26 Ott

Fiorucci l'angelo della moda

Scritto da  Sabrina Silei

Elio Fiorucci nasce a Milano il 10 giugno del 1935, e già a 17 anni comincia a lavorare presso il negozio di famiglia specializzato nella vendita di pantofole.

Il 1967 è l'anno della grande svolta non solo per lui, ma per la moda intera. Apre a Milano il suo primo negozio, che diventerà famoso in tutto il mondo.  

Il mondo della moda non vedeva l'ora di capire cosa avrebbe inventato dopo gli stivali di plastica colorati e quelli in pelle arancio.

La sua dolce rivoluzione fatta di colori Pop, oggetti di "good design" e capi d’abbigliamento che irradiano ottimismo anche solo a guardarli, hanno lasciato un segno anticonformista, “friendly”, nell’immaginario collettivo.

 

Fiorucci Moda anni 60 70 80 Negozio

 

Per i capi di abbigliamento del debutto si ispira alla rivoluzionaria Londra che in Carnaby street racchiude in cuore pulsante della moda libera, anarchica, moderna.

Riesce a cogliere in anticipo le esigenza giovanili, i quali si sentono compresi e rispondono con grande positività al look trasgressivo del marchio.

Insieme ad Italo Lupi disegna il celebre logo con gli angioletti vittoriani, oggi oggetto di numerosissime riproduzioni.

Negli anni 70' Fiorucci diventa un marchio con una propria produzione industriale, distribuita in Europa, Sud America e Giappone. Nasce lo "Stile Fiorucci" e il concetto di Lifestyle.

Nel 75' apre il primo negozio a Kings Road, Londra e l'anno successivo a New York che subito diventa un luogo cult dove si incontrano i maggiori esponenti delle comunità intellettuali newyorchesi.

Il suo essere poliedrico, stilista, talent scout, imprenditore e comunicatore e il suo approccio artistico con il mondo lo ha portato ad avere contatti con personalità come Andy Warhol, Keith Haring, Madonna e tanti altri.

Fiorucci è più di uno stilista, più di un artista, è un filosofo in continua ricerca, studia, setaccia e infine crea:

T-Shirt, felpe con immagini di Walt Disney e jeans stretch. Inoltre è il primo a mettere in vendita body, scalda-muscoli, fasce antisudore e leggings.

Con il suo entusiasmo e voglia di vita crea nel 2003 un nuovo progetto Love Therapy, che nasce come terapia dell’amore divertimento, libertà e novità.

 

 

Questo nuovo progetto, che si adegua ai tempi e ai bisogni di un mercato sempre più sofisticato ed esigente, non è quello di disegnare intere collezioni, ma di proporre via via, nuovi piccoli pezzi, jeans, t-shirts e accessori che offrano divertimento e allegria, rivoluzionando ancora una volta il sistema moda.

 

Letto 3985 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Gennaio 2013 16:26
Vota questo articolo
(0 Voti)