Spesso si immagina la palestra come un luogo in cui la fatica, le azioni meccaniche e ripetitive dominano sovrane. Certo, in sala attrezzi, soprattutto per le donne, può diventare ripetitivo e monotono allenarsi, a meno che non si abbia il consulto di un buon personal trainer o di una buona amica con cui allenarsi quotidianamente. Tuttavia, la palestra non è confinata solo in sala attrezzi. Le palestre ci offrono una vasta gamma di corsi: proprio questi analizzeremo oggi per capire quali sono più adatti a noi.

 

AEROBICA

Essa si è diffusa agli albori degli anni '70, come semplificazione della ginnastica ritmica. Inizialmente costituiva una disciplina di appannaggio femminile: ora è praticata da entrambi i sessi, anche se quello femminile prevale. 

 

BENEFICI:

  • -migliora il sistema cardiocircolatorio
  • -favorisce il sistema respiratorio
  • -aiuta a velocizzare il sistema metabolico
  • -combatte la monotonia
  • -migliora la coordinazione dei movimenti e l'equilibrio
  • - si spendono dalle 400/600 calorie 

STEP-COREOGRAFICO O STEP-TON

Lo step, ideato da Gen Miller nel 1989, è un tipo di esercizio che si serve di una specifica piattaforma specifica, lo ''step'', appunto. Molti passi sono ripresi dall'aerobica. 

 

BENEFICI:

  • -aiuta il sistema cardiovascolare
  • -migliora la deambulazione, l'equilibrio e l'armonia dei movimenti
  • -aiuta a ridurre lo stress
  • - tonifica gambe e glutei
  • - fino a 800 calorie bruciate in un'ora
  • - la quantità di calorie bruciate dipende dalla velocità dei movimenti, dall'altezza dell'attrezzo e del tempo che si dedica .

Bisogna però fare attenzione a non cadere dallo step! Gli istruttori dicono che per evitare cadute è necessario poggiare l'intera pianta del piede sullo step.

 

ZUMBA FITNESS

Negli ultimi anni questa disciplina, creata negli anni '90 dal colombiano Alberto Beto Perez, sta spopolando. L' istruttore Beto decise di combinare passi dell'aerobica con la musica, senza però spiegare la coreografia,come avviene solitamente nelle lezioni di aerobica. Si tratta di un modo divertente e coinvolgente per tenersi in forma. Ritmi di tutti i tipi vengono mescolati: i passi non sono semplicemente quelli dell'aerobica , ma anche di un gran numero di altre tecniche.

 

A seconda dei ritmi che si scelgono gli istruttori potranno fare uso di passi tradizionali di salsa, merengue, bachata, reggaeton, danza del ventre, e perchè no anche  alcuni passi del sirtaki greco, o addirittura della danza della pioggia!Lo Zumba fitness serve soprattutto a dimagrire, e meno a tonificare, ma gli effetti sono assicurati. Elenchiamoli brevemente:

 

  • - riattivare il metabolismo
  • - tonificare i muscoli
  • - migliorare la forma fisica 
  • - dimagrire diffuso
  • - ridurre dello stress
  • - dispendio calorico dalle 500 alle 1000 calorie

BOKWA FITNESS

Un nuovo tipo di allenamento, che pure si sta diffondendo su larga scala, è  lo Bokwa fitness, disciplina nata a Los Angeles  nel 2000 da un’idea di Paul Mavi, famoso e importante personal trainer negli USA.

Questo tipo di allenamento consta di passi base semplici (circa una trentina) che l'istrutture illustrerà durante la lezione. Bisogna semplicemente disegnare alcune lettere o figure geometriche con i piedi. Ogni passo ha un proprio livello di difficoltà. Si va dal passo base, molto semplice, a quello potenziato, più faticoso.

 

BENEFICI:

  • - tonificare: braccia, fianchi, pancia e gambe
  • - tenere in allenamento il sietema cardiovascolare
  • - ridurre la tensione e il malumore
  • - eliminare le tossine
  • - fino a 1000 calorie spese

 

FIT-BOXE

La fit-boxe è una variante musicata della boxe o kickboxing. Viene utilizzato un comune sacco da pugilato a cui vengono inflitti calci (frontale, laterale,etc..) e pugni (gancio destro,montanti etc...) formando una sequenza a fantasia dell'istruttore. 

 

BENEFICI:

  • - previene le malattie cardiovascolari
  • - scarica la tensione
  • - pone le basi per la difesa personale
  • - si bruciano 600 cal/ora circa.

 

È sconsigliata però a chi ha avuto seri problemi alle ginocchia, poiché alcuni movimenti rotatori e il ritmo intenso di questa attività, potrebbero imporre uno sforzo eccessivo a legamenti operati e/o danneggiati.

 

STONE-FIT

Messo a punto da Dorman Racines, personal trainer, lo stone-fit è una ginnastica che mira alla tonificazione globale dei muscoli del corpo con coreografie originali e dinamiche: "È un'attività che aggiunge all'allenamento funzionale e di kickboxing il peso dei sassi che può essere di 300, 500 o 800 grammi", dice Dorman Racines. I "sassi" sono delle sferette ovoidali di peso variabile. La disciplina Stone Fit unisce il lavoro di tonificazione al kickboxing, combinando le tecniche base delle arti marziali con i movimenti tipici dell'aerobica. Una disciplina intensa la cui lezione dura circa un’ora. L'allenamento, comunque, come suggerisce la personal trainer, «non è particolarmente impegnativo ma garantisce un incremento graduale di intensità e carichi, che aiuta a modellare il corpo con armonia". 

 

L’allenamento è diviso in tre fasi fondamentali:  

 

1) Riscaldamento, consta di movimenti lenti e controllati di kickboxing, eseguiti con gli Stone-fit. 

2) Esercizi aerobici, sempre ripetuti con l’ausilio dei sassi, che cominciano a far sentire il loro carico.

3) tonificazione di un gruppo muscolare, che può essere petto-schiena, gambe-glutei, bicipi-tricipiti. E ogni ciclo viene ripetuto tre volte prima della fase finale di defaticamento.

 

BENEFICI:

 

  • - potenziamento di muscoli e braccia
  • - aumento e rassodamento della massa muscolare
  • - miglioramento dell’apparato cardiovascolare 
  • - maggiore flessibilità.
  • - fino a 800 calorie spese.

 

LIFE PUMP

Il Life Pump è una tecnica di fitness ideata in America nel '98. Rispetto alle attività aerobiche indicate fin ora il life pump ha come obbiettivo fondamentale quello di tonificare zone specifiche del corpo e pertanto si articola in 8 tipologie di esercizi diversi: pettorali, dorsali, spalle ,addominali, tricipiti, bicipiti, gambe e arti inferiori.

Si fa utilizzo di un bilanciere e dei dischi più o meno pesanti il cui peso aumenta nel progredire delle lezioni.

L'obiettivo è quello non di aumentare la massa muscolare, ma ad equilibrare il rapporto tra le masse magre con quelle grasse nel nostro corpo. Quest'attività non è consigliata ai principianti, ma è più indicata per chi ha una buona tonicità muscolare di base.

Questa è solo una sintesi tra i più noti corsi offerti a noi dalle palestre. I benefici sono molteplici, sia a livello fisico che psicologico. Quindi bisogna darsi una mossa e tenersi in forma! Non per l'attesa di una nuova prova costume, ma soprattutto per stare in armonia con sè stessi e con gli altri.

 

 

Care amiche, i primi freddi segnano anche quelli che sono i primi malanni fisici della stagione e quindi abbiamo spesso bisogno di ricorrere a dei farmaci. Dunque, non corriamo subito in farmacia ma affidiamoci anche ai rimedi che Madre Natura è in grado di offrirci. 

Le nostre vie respiratorie vengono ovviamente danneggiate dagli sbalzi delle temperature esterne e dalle sudate improvvise. La gola si infiamma e inizia l'era di starnuti e malanni causati da batteri e virus. Vediamo, dunque, quali sono alcuni di questi rimedi naturali che possono aiutarci a provare decisamente sollievo e che, prima che nascessero gli antibiotici chimici nel 1938, erano utilizzati per combattere alla pari diverse malattie.
 
Foglie di olivo. Gli estratti di queste foglie hanno un effetto antinfiammatorio, anti-invecchiamento e combattono i radicali liberi.  Tè verde. Parliamo di un antiossidante che sconfigge i ceppi di batteri responsabili dei raffreddori e aumentando le difese del tessuto cellulare. Da non bere con il latte per evitare di annullarne gli effetti. 
 
Aglio. Essendo ricco di potassio e germanio, l'aglio fortifica il tono muscolare e possiede una grande quantità di allicina, aumentando le nostre difese immunitarie. Chi consuma molto aglio difficilmente in autunno si ammalerà. 
 
Zenzero. Grazie alla sua concentrazione di principi attivi, lo zenzero svolge un'azione direttamente sulle vie respiratorie a livello bronchiale. Occorrerebbe consumare questa spezia tramite infuso.
 

 

 

Come in tutte le cose anche in campo alimentare il troppo storpia. Lo zucchero, consumato in grande quantità e molto spesso, comporta il fatto di avere collagene ed elastina che causano cedimenti della pelle e rughe. Dolci, fritti, pasticcini sono cibi pro-infiammatori, che possono causare gravi danni in quanto conducono il corpo in uno stato d’infiammazione. Questa è la ragione per cui, andando avanti negli anni, occorre nutrirsi con cibi ricchi di antiossidanti che riducono l’infiammazione, evitando il cibo spazzatura.

 

Anche mangiare pochi grassi fa male: perché quelli che sono contenuti nell’olio di oliva, nell’avocado e nelle noci servono a mantenere giovani e pieni di energia, essenziali per il ringiovanimento cellulare e per la produzione di ormoni. Quelli migliori sono senza dubbi sono gli Omega3 che abbassano il colesterolo cattivo e riducono lo sviluppo dell’arteriosclerosi, proteggendo sia il cervello che il cuore.

 

Cibi da mangiare con parsimonia per mantenersi giovani e attivi:

 

- il grano, contenuto nella pasta e nel pane porta la glicemia a livelli altissimi accelerando il processo di invecchiamento.

- il mais, (olio di mais, sciroppo, patatine, cereali) contengono Omega6 che portano alle stelle i livelli di glicemia e non solo: il fruttosio nello sciroppo di mais aumenta di dieci volte i composti che accelerano il processo d’invecchiamento, della pelle, degli organi, delle ossa e delle articolazioni.

- lo zucchero, da usare solo se necessario e, se possibile, sarebbe il caso di sostituirlo con un dolcificante naturale in modo da controllare la glicemia.

- olio di semi di soia o altri oli vegetali. Essi subiscono un processo di raffinazione a temperature elevatissime venendo in contatto con alcuni elementi chimici. Sono dunque molto infiammatori e favoriscono l’invecchiamento. Occorre quindi consumare tali alimenti con attenzione: il sale, le bibite gassate, il caffè, l’alcool, le bibite energetiche, i carboidrati e tutti i cibi fritti.

 

Insomma, amiche, siamo ciò che mangiamo.

 

Alcuni giorni fa, l'Università  "La Sapienza" di Roma aveva pubblicato e diffuso uno studio in base al quale sarebbe stato possibile curare il tumore al seno senza ricorrere alla chirurgia, estremamente invasiva per il corpo della donna e senza comunque effettiva certezza di guarigione. In base a quanto emerso da questa ricerca, in futuro l'alternativa potrebbe essere quella davvero degli ultrasuoni che consentiranno di non mettere le mani all'interno del corpo della donna. 

 

Nelle settimane scorse, al Congresso sulla cura dei tumori che si è tenuto in Texas la frase “meno terapia” è stata quella cardine per per la cura del tumore al seno. Secondo gli esperti presenti al congresso, gli effetti collaterali di invasive operazioni chirurgiche potrebbero essere davvero pesanti e devastanti. 

 

Mettendo in relazione i casi di 350 donne con tumore diffuso, ne è venuto fuori che quelle che avevano subito intervento chirurgico e non, differivano di zero percentuale in quanto a salvezza. Non ci è dato sapere se effettivamente si potrà davvero guarire il tumore al seno senza chirurgia, di certo la tendenza è quella di privilegiare  trattamenti più “dolci” ma che sembrano ugualmente efficaci.

 

Come tutte noi sappiamo amiche, le feste natalizie rappresentano non solo il periodo dell'anno in cui ci proponiamo di essere più buone, di volerci più bene nel quale ci scambiano regali con amici e parenti. Natale rappresenta anche il momento dell'anno in cui è più facile ingrassare. Troppe le delizie che popolano le nostre tavole: fritture, antipasti, primi deliziosi, panettoni, pandori e dolci ipercalorici di ogni tipo. Inutile crucciarci, durante le festività natalizie è inevitabile dunque prendere qualche etto, ragion per la quale se non si è osservato un regime ipocalorico prima di Natale, si possono comunque limitare i danni in vario modo.
 
Sicuramente è inutile saltare la colazione. Bisogna cercare di favorire i cereali integrali preparati senza aggiungere cioccolato o zuccheri e abbinandoli a latte, caffè o tè poco zuccherati. Possiamo dire sì a tutto per quanto riguarda il pranzo. L'importante è non eccedere nelle quantità ed assaggiare tutte le pietanze sebbene in piccole porzioni e con i giusti abbinamenti. Se, ad esempio, desiderate una fetta di pandoro con gelato occorrerebbe rinunciare ad un primo composto da carboidrati. Uno stratagemma sicuramente molto più efficace è quello di concedersi un po’ più di attività fisica, anche lunghe passeggiate, per controbilanciare le calorie in più che assumiamo durante le feste fatidiche. Non eccedete nel consumo di bevande alcoliche. Lo sappiamo, la tentazione è forte. 
 

All'incirca un bicchiere di vino o di spumante fornisce intorno alle 100 calorie. Un errore che commettiamo spesso è poi quello di pensare che l'amaro post pranzo aiuti la digestione. Difatti non c’è cosa peggiore che affaticare ancora di più il fegato nel corso della digestione di alimenti più calorici rispetto a quelli assunti normalmente. Il pancreas produce più insulina dal momento che abbiamo ingerito un maggiore quantitativo di zuccheri (tra dolci, pasta, pane, patate, vino o alcolici). Il fegato poi, oltre a digerire macromolecole (quelle delle proteine, dei carboidrati) deve digerire anche l’alcool, che richiedendo un maggiore consumo di acqua rallenta il processo di digestione. 

 

Nei giorni successivi a grandi pasti e cenoni, il consiglio è comunque quello di evitare il digiuno. Accumulerete solo un appetito esagerato che potrebbe essere colmato solo con un'altra grande abbuffata. Anche la colazione non va saltata, cercando però di limitarsi magari a tè e biscotti integrali. Non bisogna neppure pensare di poter dimagrire ricorrendo ai menù liquidi fatti di yogurt e frullati. Meglio mangiare frutta, verdura e carboidrati (sebbene questi ultimi in quantità moderate), oppure pensare di sottoporsi a stressanti sedute di fitness. Meglio 20 minuti al giorno da fare per circa un mesetto.