Cari lettori, oggi vi svelo qualche piccolo segreto su come apparire sani e in forma sfruttando i doni della natura. Le feste, si sa, alla lunga lasciano il segno sul nostro corpo e la nostra pelle. Con l'arrivo della nuova stagione, della sua freschezza e dei suoi vivaci colori, si può sentire, però, la necessità di liberarsi dalle calorie in eccesso accumulate nello scorso inverno.

 

Niente panico: dedicatevi un po' del vostro tempo e recatevi dall'erboristeria più vicina. Il primo passo per recuperare la forma è depurare l'organismo. Vi servono delle tisane che, oltre a stimolare la diuresi, eliminino anche le tossine. Vi consiglio, dunque, di assumere delle erbe in infuso e, in particolare:

 

  • La Centella che favorisce la circolazione combattendo, in questo modo, la cellulite;

 

  • L'Equistato che ha proprietà diuretiche, rimineralizzanti, elasticizzanti e rassodanti, che favoriscono così l'eliminazione di scorie.
  • La Calendula che favorisce la digestione e il buon funzionamento del fegato;
  • il Tarassaco che stimola la funzionalità biliare, epatica e renale, attivando così gli organi emuntori (fegato reni pelle) adibiti alla trasformazione delle tossine;
  • La Betulla che svolge un'azione depurativa coadiuvata da quella diuretica. L'emissione di urina faciliterà l’eliminazione dell'acqua e delle sostanze in eccesso accumulate nell’organismo. 

Per far tornare, poi, il vostro metabolismo attivo e cominciare a bruciare un po' di grasso, l'ingrediente segreto è il Fucus, un’alga che contiene molto iodio, sostanza in grado di accendere il metabolismo. Reperibile in ogni erboristeria, unito ad altre erbe profumate, creerà una miscela per una deliziosa tisana dimagrante. 

 

Per combattere gonfiori addominali, inoltre, potrete poi assumere in infuso o nelle insalate, il Finocchio noto principalmente per le sue proprietà digestive. L'assunzione di finocchio ha, infatti, la capacità di evitare la formazione di gas intestinali e si rivela quindi utile in caso di aerofagia e meteorismo.

 

Queste erbe insieme a una sana alimentazione ricca di fibre e verdure rigenereranno il vostro organismo e insieme la vostra pelle. Per quest'ultima, infine, la Bardana che ha un effetto sebo-normalizzante. Il decotto di bardana, in particolare, possiede un effetto depurativo e lo potrete anche applicare esternamente e localmente su pelli grasse. 

 

Per le pelli più impure consiglio la maschera alla Viola tricolor. I fiori di Viola tricolor contengono principi attivi quali tannini, mucillagini, violaxantina e violaquercitrina, che hanno effetti benefici sulle pelli segnate da acne e brufoli. Basterà amalgamare 50 g di argilla, la cui proprietà è quella liberare i pori della pelle e di pulirla al contempo, con 3-4 cucchiai di infuso di Viola tricolor e un cucchiaio di miele, fino a raggiungere una consistenza cremosa, poi applicarla sul viso e sul collo per 20 minuti e risciacquare con acqua tiepida. 

 

Mentre si ritiene comunemente che la primavera sia la stagione ideale per iniziare a cambiare vita, esistono tuttavia delle ragioni alquanto convincenti sul perché sia invece l'autunno il momento giusto per fare alcuni cambiamenti drastici nella nostra vita. Al giorno d'oggi molte persone soffrono di depressione e gravi sbalzi di umore durante l'autunno, accompagnate dalla pioggia che inizia a cadere più copiosa, dalle giornate che si accorciano e dai primi freddi. In realtà, dovete sfruttare l'autunno a vostro vantaggio. Ecco come.

 

Curare la pelle e combattere i segni dell'invecchiamento è una priorità per ogni donna, sin dalla comparsa delle prime rughe. Esisono tanti prodotti sul mercato che aiutano a far fronte a tali problematiche: tra questi, possiamo citare i prodotti AntiAging Club e, in particolare, Proglyme crema viso antirughe e Immun'Âge, integratore alimentare di papaya fermentata in polvere. Ecco i benefici che apportano questi prodotti al nostro organismo e qual è il loro utilizzo.

La noce del Brasile deriva dal frutto della “Bertholletia excelsa”, un grande albero presente nelle zone amazzoniche del Brasile, del Perù e della Bolivia, che regala frutti di alcuni chili ciascuno, all’interno dei quali si trovano le famose noci del Brasile. Questo nasce spontaneamente nella foresta, vive per circa 300 anni ed arriva a superare i 50 metri di altezza. Non può essere piantato altrove per la mancanza degli insetti impollinatori.

È arrivato, coi suoi caldi colori, i profumi inebrianti e le fresche atmosfere quasi surreali che si respirano passeggiando tra i boschi. L’autunno, una delle stagioni più affascinanti, per accoccolarsi sotto calde coperte e sorseggiare qualcosa di caldo, rallentare i ritmi e ascoltare la natura che ci apre a nuove sensazioni.