16 Dic

Il Natale DOC

Pubblicato in Mamma

Aria di Natale ovunque: nelle case, dove gli alberelli e i presepi fanno da padroni; nei negozi, dove gli articoli anche meno natalizi vengono addobbati per invogliare la gente a sceglierli come ipotetici doni per amici e parenti; pesino i siti internet hanno acquisito la forma natalizia con immagini dei più svariati Babbi Natale.

Ieri per esempio ero su Facebook, anche io ne sono un irriducibile fan, e ho scoperto un idea bellissima per fare una sorpresa a tutti i nostri piccolini; ho deciso quindi di parlarne qui, perché vedere la faccina stupita dei nostri bimbi è meravigliosamente bello.

Io l’ho fatta subito per il mio Mattia e lui si è divertito moltissimo e io dietro a lui.

Andando sulla pagina ufficiale della Fisher-Price troverete questa bellissima e dolcissima idea: praticamente, seguendo le semplici istruzioni e successivamente rispondendo ad alcune semplici domande, si può creare un finta telefonata da parte del buon Babbo Natale per i nostri piccolini.

Le domande a cui si dovrà rispondere sono semplici: tipo il nome del bimbo e la sua data di nascita, se è un maschietto o una femminuccia, se è stato un buon bimbetto o bimbetta ed il regalo che vorrebbero ricevere; si può poi anche allegare inserire una foto per rendere il tutto più credibile.

 

 

Quello che si ottiene è un dolcissimo video dove un signore dalla barba bianca e dal viso buono parla al nostro bimbetto… certo è una sorpresina che può essere fatta ai bimbi piccoli dove ancora non hanno acquisito un certa malizia. Ma il risultato sono di faccine sorridenti e meravigliate!!! Anche questi piccoli divertimenti multimediali fanno oramai parte della bellissima magia del Natale.

Finché si può, bisognerebbe sempre trovare il modo di fargli vivere il Natale circondati dalle mille magie che offre: Babbo Natale, letterine, elfi, renne, latte e biscotti lasciato per il buon babbo… mille emozioni per loro e anche per noi!!!

Sorrisoni, occhioni luccicanti e faccine emozionate… attimi che non dimenticheremo mai... neanche quando saranno cresciuti e queste cose non si potranno più fare.