13 Mar

MercolediVeg. I cosmetici Europei sono tutti Cruelty-Free

Scritto da  |

L’Europa ha detto basta ai test cosmetici sugli animali.

 

Una decisione storica che arriva dopo 23 anni di lunghe e determinate battaglie animaliste. Il processo che ha permesso di arrivare all’11 marzo 2013, data d’inizio del divieto assoluto ai test, è stato molto graduale. Senza spingerci troppo in là, partiamo dalla sera del 4 aprile 2001 quando, a Strasburgo, il Parlamento europeo adottava una proposta di legge che modificava, per la settima volta, la direttiva sui cosmetici. L’intento era di ribadire il ‘NO’ dell’Unione Europea ai test e alla commercializzazione, già vietata dal 1998, di quei prodotti sperimentati all’estero e poi venduti in Europa. La proibizione a testare i cosmetici sugli animali sarebbe dovuta entrare in vigore entro cinque anni, entro quindi il 2006, e uno degli emendamenti obbligava a scrivere con un messaggio ben visibile, che avrebbe dovuto occupare non meno del 20% dello spazio sull’etichetta, TESTATO SU ANIMALI. Le cose poi, sia per il divieto a testare sia per la dicitura sull’etichetta, non rispettarono, nella quasi totalità dei casi, né i tempi né gli obblighi. Solo nel 2009, alla fine, si riuscì a far osservare il divieto: niente più test sugli animali (test relativi ai singoli ingredienti del prodotto finito) né vendita, sul territorio comunitario, dei cosmetici con ingredienti sperimentati fuori dell’Europa. Ma, sempre nel 2009, erano ancora esclusi dalla restrizione i cinque test più invasivi e largamente praticati: tossicità riproduttiva, tossicocinetica, tossicità per uso ripetuto, inclusi cancerogenicità e sensibilizzazione cutanea. Solo ora, nel 2013, è stata proibita la pratica anche di questi ultimi cinque test. Fine, dunque, senza nessuna eccezione, alla sperimentazione cosmetologica sugli animali. Sicuramente, l’Unione Europea ha preso un’iniziativa che avrà ripercussioni a livello mondiale. Come afferma Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente: “ (…) Le aziende cosmetiche utilizzeranno altri metodi per testare i loro prodotti, diventando così un esempio per tutti i settori che continuano, invece, a utilizzare lo strumento della sperimentazione, infliggendo agli animali terribili sofferenze. L’Europa l’ha capito, ora spetta agli altri paesi rompere questo tabù e perseguire la strada dell’innovazione.”. La speranza più grande, adesso, è che l’Europa continui ad aver voglia di rinnovarsi e dica “basta”, per prima, anche alle altre orribili pratiche di sperimentazione animale. Ricordiamo che la raccolta delle firme su www.stopvivisection.eu, attuata in ogni dove su tutto il territorio comunitario, si chiuderà a fine ottobre 2013… La firma di questa Europa siamo Noi.


MercoledìVeg con gli Spaghetti alla CarbonaraVeg proposti da L’Ortolano Vegano,

un agriturismo molto particolare gestito da Lia e Nico, due persone che tempo fa hanno deciso di cambiare stile di vita.

Ingredienti e dosi per 4 persone:


-olio di oliva extra vergine;
-1 cipolla bianca dolce;
-1 panetto di tofu affumicato;
-2 bustine di zafferano;
-1 conf. panna di soya;
-400 gr spaghetti integrali;
-lievito alimentare in scaglie;

(tutti gli ingredienti si intendono da produzione biologica)

 


Imbiondire la cipolla in 1 cucchiaio abbondante di olio, successivamente, aggiungere il tofu tagliato a cubetti e tenere sul fuoco per pochi minuti, unendo a fine cottura panna e zafferano.
Nel frattempo, in abbondante acqua, cuocere gli spaghetti e dopo averli scolati, al dente, farli saltare per alcuni minuti nel sugo precedentemente preparato.
Servire caldo con aggiunta di lievito alimentare in scaglie.
Buon appetito.

Inviate le vostre ricette a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Qui altri articoli del Mercoledi Veg

 

Letto 2507 volte Ultima modifica il Giovedì, 14 Marzo 2013 13:27
Vota questo articolo
(2 Voti)
Alessandra Verducci

Nata a Roma, è regista e autrice televisiva e teatrale. Ha lavorato anche nella redazione del telegiornale "Dentro la Notizia" e dei programmi Anni ’80; "Miti, Mode e Rock'n Roll" e "Accadde Domani". Ha scritto e messo in scena un monologo dedicato a Gino Paoli, realizzato reportages per RAI 1 e vari documentari industriali.

Nel 2011 ha pubblicato con Edizioni Progetto Cultura il libro "Dietro il buio" una fiaba che prosegue ed evolve in "Chiron nel regno di Darkan" il secondo libro pubblicato a dicembre 2012.