Beba Iacobelli

Beba Iacobelli

Sono Beba Iacobelli, inguaribile utopista (così amo da anni definirmi) e amante della scrittura e della letteratura.

Vissuta in un clima poliedrico con una mamma arredatrice e una zia pittrice, ho respirato fin dall’infanzia l’arte in tutte le sue forme. Parafrasando una delle frasi di Baudelaire “Quel che non è leggermente difforme ha un aspetto insensibile" ne deriva che l’irregolarità, ossia l’imprevisto, la sorpresa, lo stupore sono una parte essenziale e la caratteristica della bellezza”, a mio avviso l’arte deve suscitare delle emozioni e non deve esser bellezza fine a se stessa; così come la moda non deve rientrare in canoni prestabiliti o essere destinata esclusivamente a skinny girls. Mi piace usare questa espressione “siamo noi che facciamo la moda”: è divertente seguire i trends, ma ancor più opportuno adeguarli alla nostra persona e alla nostra fisicità. 

La passione per la moda nasce fin dai miei primi passi: mia mamma ricorda che vagavo per casa sorridente con una busta vuota della spesa; non posso dimenticare, poi, le prime borsette: una di paglia comprata a Sorrento e una argentata di Fendissime che ancora conservo.

Accanto alla passione della moda, c’è una altrettanto importante per me: cucinare. Ho scoperto che stando fra i fornelli mi diverto e mi tranquillizzo; per questo motivo ho appena creato il mio blog che vi invito a visitare, nel quale saranno ben accetti sia i complimenti, sia le critiche come in questo portale. 

A presto 

Beba ;)

 

URL del sito web: https://www.lericettedinonnafinalba.com

25 Apr

The summer rainbow

Pubblicato in Tendenze

I nuovi colori must have e le tendenze primavera – estate 2013

Colori accesi come un rouge lipstick a colori poudre da ragazza bon ton.


L’estate è ormai alle porte: cappotti, maglioni, sciarpe e guanti sono stati riposti nel nostro armadio come cibi sottovuoto in abbondante naftalina.
Camminiamo, alleggerite dal peso di infiniti strati di abiti che ci comprimevano, lasciandoci senza fiato; che coprivano la nostra figura appesantita da ricche mangiate invernali e nascondevano quel colorito del volto indecifrabile e da dimenticare.


Il sole concilia il sonno, fa nascere in noi la voglia di ferie, la temuta prova costume, ma soprattutto la scoperta delle nuove tendenze che accompagnano la moda primavera – estate 2013. Chi non ha ancora “sbirciato” in una rivista o si è fermato davanti a una vetrina? Poche sono quelle che non cedono a questa tentazione, molte che si apprestano a fare il cambio di stagione e a cestinare gli outfits dell’estate passata.


Ciò che si appresta a shockare la nostra estate, è un vero e proprio summer rainbow:

il monaco blue, dusk blue, emerald, grayed jade, poppy red, african violets, tender shoots, lemon zest, nectarine. Sentiamoci libere di poterli accostare come vogliamo, perché le nuove collezioni propongono abbinamenti e stampe super colorati e talvolta discutili: camice jungle dalle fantasie tropicali da indossare con grandi capelli di paglia, bijoux smaltati e di resina color neon; abiti con fiori e pesci come ci propone Naughty Dog e D&G che alterna con l’immancabile rigato stile “marinaretta”.

 

bracciali-bijoux-smaltati-e-di-resina-color-neon

 

Infine, non ci abbandona il denim patchwork con ampie T-shirt che troviamo negli stores di H&M, sandali in rafia, espadrillas di tela o ballerine e mocassini traforati da abbinare ad abiti lunghissimi (a volte trasparenti e scollati) o a pants sopra la caviglia.

 

 sandali-con-fiocco


Osare, quindi, è la parola d’ordine senza sentirsi mai fuoriluogo.

 

anelli-estate-2013


Un tocco fashionable: le unghie sempre smaltate come una teen e tanti anelli!

 

Potrebbe interessarti anche: Giallo, il nuovo bianco

 

15 Mar

Le Sneakers più cool

Pubblicato in Tendenze

La moda ha vissuto le sue rivoluzioni: dallo chic allo shock, dal retrò al kitsch.

Anche le sneakers, un tempo semplici scarpe da ginnastica, sono diventate veramente cool.

Scarpe comode come pantofole ma che regalano qualche centimetro in più, allungandoci la figura.

Si sa, la scarpa con il tacco, ci rende più femminili e non sarà un caso se Be & D abbia giocato con questo aspetto, inserendo un disegno sulla sneakers.

Adidas non rinuncia all'elemento funzionale. Stella McCartney abbia osato di più per la prossima collezione donna.

Serafini e Paciotti, noti brand italiani, si rivolgono a un target di fashion victims meno trasgressive, ma altrettanto glamorous. 

 

le-sneakers-più-belle-cool

 

Tante sono le proposte italiane e non, ma su tutte si nota il prevalere del verde acqua, delle tonalità del rosa e del celeste. Mischiati in un arcobaleno di colori preannunciano la bella stagione.

E se un giorno decidete di indossarle con un outfit elegante, non vi preoccupate: è il connubio perfetto anche per le celebs. Lo smocking con le sneakers? C'è chi lo ha già fatto!

W i Cappelli 

 

Un nuovo trend richiama i mitici anni ’70: cappelli a tesa larga in panno di lana 100% e in feltro colorato svelano a malapena lo sguardo di donne che appaiono sempre più sicure di sé.

 

Gli anni ’70 sono stati anni di forti novità: lotte politiche, uso smoderato di droghe e trasgressioni sessuali. In questi anni è cambiato il volto di uomini e soprattutto di donne che prendevano coscienza di loro stesse, che cantavano l’amore libero e che si vestivano come desideravano. Janet Joplin, infatti, diceva: “And each time I tell myself that I, well I think I’ve had enough; But I’m gonna show you, baby, that a woman can be tough …”. Quella donna, che voleva “fare la dura”, è più che mai il simbolo della donna attuale che tenta di emergere ed affermare la propria personalità.

Questo inverno cammina fiera su tacchi altissimi, indossa cappotti over-size e cappelli a tesa larga stile anni’70. 

 

 

Numerose sono le proposte sia per la scelta del materiale, sia per il colore di questi cappelli: dall’utilizzo della lana al feltro, dal color nero al blu notte. La Maison italiana Borsalino ci propone cappelli fatti a mano che risalgono all’archivio storico, molti dei quali in feltro rasato arricchiti con nastro intrecciato cannetè o personalizzato; H&M ci presenta il medesimo modello, ma low cost preferendo l’essenzialità e il color cammello per le young women.

Non ci resta che frugare nelle vecchie soffitte, nei bauli impolverati delle mamme e delle zie, scovare nei “tube shops” e ritagliarsi un attimo per noi stesse, divertendoci a modificare cappelli vintage con migliorie: nastri di raso, di velluto o di grogren laddove il tempo li abbia usurati. 

Per le donne, invece, che non rinunciano mai a esser dive, non si può non visitare www.veliadal1922.com, o recarsi a Roma presso uno dei “cappellai” storici nel quale perdersi e sognare di esser una delle tanti attrici che lo frequentavano durante la movida anni ’60-’70.

 

Una polvere d’ocra tinge il made in Italy autunno/inverno 2012-2013.

Non solo make-up che illuminano il viso, colli di pelliccia che avvolgono dolcemente, abiti dal taglio minimale. Shopping bags, handbags, ma soprattutto pochette dai toni aranciati diventano l’accessorio più glamour e funzionale al nostro abbigliamento.

Il color ocra è il colore che unisce la storia antica in un istante: dalle pitture preistoriche all’utilizzo di questo pigmento da parte degli antichi Romani, sino a creare l’identità africana. Le donne africane si “vestono” di terra, noi rubiamo loro quella calda ed inconfondibile nuance per colorare le nostre frenetiche giornate metropolitane.

Non usuale, dunque, ma non impossibile da indossare.

Accanto alle borse total black semplici o con borchie e alle fitte textures (fiori stilizzati, serigrafie ed effetti trompe-loeil), la moda attuale ci propone una vasta gamma di borse in cui il color ocra fa da padrone.

Trussardi ci propone una borsa di pelle tricolour nera-arancio-marrone per una donna che ha necessità di una borsa capiente; diversa è la scelta adottata da Miu Miu che opta per un materiale differente, il camoscio, molto in voga quest’anno anche nelle calzature.

 

 

Tod’s, invece, rivisita la classica handbag in coccodrillo scegliendo la medesima scala di colori, ma abbracciando uno stile più vintage. Queste soluzioni, tuttavia, sono spendibili per un street wear comodo e veloce, ma pur sempre raffinato.

 

Tod's borsa 2013 coccodrillo ocra

 

Gabs propone una borsa che si “trasforma”. Il brand fiorentino immagina una bag “alla portata di tutte le tasche”. Grazie a dei bottoms e a delle clips la borsa dalle dimensioni grandi si riduce: una borsa da lavoro, in cui si può mettere perfino un notebook, diventa una borsa più piccola per le fashion victims. Questo brand non rinuncia allo stile, ma gioca su colori decisamente più accesi rispetto ai precedenti, rivolgendosi ad un pubblico più giovanile.