Quando utilizziamo un detergente, così come qualsiasi altro prodotto a contatto col nostro corpo (bagnoschiuma, shampoo, anche il dentifricio) dobbiamo fare attenzione agli elementi che compongono il prodotto: alcuni sono dannosi per la salute della nostra pelle. 

Nell’Inci (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) gli ingredienti del prodotto sono scritti in ordine decrescente di concentrazione. Al primo posto viene indicato il componente contenuto in percentuale più alta.

 

Vediamo insieme come leggere l'etichetta sulla confezione del detergente:

Ottimi componenti sono i polideceni, i derivati dagli zuccheri, i tensioattivi vegetali. 

Non devono esserci SLES o SLS (sodio laureti ere solfato o sodio lauril solfato), componenti altamente schiumogeni che delipidizzano lo strato superficiale della pelle (strato corneo), compromettono la funzionalità di alcuni enzimi altrimenti importanti per l’equilibrio idrolipidico. 

Non devono esserci derivati del petrolio, che hanno a lungo andar un’azione macerante e occlusiva della pelle (non devono perciò comparire: petrolatum, paraffinum liquidum, carbomer, akrilates copolimer). 

Non deve comparire la scritta EDTA (stabilizzante chimico usato nei cosmetici, altamente inquinante). 

Non devono comparire triclosan (antibatterico potente, irritante ed allergizzante).

Tra i conservanti non devono essere presenti: himidazolidynurea, phenoxyethanol, katon, BHA e BHT (si sono dimostrati disturbatori endocrini).

Non devono essere presenti etossilati altamente allergizzanti: due molecole di ossido di etilene formano diossina.

 

cosa-non-devono-contenere-cosmetici

 

Spesso tendiamo ad acquistare prodotti economici per rinunciare a prodotti specifici farmaceutici a causa degli alti costi, ma è sufficiente prestare una maggiore attenzione ai detergenti esposti nei normali supermercati o nei negozi dedicati alla cura della persona, per reperire prodotti validi a prezzi più contenuti. Cerchiamo sempre di scegliere la tutela della nostra salute!

 

Per saperne di più: Come evitare i prodotti di bellezza con derivati chimici

 

Si parla di bellezza quando tutti i 5 sensi provano piacere per qualcuno o per qualcosa.

Per molte donne la bellezza sta nello strado di make-up che si mettono al mattino, ma si dovrebbe imparare che la bellezza è dietro a quello strato, per questo bisogna avere più cura della pelle, soprattutto per chi si trucca. È molto importante lavare bene il viso e mantenerlo pulito, perché lo sporco da eliminare che si è depositato sul viso, oltre al make-up, è lo smog, la polvere e il pulviscolo rilasciato dai riscaldamenti, tutto ciò soffoca la pelle rovinandola.

 

 

Struccare e detergere bene il viso è essenziale.

  • Struccare:

Per struccarsi nel modo migliore occorre usare prima un latte detergente, scegliendolo appropriato al tipo di pelle, per pelli grasse sono consigliati prodotti calmanti e idratanti, ma anche gli scrub che aiutano la pelle a togliere le cellule cornee (cellule morte) e le impurità più profonde (Inoltre gli scrub aiutano la pelle ad assorbire meglio il prodotto che viene applicato successivamente). Per pelli secche prodotti delicati e lenitivi sono o più indicati, anche prodotti per bambini. Per pelli miste, che come dice la parola, sono quel tipo di pelle che presenta nella stessa zona parti grasse e parti secche, occorrono cosmetici non troppo aggressivi e non troppo sgrassanti. 

Per pulire il viso dal trucco bisogna usare un dischetto di cotone per stendere il latte in modo omogeneo con movimenti delicati e senza passare sugli occhi. Dopo il latte si può usare uno struccante specifico per occhi, va applicato sul dischetto che va appoggiato delicatamente sull’occhio e con un movimento leggero si sposta il dischetto verso la fine, ma sempre senza pressare, infine sciacquare tutto il viso e detergerlo.

  • Detergere:

Il viso bisogna detergerlo 2 volte al giorno, mattino e sera, regolarmente e non troppo spesso. Bisogna usare acqua tiepida e lavare bene le mani o la spugnetta prima di detergersi.

Anche il detergente, come il latte e tutti i prodotti, va scelto adatto al tipo di pelle. Per applicare il detergente, sul viso già bagnato, bisogna stenderlo con movimenti circolari, non sforzando e non sfregando troppo. Dopo aver messo il prodotto in modo uniforme su tutto il viso e collo, la pelle va sciacquata con acqua tiepida senza lasciare residui, perché possono creare arrossamenti. Infine per asciugare occorre un asciugamano morbido, e non bisogna sfregare, ma tamponare.

"Io consiglio come struccante un acqua micellare detergente struccante della Collistar per viso, occhi e labbra. Lo consiglio a chi come me non piace il latte detergente, il prodotto è liquido e leggermente oleoso, ma con un odore gradevole. Sul retro ho letto che può essere “senza risciacquo”, ma io preferisco comunque detergere".

 

 

Per concludere credo sia giusto ricordare alle lettrici che: “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace”.