LeiDonnaWeb

LeiDonnaWeb

LeiDonnaWeb è il portale dedicato alla Donna, con tutte le ultime notizie riguardanti il mondo femminile dall’Abbigliamento al Gossip, dall’essere Mamma alla voglia di Benessere, dal Cinema alla Tv, dal Make up alla cura dei Capelli e tanto altro ancora

URL del sito web: https://www.leidonnaweb.it

Alcuni bambini frequentano i centri scolastici anche in estate, chi per recuperare qualche compito o interrogazione, chi perché iscritto ai centri estivi. Spetta alle famiglie ovviamente preparare tutto l’occorrente per far sì che i piccoli abbiano il necessario per trascorrere una giornata all’insegna dello studio e del divertimento. Al di là di creme solari (se l’attività didattica sarà all’aperto), giochi e indumenti (come il cambio etc.), non potranno di certo mancare accessori come penne, matite colorate, pennarelli e colori di ogni tipo, da riporre in un astuccio.

Una matita per colorare con fantasia

Le matite colorate sono sempre state e probabilmente continueranno ad essere le alleate di ogni bambino per poter lasciare libero sfogo alla propria immaginazione tra tecniche e sfumature. Sono cioè gli strumenti indispensabili che accompagnano i giovani artisti nel mondo della creatività e in quanto tale vengono realizzate per offrire una risposta ad ogni esigenza. In commercio infatti c’è un vasto assortimento: matite ad acquerello, matitoni con mina gigante per colorare rapidamente (la punta infatti è più estesa), matite in legno, matite bicolor a doppia punta, matite colorate cancellabili e matite ergonomiche pensate proprio per garantire un prodotto che possa essere impugnato da qualsiasi mano. Ciò che conta alla fine è l’esperienza multicolor che sono in grado di assicurare ai bambini! Con un pizzico di fantasia ogni foglio di carta bianco potrà trasformarsi in un piccolo capolavoro artistico. D’altronde non è proprio da piccoli che bisogna potenziare e sviluppare la propria creatività?

Come scegliere la matita per i bambini: 3 elementi da considerare

A questo punto, come si sceglie la giusta matita per i bambini? Ci sono 3 elementi principali di cui bisogna tener conto, ovvero:

  • La mina, cioè prediligere una matita con una punta dallo spessore ampio (di circa 3,8mm) se volete assicurare al bambino un effetto di lunga durata e quindi evitare che debba temperarla con una certa frequenza;
  • La brillantezza del colore, ovvero valutare le differenti gradazioni e la resa cromatica. Occorrerà una matita che colori senza dover schiacciare troppo la punta sul foglio;
  • La resistenza alla rottura, soprattutto se si sceglie un tipo di matita acquerellabile. Generalmente, infatti, la mina è protetta da una guaina bianca proprio per poterne potenziare la durata.

In alcuni casi poi si potrà prendere in considerazione anche un’impugnatura antiscivolo. Bisogna infatti valutare che verranno utilizzate da bambini che vogliono colorare per divertirsi e dunque non stancarsi a temperare frequentemente o avere difficoltà a tenerne una in mano o persino a dover premere con forza per colorare il tratto di foglio che si vuole.

Una volta preparato lo zaino con un astuccio completo di penne, matite (e temperamatite), pennarelli e tutto ciò che possa servire per scrivere o colorare, qualche foglio bianco o un quaderno, non ti resta che accompagnarlo/la alla scuola estiva e lasciare che si diverta e impari con gli altri amici sviluppando le sue capacità artistiche e di scrittura sotto la guida attenta dei maestri.

Quando si punta dritto a un obiettivo senza lasciarsi condizionare dalle situazioni esterne e, soprattutto, senza lasciarsi buttare giù dalle avversità che sono sempre pronte a pararsi davanti a noi è allora che si può traguardare qualsiasi risultato. Lo ha capito bene Alena Mayuk, modella di origine bielorussa in Italia dal 2009, che ambisce a rappresentare un punto di riferimento per le altre persone mettendo in evidenza la sua umiltà così contrastante con l’idea che generalmente siamo pronti a farci del pianeta della moda. Nata in Bielorussia, ha da sempre sviluppato un grande amore per i viaggi e per il gusto di andare alla scoperta del mondo. Una volta compreso quante e quali fossero le possibilità che la vita poteva offrirle al di fuori dal suo Paese non ha avuto dubbi e ha scelto l’Italia. Così i primi passi da modella li ha mossi a Milano, dove si è laureata in Lingue e letterature straniere, prima di trasferirsi a Firenze (dove vive dal 2014).

 

Il lavoro con i big della moda, la vita a Milano e Firenze

Nel corso degli anni ha posato per brand di grido nel panorama internazionale come ad esempio Ferragamo, Gucci e Stella McCartney ma non solo. Una volta approdata nel capoluogo fiorentino Alena ha conseguito un master in digital communication all’Accademia Cappiello, mettendo così a frutto la sua grande passione per il mondo dell’online in costante espansione. Il lavoro come modella si è così intrecciato con l’amore per il web, che presto si è trasformato in una professione vera e propria. Tutto questo senza dimenticare che Alena Mayuk è anche una mamma orgogliosa, motivo in più per camminare a testa alta e nel nome di un’assoluta indipendenza e autonomia. Un bel messaggio di emancipazione che viene lanciato a tutte le donne, specie a quelle che si sentono più in difficoltà e che associano la maternità a un freno in ambito professionale per via di una società spesso ancora chiusa.

 

La passione per il web, il lavoro da influencer e la professione di modella

La passione per il web, come accennato, si è trasformata presto in un lavoro: Alena Mayuk ha infatti centrato in pieno il trend relativo al sempre costante sviluppo delle nostre abitudini digitali. Su internet cerchiamo aziende, persone e prodotti affidandoci il più delle volte ai consigli di voci autorevoli nei vari settori. Da qui la decisione di intraprendere la professione di influencer: chi lavora in questo campo si comporta come un vero e proprio ago della bilancia, ponendosi al centro tra comunicazione digitale e promozione. Ma è chiaro come in un mondo così soggetto a continue rivoluzioni e stravolgimenti essere semplicemente molto social non sia sufficiente ad avere un duraturo successo. Occorre saper sfruttare i diversi canali che il web mette a disposizione ed essere quindi multitasking e smart. Basta pensare a quanto una piattaforma come Instagram, che ospita milioni e milioni di profili di utenti in tutto il mondo, rappresenti ormai una vetrina privilegiata per comunicare con gli utenti e potenziali clienti da parte delle aziende: un luogo virtuale perfetto per promuovere la vendita di beni e servizi.

 

Fotografie e dimensione virtuale: come cambia il mondo fashion

L’evoluzione di Instagram è stata anche quella del mondo patinato delle fotografie ed è soprattutto in ambito fashion che sono stati evidenti i maggiori cambiamenti. Prima dell’avvento dei social e, in particolare, di una piattaforma principalmente dedicata alle immagini come Instagram, era necessario posare per la realizzazione di book fotografici (pochi scatti perfetti per una intera giornata di pose). La differenza? Accadeva che in pratica questo book poteva essere esaminato soltanto da poche e selezionatissime persone, mentre adesso con internet non c’è più alcuna barriera neppure geografica. Lo scambio di messaggi e impressioni è più diretto, motivo questo che - tra gli altri - ha reso un simile canale così apprezzato nel panorama degli influencer.

Alena Mayuk è modella e influencer ma non solo: si è infatti specializzata anche nella professione di content creator. Gestisce un suo blog dove affronta tematiche a lei estremamente congeniali come la moda, assieme ad altri argomenti legati a viaggi, social media e lifestyle.

 

Grazie all’arrivo dell’estate 2021, in commercio sono cominciate a spuntare montature per occhiali da sole di ogni tipo.

Squadrate, rotonde, minimali e lavorate, tutte bellissime e degne di nota, anche se solo alcune rientrano tra quelle più gettonate dagli utenti.

Scopriamole!

Occhiali da sole Estate 2021 – Occhiali a goccia ai primi posti

Tra i modelli più di tendenza durante questa estate, troviamo gli occhiali da sole a goccia, intramontabili e perfetti sia per uomini che per donne, realizzati in metallo o in materiali più spessi e appariscenti.

Gli occhiali da sole a goccia, conosciuti anche come occhiali aviator, sono caratterizzati da lenti abbastanza grandi, che coprono bene tutta la superficie dell’occhio e capaci di donare un’aria sia misteriosa che seducente.

Sono tantissimi gli stilisti che basano le loro collezioni di occhiali da sole su questo modello, in quanto seppur nato tantissimi anni fa, ogni anno si riconferma tra quelli più venduti.

Questi occhiali, oltre all’aspetto accattivante, hanno il grande vantaggio di poter accogliere varie tipologie di lenti, anche quelle da vista!

La montatura appare ben strutturata, perfetta sia per volti femminili che maschili ed utile a rievocare uno stile sportivo, boho-chic, casual ed elegante.

La loro forma, essendo a goccia, presenta linee nette ma anche morbide, motivo per il quale sono indicati sia per i visti tondi che spigolosi.

Questa bellissima tipologia di occhiali da sole, è perfetta sia se realizzata con materiali metallici, con colorazioni classiche che vanno dal dorato all’argentato, che con colorazioni più originali e sgargianti.

Tipologie di lenti per occhiali da sole a goccia

Gli occhiali da sole a goccia possono essere dotati anche di lenti graduate, che rendono più ottimizzato il loro utilizzo.

In alcuni casi, accolgono anche lenti colorate, perfette se si vuole donare alla montatura un tocco in più di personalità.

In particolare troviamo:

-          Le lenti verdi, ottime per chi desidera una definizione dei contorni più netta e soffre d’ipermetropia.

-          Le lenti grigie, che proteggono bene dalle radiazioni solari intense, perfette per gli occhi chiari.

-          Le lenti marroni, tendenti quasi ad aumentare il senso di profondità degli spazi. Sono ottimali per chi soffre di miopia.

Ecco quindi che gli occhiali da sole a goccia non sono solo alleati di bellezza ma anche di salute e qualità visiva. Inoltre, pur essendo il loro scopo principale quello di proteggere dai raggi del sole, sono adatti anche per evitare che entrino negli occhi dei corpi estranei, come polvere, polline e insetti.

Altri modelli di occhiali da sole in voga nell’estate 2021

Tra i modelli più venduti nell’estate 2021, oltre agli occhiali a goccia, troviamo anche quelli ispirati agli stili vintage-retrò, ottimali per chi ama rievocare la classicità di un tempo. Anche i modelli cat-eye o con forme geometriche ben definite, cavalcano bene il mercato.

Un must-have fisso, inoltre, sono gli occhiali da sole neri, dalle montature classiche e adatte per ogni occasione.

In conclusione possiamo dire che le mode attuali sono veramente variopinte, perfette per accontentare qualsiasi gusto estetico.

I genitori ed i parenti non possono fare a meno di osservare con quanta meraviglia e velocità un neonato è capace di evolvere, facendo passi in avanti sotto tantissimi aspetti: motori, fisici ed emotivi.

Ogni “salto” che il neonato fa per progredire nel suo percorso evolutivo, viene chiamato “scatto di crescita”.

Spesso capire come comportarsi davanti a queste fasi è veramente complicato, motivo per il quale se si è interessati a comprendere queste dinamiche, è bene informarsi meglio.

 

Scatti di crescita – Quando avvengono?

Solitamente uno scatto di crescita avviene sempre in seguito ad un periodo di transizione, a volte problematico, dove il bambino può apparire eccitato, agitato e coinvolto da cose nuove, a cui non era mai stato interessato prima.

Questo cambiamento brusco nell’atteggiamento del bambino è solito creare disagi nei genitori, che pensano di non comprenderlo bene, ma in realtà tutto questo è semplicemente il preludio di una nuova conquista, di un passo evolutivo importante.

Ecco quindi che gli scatti di crescita neonati non sono assolutamente facili da prevedere.

Solitamente un bambino che sta vivendo uno scatto di crescita è solito piangere di più, alternando momenti di agitazione con momenti di quiete e sonno.

Anche l’appetito potrebbe cambiare, solitamente diminuendo, come anche l’autonomia.

 

 

Scatti di crescita del neonato – Riflessioni utili per i genitori

Per gestire al meglio gli scatti di crescita del neonato, i genitori devono in primo luogo saper riconoscere i segnali più comuni (elencati in precedenza) in modo da rasserenarsi fino a comprendere che quella determinata fase non sarà interminabile e che porterà alla crescita dei propri bambini.

Possiamo indicare però qualche riflessione da rivolgere ai genitori per permettergli di vivere in maniera più leggera gli scatti di crescita:

  1. Genericamente queste fasi durano solo 1 o 2 settimane, specialmente se il bambino ha meno di 3 mesi. I disagi vissuti quindi avranno presto una fine e a cose ultimate, potrebbero addirittura essere ricordati con nostalgia.
  2. Nel caso in cui il bambino abbia 3 mesi o più e quindi stia cominciando ad affinare il suo sistema visivo, non ci sarà motivo di preoccuparsi se lo vediamo distratto nel momento della poppata, o addirittura disinteressato. Proprio al terzo mese infatti, i bambini tendono ad osservare meglio ciò che li circonda, cercando di afferrare attraverso l’uso delle mani le cose che più gli stanno vicino (per esempio il capezzolo della mamma). Ecco quindi che il momento dell’allattamento, diventa un’occasione per giocare/crescere e non per nutrirsi.
  3. In fase di svezzamento, intorno ai 5/6 mesi, i bambini vivono una fase rivoluzionaria dal punto di vista dell’alimentazione, che potrebbe portarli ad essere particolarmente stressati. Il genitore deve comprendere che il lattante necessita solo del tempo necessario per passare dal ciucciare il capezzolo, a deglutire il cibo. Ecco quindi un enorme passo in avanti verso l’autonomia.

Ecco quindi che abbiamo parlato di un argomento tanto vasto quanto articolato, che con pochi accorgimenti può essere ben compreso anche dai genitori, spesso allarmati e coinvolti emotivamente e sentimentalmente.