19 Nov

I cinque sensi di una mamma

Scritto da  |

Sin dal primo giorno di nascita è importante comunicare con il nostro piccolino attraverso i cinque sensi che in lui sono già tutti sviluppati e, come si dice, pronti all'uso per imparare a conoscersi. Questo perche, se è vero che abbiamo passato in simbiosi nove mesi, ora siamo due individui con un proprio carattere ed una propria fisicità; ecco allora come, mamma ed il proprio cucciolo, imparano a riconoscersi e a scambiarsi tutto l'infinito amore che provano l'uno per l'altro:

 

La prima volta in cui la mamma è il suo piccolino si guardano negli occhi è un momento indimenticabile: c'è talmente tanto amore che un attimo sembra durare un eternità fatta di dolcezza, tenerezza e tanta tanta curiosità da parte di entrambi per la scoperta di quel nuovo mondo che si apprestano a vivere. Alcuni dicono che il bimbo fino ad un certo periodo di vita non vede; altri invece ritengono che già da subito riescono a vedere e a mettere a fuoco le forme a distanza di circa 20-30 centimetri. Casualmente corrisponde più o meno alla distanza che c’è tra il viso della mamma e il bimbetto quando lo si tiene in braccio... è un pò come la scena del film SENTI CHI PARLA quegli occhietti un pò furbi sembrano dire: ahhhHh eri tu!!!

Il bimbo e la mamma si parlano anche senza aprire bocca: a parlare è l'amore, il cuore di entrambi. Ogni angioletto sa riconoscere la voce della propria mamma; questo perché già abituato a sentirla per tutto il periodo della gravidanza ed è proprio la stessa voce in grado di rassicurare il nostro piccolino con dolci parole sussurrate o cantate.

  • TATTO

Importantissimo fin dal primo attimo dopo il parto è il contatto fisico: la venuta al mondo dei nostri angioletti è un momento bellissimo, ma anche molto stancante sia per la mamma che per il picccolino ed entrambi hanno bisogno di coccole. Di quelle coccole che solo loro stessi sanno farsi attraverso il contatto, il respiro, il battito cardiaco. Ogni giorno della  vita deve essere fatto di tanti baci, carezze e abbracci che faranno sentire il nostro piccolino amato, rassicurato e protetto come quando si trovava nel grembo della sua mammina.

Il gusto e l'odorato nel bambino vanno di pari passo: il nostro piccolino infatti è in grado di riconoscere la propria mamma fra cento, perché riconosce l'odore del suo seno di cui è attratto non solo perché sa di latte, ma perché, si dice, che abbia lo stesso odore del liquido amniotico. Secondo motivo dell’allattamento al seno, è che il nostro bimbo impara a riconoscere il sapore della sua mamma e quindi a conoscerla sempre di più.

 

 

Insomma tutto l'amore del mondo racchiuso in cinque paroline rappresentanti la bellezza dell'essere mamma.

 

Letto 3117 volte Ultima modifica il Martedì, 22 Gennaio 2013 18:29
Vota questo articolo
(6 Voti)
Suyien Assandri

Palare di se stessi non è facile, a chi lo chiede solitamente rispondo "Sono semplicemente io" ma questa formula magica ovviamente ad un estraneo non dice proprio nulla quindi direi che:

  • ho 36 anni, chiacchierona, sensibile, testarda, estremamente sincera...
  • sono mamma  del mio bellissimo Mattia nato nel 2010 che adoro, non so se sono una buona mamma io però lo spero e faccio di tutto per crescere il mio bimbo circondato di amore e armonia.
  • felicissima compagna del mio amore da 8 anni.
  • animalista stra-convinta...

Amo scrivere, un paio di anni fa sono riuscita a realizzare il mio sogno di vedere pubblicati due miei racconti brevi.

Concluderei dicendo che sono sempre pronta a nuove sfide per scoprire nuovi mondi e far crescere la mia persona sempre di più.