere sempre frutta di stagione, matura che arriva da colture biologiche.

Se si vuole aggiungere latte al frullato, meglio mettere quello di riso o di soia, per renderlo più dolce meglio usare una punta di miele.

Per ottenere effetti migliori è sempre meglio consumarlo di mattina per colazione, io aggiungo nei frullati anche del succo di aloe vera che mi aiuta con l’intestino.


Potrebbe interessarti pure: Prevenire e sgonfiare il ventre a palloncino

 

Dite la verità, quante di voi stanno aspettando con ansia l'arrivo della primavera? Chi non vede l'ora di riappendere nell'armadio i cappotti pesanti e indossare giacche leggere e vestitini, senza avere freddo? Care amiche, se anche voi come me desiderate il cambio di stagione e avete voglia di rinnovare il guardaroba, ma con uno sguardo rivolto alle nuove tendenze, potete prendere spunto dalle proposte di LeiDonnaWeb. Tre look per tre occasioni diverse, ideali per le uscite primaverili.

fashion-girl-spring-Favim.com-408111

 

1. DAY-TIME

daytime

 

Questo primo outfit ha come protagonista il jeans, abbinato ad accessori dai toni pastello. E uno dei trend forti della prossima stagione sarà proprio la camicia di jeans: credo non potrete fare a meno della sua comodità e versatilità, soprattutto quando scoprirete come sta bene in chiave romantic-chic. Il rosa cipria colora tantissimi abiti e details della primavera 2014, ecco perchè lo propongo anche per il vostro look da giorno.

 

2. IL POMERIGGIO CON LE AMICHE

POMER

Il pomeriggio con le amiche lo immagino fatto di spensieratezza, chiacchiere e sorrisi. Ecco allora un look che rispecchia questo mood. Finalmente potrete indossare quei pantaloni a fiori che tanto andranno di moda: la vostra nostalgia per la primavera sarà così ricompensata! La stampa floreale è fatta di rose, peonie, viole, papaveri, margherite... Ma voi rivisitatela per i giri in città abbinandola a borsa e giacca in pelle beige. Se poi volete far vedere alle vostre amiche quanto siete glamour, scegliete un paio di bellissime scarpe verde smeraldo.

 

3. PER LE SERATE

nightoutfit

Ad accompagnare le vostre sere primaverili il mito di Mondrian. La regola è mixare tre colori: il bianco, il nero e il nuovissimo dazzling blue. Potete anche variare con il giallo o il rosso, ma comunque occhi puntati alle cromie più accese. Per questo terzo outifit abbinate un vestito in bianco e nero dalla linea svasata (sta proprio bene a tutte!) ad un blazer maschile. Il blue touch lasciatelo per tutti gli accessori, dai sandali con listini pitonati ai gioielli dalla forma arrotondata.

 

Questa Primavera 2014 sa davvero cosa vuole. E voi quali di questi new look preferite?

 


Mani curate e in ordine sono uno dei primi elementi che aiutano a dare una buona impressione generale di accuratezza e pulizia, specialmente con l'avvicinarsi della primavera, quando si mettono via i guanti e si tolgono i cappotti. Per una manicure ottimale sono sufficienti pochi, semplici accorgimenti a cominciare dall'idratazione, che deve essere fatta mediante apposite creme, da passare ogni volta che ci laviamo le mani o quando ne sentiamo la necessità. Con una pelle idratata sarà ancora più semplice rimuovere le antiestetiche pellicine ed evitare lesioni causate dagli agenti atmosferici o dal contatto con detersivi e saponi. Usiamo poi sempre i guanti quando facciamo i lavori domestici, e il gioco è fatto.

Avere unghie perfette è il sogno di ogni donna, ma non è detto che dobbiamo andare continuamente dall'estetista o recarci nelle migliori spa per essere ordinate e curate. Si possono curare le nostre mani in casa senza spendere una fortuna e nei piccoli ritagli di tempo che ogni donna, per quanto impegnata, riesce a dedicare a se stessa. Ma perché limitarsi ad avere “solo” unghie in ordine quando possiamo sbizzarrirci e trattarle al pari di un accessorio fashion?  Allora via libera al colore, alle forme, personalizzando le nostre unghie in maniera facile e divertente.

 

nail-art-primavera-water-marble-effetto-borchie

 

Forza, armiamoci di buona volontà e tanta fantasia e cominciamo. Un modo carino e molto originale per personalizzare le nostre unghie è…usando l’acqua. Proprio così. La tecnica si chiama water marble e si basa sulla reazione della vernice – il nostro smalto – a contatto con l’acqua. Con questa tecnica, neanche troppo complicata, (si possono trovare tantissimi tutorial su youtube, tra cui questo 

 

{youtube}2e_F7FJdnoY{/youtube}

 

si possono realizzare disegni originali e ogni volta diversi.

 

Con l’arrivo massiccio delle borchie nello street wear, il passaggio dal catwalk alla nail art è stato rapidissimo. Il risultato è molto particolare, forse poco duraturo, ma di grande effetto per una serata speciale. In questo caso bisogna armarsi di tanta pazienza per attaccare singolarmente ogni singola perlina, ma a manicure ultimata non ve ne pentirete. 

Se non vi accontentate di avere “solo” qualche perlina sulle vostre unghie allora non potete perdervi la manicure caviar (scoprila qui), ovvero caviale. Una cascata di micro perline colorate che potete scegliere di utilizzare solo su un unghia o su tutta la mano per un effetto strabiliante.

Amate leggere? Perché non comunicarlo anche attraverso la vostra manicure? Provate con la tecnica del giornale (qui vi spiegano come fare 

 

{youtube}Iw1bw5gU-as{/youtube}

 

È semplicissimo e davvero carino, dillo con le unghie!

 


Ti interesserà pure: Smalti, che Passione!

 

Il ciclo delle emozioni. 

Stanca chiudi gli occhi e ti sembra di aver vissuto mille vite, credi ormai di aver dato tutto: il meglio e il peggio di te.
Per l’ennesima volta nella nostra testa parte il pensiero che depositare le armi della battaglia e attendere la fine sia l’unica cosa da fare, come se la vita stessa ci stesse insegnando, plasmandoci a suo volere e piacere, che per noi in questo mondo non c’è posto.
Nulla scalda la nostra anima, è un immenso blocco di ghiaccio.
Gli occhi spenti, il sorriso finto davanti a tutti per non sentirsi dare della depressa cronica, le spalle curve.
Si va avanti così per giorni e giorni come in un tunnel: poi, come in uno di quegli inverni particolarmente rigidi e cupi arriva finalmente quel giorno …un giorno speciale che ha racchiuso in se quel dolce richiamo al risveglio, una sorta di primavera dell’anima...
Tutto appare diverso: quel profumo d’aria nuova che prima non sentivamo, nel cuore un calore tiepido di luce, come un sole, che rischiara tutto: la vita sta bussando nuovamente.
Sembrerà banale eppure e così, nel pieno del tuo inverno interiore arriva sempre nuovamente la luce: basta poco, davvero poco…una canzone ascoltata per caso alla radio, un libro acquistato solo per la bella copertina, il visetto di un bimbo appena nato, un nuovo amore, una chiacchierata su FB con quella persona che mai si pensava di conoscere nella vita, una frase su un cartellone vista dal bus mentre già stanche andiamo al lavoro, un gesto, un cane, un fiore visto nascere dall’asfalto…

 

combattere-depressione


Un risveglio mandato proprio da quella vita che sembra sempre pronta a toglierci la felicità, come se dovessimo essere puniti per il solo motivo di aver pensato anche solo per un micro istante di aver toccato con un dito la felicità… ma poi sempre lei… ce la riporta …
Accade sempre così, mille primavere e mille inverni della nostra vita si alternano in noi … un po’ come nei video games, livelli sempre più difficili da affrontare e a ogni livello acquistiamo armi nuove, sempre più potenti per arrivare alla fine del gioco vincenti.
Mai arrendersi e permettere al gioco di vincere, mai arrendersi agli inverni dell’anima e far vincere quegli ostacoli che si pongono davanti a noi, ma andiamo sempre avanti, come una sfida, e alla fine arriveremo a essere sempre più forti e più consapevoli della vita e di noi stessi.

 

Potrebbe interessarti pure: Impariamo a parlare dei nostri problemi

 

Aprile dolce dormire

E infatti dormendo dormendo ne è già trascorso metà.
La verità è che al di là della mia incontestabile (ma confessabilissima) pigrizia, del fatto che meno si fa e meno si ha voglia di fare, con l'arrivo della primavera non è solo la natura a risvegliarsi, ma anche l'animale uomo.
O meglio, l'animale donna. (Anche l'animale uomo, ma quel risveglio è del tipo causa-effetto)
Se l'inverno è trascorso sotto strati di lana o coltri di piume d'oca, se la bilancia è stata nascosta dietro al cesto della biancheria e le cioccolate calde con panna hanno dato un colpo d'anca (ehm…) agli yogurt e alla frutta, se la ceretta mensile è stata rimandata ed è diventata un optional bimestrale, con l'arrivo della primavera non si può più.
Eh no, proprio no, perché incombe la prova costume, il velluto lascia il posto al cotone, le gonne si accorciano e svolazzano impietose, la pelle si mette in mostra, il pallore diventa sempre più pallido e non esistono più le mezze stagioni.
E quindi?
E quindi per non arrivare al mare e rischiare di fare concorrenza alla boa, per non essere scambiata per un fantasma travestito da panda per via delle occhiaie, per entrare in sintonia con la stagione, la natura, i fiori e le api tutte, ecco qua che arrivano i buoni propositi.
Ognuna avrà le sue strategie e i suoi trucchi stagionali (quindi nessun "consiglio per"), ma molto più semplicemente le decisioni prese da me medesima in data Mercoledì 17 Aprile che messe nero su bianco diventano, ahimè, memento:

 

Consigli-per-vincere-prova-costume

 

- tre giorni di attacco, come consigliato da Monsieur Pierre Dukan per chi vuole liberarsi di qualche chilo superfluo accumulato durante l'inverno, non tanto per ingordigia quanto per necessità di aggiungere uno strato di grasso e conservare calore nella stagione fredda;

- almeno quindici giorni di attenzione alimentare, ovvero: limitare il consumo di dolci, pasta, pane, pizza, fritti, vino et similia (lo so, è una vita grama).
Cioccolata? Non va nemmeno nominata, fa ingrassare solo il pensiero della cioccolata;

- movimento, senza stare troppo a preoccuparsi del numero di stelle: muoversi, camminare, correre, fare yoga: nello specifico, mezz'ora di passeggiata veloce al parco a giorni alterni, yoga una volta alla settimana e Saluto al sole e addominali tutti i giorni (possibilmente, altrimenti q.b.);

- Prendere un po' di sole in viso, quel tanto che basta per decidere di chiudere per bene il tappino del fondotinta, salutarlo con affetto e dargli appuntamento per la stagione autunno inverno, preferibilmente (confidando nelle ottobrate romane) non prima di ottobre;

- Occuparsi anche dello spirito: leggere, ascoltare musica, andare a una mostra, godersi la città e gli amici e magari fare una passaggiata al mare all'aria aperta respirando iodio, che fa tanto bene anche al corpo (non a tutti fa bene lo iodio, ma chi non lo deve fare lo sa da sé), passeggiando a piedi nudi sulla sabbia;

Insomma, che altro dire?
Che se ad Aprile è dolce dormire è comunque arrivata l'ora di svegliarsi, e quindi forza e coraggio, che dopo Aprile viene Maggio!
(E naturalmente si continua)

 

Potrebbe interessarti pure: Nail Art di Primavera