Stampa questa pagina
23 Apr

Mom&Woman: quando le Mamme si aiutano tra loro

Scritto da  |

Essere Mamma è un ruolo fondamentale, una delle funzioni più importanti del mondo. Perchè senza una mamma, una vita non può nascere. Ogni uomo o donna sulla Terra è venuto al mondo grazie a una mamma: ma allora perchè questo ruolo ancora non viene aiutato e tutelato come si deve?

Purtroppo questa domanda non ha ancora trovato risposte valide; ma nell’attesa di un vero giro di boa in merito, cioè di un vero aiuto da parte dell’apparato sociale, c’è chi ha pensato di iniziare con l‘aiutarci tra di noi.

Intervistiamo Marzia Del Prete, presidente di Mom&Woman, associazione onlus che si occupa di dare supporto alle mamme che vivono le piccole e grandi difficoltà che questo ruolo comporta ogni giorno.

I principi cardine di questo gruppo non possono che toccare ognuna di noi nel profondo. Eccone alcuni. Mom & Woman nasce perchè:
• di fronte alla maternità non ci può essere nessuna forma di svantaggio e di fronte all'essere donna nessuna discriminazione;
• la salute, la formazione, il lavoro, la conciliazione dei carichi familiari sono diritti da tutelare per ogni donna ed ogni mamma a maggior ragione se in difficoltà economiche, sociali o assistenziali;
• spendiamo le nostre competenze per regalare un futuro migliore ai nostri figli e figlie
• risollevare la vita di una mamma o donna svantaggiata significa regalare una possibilità di scelta ai suoi figli e la crescita umana ed economica dell'intera collettività.
Mom & Woman si muove su 5 aree di attività: salute e benessere, educazione, conciliazione lavoro / famiglia, formazione, eventi e concorsi.

 

E: Marzia, puoi raccontarci come nasce questo progetto?
M: Mom&Woman Onlus  nasce con la mia maternità ed il mio voler essere un esempio positivo per mia figlia. Una maternità difficile che mi ha dato la possibilità di fare non poche riflessioni e di ribaltare completamente la mia vita. Credendo che il cambiamento debba provenire prima di tutto da noi stessi, ho iniziato a battermi ogni giorno per regalare un futuro migliore a mia figlia, che sarà donna e mamma di domani.

 

E: Che obiettivi avete per aiutare le mamme in difficoltà?
M: Mom&Woman Onlus è un’organizzazione nazionale senza fini di lucro, formata da professionisti (principalmente donne e mamme) che ha come principale obiettivo la tutela dei diritti civili di donne e mamme svantaggiate economicamente e socialmente. Una donna o una mamma che entra nel cuore della solidarietà vera di Mom&Woman Onlus, ha a disposizione alte competenze, tanta professionalità e grande umanità. Siamo in grado di prenderci cura di lei, di regalarle alta formazione, di valorizzare il suo talento, fornendo occasioni concrete di lavoro, sostenendola nella conciliazione dei carichi famiglia-lavoro. Sentiamo molto al nostro interno anche il tema dell’imprenditoria femminile e della leadership rosa. Ci sono molte donne e mamme piene di risorse che il mercato del lavoro non valorizza e spesso rifiuta. Sono potenzialità che vengono lasciate nell’ombra e nell’abbandono e che da sole non hanno i mezzi o il network per risollevarsi. Noi forniamo loro gli strumenti per rialzarsi perché crediamo nel talento femminile. Aiutare una mamma in difficoltà significa aiutare di riflesso anche i suoi figli, dando una nuova possibilità di crescita umana e culturale all’intera società. Sembra incredibile ma in Italia questo non si fa, o comunque non abbastanza, perché la maternità è vissuta come un ostacolo, un impedimento e non come potenzialità e risorsa.

 

E: Sul sito si parla di alcuni progetti volti ad aiutare le mamme nella conciliazione lavoro – famiglia. Come HomeTeacher&Kids, EnterpriseTeacher&Kids e NannY, puoi spigarci brevemente come funzionano?
M: Tutti e tre sono progetti di conciliazione, ma contemporaneamente anche di lavoro per molte mamme. Selezioniamo donne di talento e disoccupate per dare loro alta formazione e inserirle lavorativamente attraverso i nostri tre servizi di conciliazione. HomeTeacher&Kids e EnterpriseTeacher&Kids sono i nostri progetti di nidi familiari e aziendali basati sul nostro modello educativo sperimentale (che vuole sviluppare pensiero laterale nei bambini e la conoscenza della lingua inglese sin dai primi mesi di vita). Il NannY è un progetto di tate a domicilio, educatrici spesso madrelingua inglese o psicologhe, che supportano le mamme lavoratrici nell’educazione dei figli o nella mediazione familiare.
Attualmente è aperto il bando di selezione e formazione NannY nel territorio di Roma Capitale, tutti i dettagli sono sul sito www.mom-woman.com

 

E: Che messaggio vorresti trasmettere alle donne che ci leggono?
M: Le persone a volte costruiscono i propri castelli sulle favelas, pensando che mai il disagio e la sfortuna busserà alla loro porta o a quella dei loro figli. Quello che ancora si fatica a comprendere, è che abbiamo ricevuto in dono le nostre fortune. Ed è nella capacità che abbiamo di condividerle l’unica speranza di tutela nostra e dei nostri figli. Questo vale anche per le competenze e tutto ciò che possiamo mettere a servizio dei più deboli.
E' sullo scambio di competenze, professionalità e conoscenze che noi fondiamo tutti i nostri progetti solidali, per questo siamo sempre aperti alla collaborazione volontaria di nuovi professionisti che partecipino attivamente alla nostra causa (parlo di formatori, progettisti, manager, consulenti, psicologhe, educatrici e così via). Ogni professionalità che si rende disponibile alla nostra causa sul territorio nazionale è bene accetta perché il lavoro da svolgere è tanto e troppe sono le donne e mamme in difficoltà a cui dare una risposta concreta che le riabiliti agli occhi dei loro figli e della società tutta.
Presto uscirà un bando di selezione dei delegati regionali dell’associazione, richiediamo alte professionalità e skill molto forti per la nomina a delegato regionale. L’obiettivo è la diffusione capillare di tutti i progetti nel territorio nazionale e la collaborazione con istituzioni locali, enti, imprese per avviare a livello regionale/provinciale/comunale i nostri progetti di pari opportunità, formazione e lavoro diretti a donne e mamme in difficoltà.

 

marzia-del-prete-mom&woman


E: E tu, come mamma - donna - lavoratrice e ideatrice di questo importantissimo progetto, come riesci ad affrontare le difficoltà di questi ruoli e a conciliare i vari aspetti della tua vita?

M: Concilio semplicemente non escludendo gli affetti dalla mia vita, lavorando spesso da casa e partecipando attivamente al processo di crescita di mia figlia. Ho portato Rebecca con me in banca, dal commercialista, ai convegni, alle riunioni destando stupore e meraviglia. Per me è un modo di dire basta ad un sistema che esclude la maternità o la emargina ad aspetti residuali della vita di una donna.
I figli sono parte integrante dell'esistenza delle loro madri ed il sistema italiano, che ne esclude la presenza delegando ad altri la loro crescita, va scardinato.
Le mamme devono godere di maggiori supporti alla conciliazione e questi ultimi non devono essere pennellati sulle esigenze del sistema attuale, che non comprende il valore della maternità. Le logiche devono cambiare, le donne devono poter lavorare ed avere i figli vicino soprattutto nei primi anni di vita. Questo significa che non servono asili nido e basta, serve il telelavoro, serve la flessibilità in azienda, servono i nidi aziendali, servono politiche più inclusive a favore della maternità.

 

E: Sul sito di Mom&Woman si può leggere una dedica bellissima a tua figlia. Possiamo riportarla?
M: certo, eccola.
Ho sognato per te un mondo
dove l’essere donna non significa sesso debole,
dove l’accesso ai mezzi di cura e alla formazione avviene indipendentemente dai mezzi economici che possiedi,
dove la maternità è vissuta come un dono e non come un ostacolo,
dove il tuo talento è valorizzato indipendentemente dalle conoscenze che possiedi o dalla tua avvenenza fisica,
dove puoi essere una leader senza dover diventare necessariamente più cruda di un uomo,
dove l’umanità è il pilota della tua anima,
dove nessuno potrà mai violare i tuoi diritti civili solo per il fatto che sei donna o mamma.

 

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più

 

Letto 3452 volte Ultima modifica il Martedì, 23 Aprile 2013 12:44
Vota questo articolo
(6 Voti)
Eleonora Mauri

Studiosa da tempo delle tematiche di crescita e miglioramento personale, i miei primi scritti li dedico al mondo femminile.

Unendo la mia esperienza personale a quella di altre donne intorno a me, coltivo il sogno di realizzare una serie di ebook per aiutare le donne di oggi: divise tra casa, lavoro, marito e figli, con pochi aiuti e tante responsabilità.

Ho sviluppato negli ultimi anni grazie anche all’esperienza lavorativa un’ottima capacità comunicativa, che viene rispecchiata nel mio stile di scrittura: semplice, chiaro e diretto.

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più

Sito web: https://www.macrolibrarsi.it/ebooks/ebook-la-gestione-del-tempo-per-la-donna-impegnata-pdf.php

Ultimi da Eleonora Mauri

Articoli correlati (da tag)