Alcuni alimenti di uso comune considerati sani, sottoposti ad una attenta analisi nutrizionale, si sono rivelati non proprio benefici per la nostra salute, data la loro composizione. Sfatiamo insieme i falsi miti e scopriamo i 10 alimenti mangiati nel quotidiano tutt’altro che sani:

 

1. IL SUCCO DI FRUTTA E L’ASSENZA DI FIBRE ALIMENTARI: Se credete che i succhi di frutta contengano al loro interno tutte le proprietà benefiche del frutto con cui è preparato, vi sbagliate! Sono si ricchi di vitamine, ma anche pieni di zuccheri e della polpa del frutto c’è ben poco. Le fibre contenute normalmente nel frutti sono di fondamentale importanza e aiutano la digestione. A tal proposito il consiglio è quello di mangiare frutta anziché bere il succo.

 

2. PASTA: La pasta anche se contenuta in una delle diete più famose al mondo per la sua genuinità, la c.d dieta mediterranea, non sarebbe altro che un concentrato di carboidrati e privo di Sali minerali, fibre o vitamine.

 

3. PANE BIANCO: Il pane bianco come la pasta è un mix di carboidrati farinacei, e dunque privo di fibre e non idoneo alla regolarità del nostro organismo.

 

4. OLIO VEGETALE: Normalmente si ritengono gli oli vegetali, sani. In particolar modo facciamo riferimento agli all’olio per la cottura degli alimenti nei fast food, l’olio di palma, il quale portato ad ebollizione è tutt’altro che sano. Questo tipo di olio presente in molti alimenti come le merendine viene utilizzato anche come combustibile per le centrali elettriche. La sua enorme diffusione è dovuta alla sua economicità per quanto riguarda sia il suo costo che i costi di produzione.

 

5. FORMAGGIO FUSO: Il formaggio fuso sarà sicuramente molto gustoso accompagnato all’hamburger ma è anche poco salutare data l’elevata concentrazione di sale al suo interno. Infatti mangiando 3 fette di formaggio fuso è possibile superare il nostro fabbisogno giornaliero di sale. Il sale in eccesso nel sangue rappresenta la prima causa di ipertensione. Dunque fate attenzione!

 

6. ARACHIDI: Un super concentrato di sale e grassi, a tal proposito preferite la frutta secca al naturale senza aggiunte di sale.

 

7. MINESTRE PRECOTTE: Sale e conservanti, fanno di queste minestre un vero e proprio atto terroristico al nostro organismo, per lo sforzo a cui vengono sottoposti i reni per smaltire tali sostanze!

 

8. SALSA DI SOIA: Se pensate che la salsa di soia sia salutare e dietetica, sappiate che non è cosi! Infatti la salsa di soia oltre a contenere una massiccia quantità di sale contiene anche alcune sostanze chimiche dannose per il nostro organismo.

 

9. SODA DIETETICA: Molto spesso ci si affida a queste bevande gassate per modo di dire LIGHT, pensando in questo modo di proteggerci e fare uno “strappo alla regola” sano. Purtroppo queste bevande , come si evince da alcune ricerche favoriscono l’aumento di peso e gli zuccheri, come l’aspartame, di cui sono costituiti sono i primi responsabili per quanto riguarda l’insorgenza di alcune malattie.

 

10. KETCHUP: La tipica salsa da condimento a base di pomodoro, contiene una grande quantità di zuccheri, tale che riduce la presenza degli antiossidanti tipici del pomodoro i quali svolgono una funzione antinvecchiamento.

 

Una scomoda verità, che è giusto conoscere se vogliamo proteggere il nostro organismo e la nostra salute in maniera sana.

 

Viviamo nell’epoca dello stare in forma, dal web, alla carta stampata, agli ambienti che frequentiamo la parola che spesso sentiamo è stare bene e in forma. Questo vuol dire anche puntare a un’alimentazione attenta e povera di grassi. Il Pata Negra potrebbe essere la scelta giusta per noi!
Nonostante sia prodotto da maiali spagnoli e con un buon contenuto di grasso è ricco di colesterolo buono, un dettaglio di questi tempi molto importante.
Abbiamo sempre immaginato il prosciutto come un prodotto di origine italiana, ne andiamo fieri, siamo sicuri del fatto che il San Daniele e il prosciutto di Parma siano i migliori al mondo.

Care amiche, se siete nel bel mezzo di un tentativo di porre rimedio ad un disastroso taglio di capelli o semplicemente volete delle ciocche più lunghe, potreste aiutarvi con dei cibi che si rivelano preziosi alleati nella crescita dei capelli secondo quanto emerge dagli studi del nutrizionista Jayson Calton e dalla chef Mira Calton, oltre che dall'università di Harvard e dalla Yale Medical School. Scopriamoli insieme.

 

capelli-sani

 

1. Salmone: questo pesce contiene tanta vitamina D e proteine, ma anche acidi grassi omega-3 acidi grassi che promuovono la crescita dei capelli mantenendo sano il cuoio capelluto.

 

2. Peperoni gialli: hanno quasi cinque e mezzo dosi di vitamina C più delle arance (341 milligrammi, invece di 63). Questa è una buona notizia per i capelli poiché la vitamina C è un antiossidante che rafforza i follicoli dei capelli, così come ne impedisce la rottura.

 

3. Ostriche: la carenza di zinco è stata  vista come una delle condizioni che favorisce la perdita di capelli. Questa è la ragione per cui le ostriche, ricchissime di zinco sono iper consigliate contro la caduta dei capelli. Non tutte le ostriche, però. Attenzione: quelle catturate nel Golfo del Messico possono contenere livelli insolitamente elevati di cadmio a causa della fuoriuscita di petrolio BP nel 2010.

 

4 Uova: le uova sono un'ottima fonte di tali suddetti grassi omega-3 ed inoltre contengono biotina (che molte persone che vogliono far crescere i capelli assumono in forma di supplemento). Ma bisogna sapere che non è il bianco d'uovo che renderà i capelli lunghi e belli, ma il tuorlo. Mangiare troppi albumi può effettivamente bloccare l'assorbimento di biotina nel corpo, causando una deplezione di questo micronutriente.

 

5 Semi di girasole: pochi piccoli semi  sono in grado di fornire in abbondanza vitamina E, che permette di migliorare il flusso di sangue al cuoio capelluto e favorire la crescita più  veloce dei capelli.

 

6 Patate dolci: queste sono cariche di beta-carotene, il precursore della vitamina A, che non solo promuove un cuoio capelluto sano, ma favorisce la crescita dei capellli.

 

7. Avocado: grazie alla loro elevata concentrazione di acidi grassi essenziali naturalmente presenti nelle cellule della pelle (che aiutano a mantenere la pelle liscia e morbida), gli avocadi sono un secolare segreto di bellezza. Quando sono applicati topicamente per la cute e per i capelli, hanno la capacità aggiunta di stimolare la produzione di collagene e di elastina. Mescolate un po' di avocado con panna acida (che contiene acido lattico per aiutare a esfoliare la pelle morta e ripulire l'accumulo sul cuoio capelluto) ed applicate ai vostri capelli e cuoio capelluto per una decina di minuti prima di lavare via.

 

8. Mandorle: una tazza di mandorle contiene quasi un terzo del fabbisogno giornaliero di biotina che aiuta e favorisce la ricrescita dei capelli.

 

Non ci resta che provare amiche.

 

Qualche consiglio da mamma per una buona alimentazione


L’alimentazione dei bambini deve essere molto curata, calcolata e basata anche sul gusto personale, questo sia quando s’inizia lo svezzamento che poi per tutto il resto della vita: bambino, ragazzo, adulto.
Io per esempio ho scelto di non usare prodotti e preparati già pronti, che potessero essere semplici omogeneizzati o liofilizzati.
Tutto quello che Mattia ha iniziato a mangiare era, ed è tutt' ora, cucinato da me, ammetto però anche che questo l’ho potuto fare solo perché sto con il mio angioletto tutto il giorno e ho il tempo di poter cucinare e seguire i vari metodi di cottura giusti per lui.
L’ho avvicinato a ogni tipo di alimento, conosce ormai tutte le verdure che mangia con piacere, specialmente le zucchine che… per esempio io non amo per nulla.
Consuma frutta, latte, yogurt, pane, pasta, insomma mangia di tutto e con gusto.
Non so se tutto questo sia merito della mia scelta, oppure solo merito del mio bimbo che è un buongustaio, ad ogni modo meglio così.
Quello che non do al mio bimbetto sono i dolci confezionati e i classici cibi spazzatura, che poi per me sono i principali prodotti che causano problematiche di salute nei bambini. E anche negli adulti.
Ovvio che al gusto sono buone, ma non fanno bene.
Se si calcola poi la percentuale di zuccheri e grassi che contengono, ci si rende conto che di nutriente non ha proprio nulla, anzi, sarebbe giusto dire che sono un inganno per il nostro palato e soprattutto per il nostro cervello, perché l’alimentazione parte prima proprio da lui.
Secondo uno studio condotto dalla dottoressa Sophie Von Strumm, ricercatrice presso il Dipartimento di Psicologia della Goldsmiths, dell’Università di Londra, parrebbe che il classico cibo spazzatura addirittura abbassi il quoziente intellettivo.
Ora magari questo è esagerato, ma se si pensa a come ci si dopo una grande abbuffata...

 


Ad ogni modo ogni buon genitore domanda al proprio pediatra come dovrebbe essere una buona alimentazione per il proprio bimbo e le risposte che si ottengono sono comunemente le stesse, indicate fondamentalmente in sei punti:


1) Il bambino deve seguire un’alimentazione equilibrata e nutriente, ma non troppo ricca di calorie e grassi.

2) La preparazione dei cibi deve essere fatta con cura e amore, i piatti pronti non sono indicati perché poveri di sostanze nutrienti.

3) Bisogna sempre calcolare che la metà delle calorie giornaliere dove essere fornita dai carboidrati.

4) Come condimento è importante prediligere l’olio extravergine di oliva crudo. Limitare le fritture e non riutilizzare mai l’olio con cui si è fritto in precedenza.

5) Per insaporire i cibi non abusare mai del sale.

6) Inserire nell’alimentazione dei propri bambini alimenti ricchi di fibre e pesce.


Una cosa divertente è coinvolgere i bambini nella preparazione dei cibi, tipo nel fare le torte o frittate di verdura. La cucina dopo sarà un vero e proprio casino totale, ma il divertimento è assicurato per bimbi e anche per noi mamme.

 

Potrebbe interessarti anche: Il biscottino

 

Il cruccio di tutte noi donne, specialmente quando la bella stagione è in arrivo, è sicuramente quella della cellulite, quel fastidioso inestetismo che ci rende insicure del nostro aspetto e con cui siamo in costante lotta.

La cellulite è un inestetismo della pelle che indica, dietro all’aspetto a buccia d’arancia, un problema del tessuto connettivo. Tra le cause della cellulite, una delle principali è l’azione degli estrogeni che favoriscono la ritenzione dei liquidi, oltre a questo troviamo il sovrappeso, una vita sedentaria, lo stress, e l’abuso di alcol e fumo .
Seguire un alimentazione equilibrata (leggi qui i nostri consigli) è sicuramente uno dei primi passi da intraprendere, sarà bene quindi fare attenzione al sale come prima cosa, evitare cibi grassi e zuccheri, mangiare tanta frutta e verdura e preferire le fibre.

Ecco in dettaglio i 6 consigli per combattere la cellulite:

- bere molto acqua
- limitare l'uso del sale
- curare particolarmente la dieta
- evitare l'uso prolungato delle scarpe con i tacchi
- evitare gli alcolici
- fare attività fisica

 

come-combattere-la-cellulite


Per tutte coloro che invece vogliono passare alle maniere forti e non dare alcuno scampo alla cellulite, ci sono dei trattamenti estetici mirati e specifici: la tecnologia applicata ha raggiunto nuovi orizzonti ed obiettivi sempre più efficaci, con tecniche altamente performanti e prodotti dermofunzionali di ultima generazione, che lavorano integrandosi per una efficacia davvero strabiliante. La Exa, lavora da anni alla ricerca dei prodotti migliori e delle tecnologie più efficaci per la lotta a tutti gli inestetismi, ed in particolare ha studiato un trattamento anticellulite che permette una penetrazione dei prodotti unica e potentissima: l’EDP, un metodo dolce di trasmissione elettrica intercellulare che dilata gli spazi tra le cellule creando dei canali idrofili per la penetrazione delle sostanze mirate al trattamento, una sorta di liposcultura che rimodella il corpo e attraverso un programma specifico ci aiuta ad ottenere dei risultati davvero efficaci e visibili già dopo il primo trattamento.

 

Ti interesserà pure: Fanghi termali: Salute, Bellezza e Benessere