Ritorno dalle vacanze traumatico? E’ il momento giusto per stare all’aria aperta e combattere lo stress da rientro grazie all’ecopsicologia.

Come ci spiega Marcella Danon che ha portato in Italia questa nuova disciplina, nata in California all’inizio degli anni ’90, dedicando all’argomento il recentissimo “Stop allo stress” (Edizioni Urru), il semplice contatto con gli elementi naturali concilia uno sguardo più sereno sul mondo e su noi stessi. L'ecopsicologia prende avvio dal riconoscimento del malessere sempre diffuso nell'ambito delle nostre società iper-urbanizzate. Un malessere che spesso può essere superato semplicemente allargando i propri orizzonti e oltrepassando i presunti confini del quotidiano.

 

Donna Stress Lavoro

 

Esteriormente, questo vuol dire uscire dai percorsi consueti e offrirsi l'opportunità di ritrovare un contatto più diretto con ambienti naturali non addomesticati. Interiormente vuol dire riconoscere gli altrettanto vasti spazi interiori ancora da esplorare. Mondo esteriore e mondo interiore sono le due polarità tra cui si muove questa nuova giovane scienza, rivelando i parallelismi tra queste due dimensioni: una piantina che cresce, per esempio, ci aiuta a stabilire una similitudine immediata con noi stesse. E’ come se osservando le sue foglie e i suoi fiori anche la nostra emotività entrasse in questo ciclo vitale dove se qualcosa viene perso, altro è invece inevitabilmente pronto a nascere. Alcune ricerche hanno dimostrato che fare giardinaggio ha un ruolo molto importante.

 

Curare Piante Cura Pollice Verde

 

Curare lepiante infatti offre risultati concreti, obiettivi raggiungibili, visibili che gratificano e fanno sentire capaci. Foglie e radici inoltre, insegnano a cogliere le diversità, a valorizzare la ricchezza presente nella differenza. Piante, frutti e fiori, poi, sono un vocabolario botanico e affettivo dalle molteplici e complesse forme che ci aiuta a elaborare nuove associazioni mentali tutte da scoprire. L’incontro con gli elementi primari, come l’acqua, la terra e con i grandi spazi, il mare o le pianure riprogramma il nostro software emotivo e risveglia percezioni che magari fino a quel momento erano in blackout. Ritrovare l'attenzione, il rispetto e l'amore per la natura permette, allo stesso tempo, di ridare senso, integrità e direzione alla propria vita, nel pieno rispetto delle proprie capacità, potenzialità, ideali e aspirazioni. L'attenzione, il rispetto e l'amore per la natura vengono così coltivati parallelamente a un diverso atteggiamento nei confronti della stessa natura umana.

 

Scopri anche come ottenere il benessere interiore

 

 

Non serve ricorrere a drastici interventi chirurgici quando è possibile regalarsi ogni giorno dei trattamenti di benessere con pochi semplici gesti. Prendersi cura del proprio corpo in maniera naturale è il miglior modo per sentirsi in forma sia fisicamente che mentalmente.

 

Vediamo come:

 

Prima di tutto prendersi cura del proprio corpo equivale a volersi bene e a dare a sé stesse la giusta importanza sia in termini di tempo che di qualità. Troppo spesso le donne tendono a trascurarsi per potersi dedicare al lavoro, alla famiglia e ai figli e un giorno si guardano allo specchio e si vedono spente e poco attraenti.
Per evitare che questo accada ci sono dei gesti quotidiani da far diventare sane abitudini.


Primo l’alimentazione: che deve essere equilibrata senza diete fai da te o dell’ultimo minuto sperando di acquistare un corpo da modella. Meglio nutrire l’organismo con alimenti sani e fare il giusto esercizio fisico per mantenersi toniche ed elastiche.


L’abbigliamento: perché vestirsi bene solo se si ha un appuntamento? Ogni mattina l’incontro più importante è con sé stesse quindi no alla sciatteria e più attenzione a ciò che si indossa affinché rispecchi a pieno la propria personalità e faccia sentire a proprio agio durante tutta la giornata.

 

Mantenere sempre una pelle luminosa con trattamento esfoliante per eliminare immediatamente le cellule morte e le impurità, come il favoloso Renovo della Lexory: le sostanze presenti allentano la tensione della pelle permettendo alle cellule nuove di risalire sullo strato superficiale dell’epidermide. Senza usare le maniere forti, il viso si illumina e la pelle respira.

 


E’ bene inoltre scegliere ogni giorno fragranze che piacciono per i prodotti della propria igiene personale. Un buon bagnoschiuma associato al deodorante da utilizzare quotidianamente è un piccolo gesto di attenzione verso sé stesse che non costa nulla, ma dona grandi benefici.


Curare il nostro corpo genererà un piacevole effetto di benessere, ci farà sentire sicure e pronte per affrontare le piccole grandi sfide della giornata!

 

Potrebbe interessarti anche: Olio essenziale di magnolia per il benessere di mente e corpo

 

Da sempre si dice che le zanzare attaccano chi ha il sangue dolce, poi c'è chi invece sostiene che questi fastidiosi insetti siano attratti da determinati tipi di colore come il bianco o il giallo … ultimamente ho letto invece di uno studio in cui si dice che le zanzare sarebbero attirate da alcune sostanze come la vitamina B e il colesterolo.

Che sia per un motivo o per un altro, con l’arrivo del caldo … purtroppo arrivano nella nostra vita anche le tanto odiate zanzare, nemiche un po’ di tutti quanti e soprattutto grandissime nemiche mie che sin da piccola mi torturano ogni santo anno.

Anche il mio piccolino n’è preso di mira e, sin da quando è nato, cerco sempre i migliori metodi naturali per tenere questi insetti tanto sgradevoli lontani da lui e dalla nostra casa; prima di diventare mamma potevo tranquillamente usare i vari prodotti chimici in commercio come l’autan ma con Mattia anche questo ha dovuto subire una trasformazione, essendo questi prodotti non troppo adatti per i bambini.

La prima cosa da fare per difendersi dalle zanzare e sicuramente mettere alle finestre le pratiche zanzariere, questo ci consentirà di tenere aperte le finestre sia di giorno sia nelle caldi notti estive senza essere assaliti e ritrovarci al mattino pieni di bollicine; ci sono di vari costi, da quelle più economiche fai da te a quelle più costose, dipende un po’ dalla disponibilità dei nostri portafogli insomma.

Sui balconi o sui davanzali esterni delle eventuali finestre delle varie camere possiamo mettere piante di gerani, basilico, menta o lavanda che sono per il loro profumo sgradevoli alle zanzare mentre a noi garantiranno dei profumi meravigliosi.

Un altro modo per difendere i nostri piccolini è di mettere nelle stanze le candele o prodotti naturali per tenere lontani gli insetti, molto validi sono la candela alla citronella o i bastoncini profumati della linea zanzhelan.

 

come-difendere-bambino-dalle-zanzare

 

Importante dire comunque che quando i bambini sono molto piccoli è meglio evitare qualsiasi prodotto sia nella sua stanzetta sia messo sulla sua pelle.

Se si vuole usare un prodotto sulla pelle nei bambini piccoli, li è sempre meglio affidarsi ai consigli del proprio pediatra.

Un altro stratagemma per evitare che i nostri angioletti siano morsi è di fargli indossare nelle ore pomeriggio-serali dei vestiti ovviamente molto leggeri che gli coprano la maggior parte del corpo, maglie e pantaloni lunghi, ricordiamoci anche che i morsi più fastidiosi sono quelli sui piedi … quindi mettiamogli sempre delle calzine.

Se poi alla fine qualche zanzara supera tutte le barriere naturali che adoperiamo e raggiunge la pelle del nostro bimbo … possiamo usare del ghiaccio per alleviare gonfiore e prurito.

 

 Ti interesserà pure: Oli per la cura della pelle del bambino 

 

BASTA DERIVATI CHIMICI DANNOSI NEI PRODOTTI DI BELLEZZA! ECCO COME EVITARLI SENZA RINUNCIARE A NULLA


I prodotti cosmetici e di cura della persona sono sempre più frequentemente caratterizzati da liste di ingredienti lunghissime e incomprensibili.

Ma cosa ci fa male? E come possiamo evitarli senza rinunciare ai prodotti per noi necessari?

Ecco alcuni piccoli e semplici accorgimenti, che puoi mettere in pratica da subito, senza cambiare le tue abitudini e senza spendere un capitale!


PER IL CORPO: idratare la pelle almeno una volta al giorno, soprattutto dopo la doccia, è fondamentale. Ma la maggior parte delle creme in commercio contiene moltissime sostanze chimiche, che la nostra pelle assorbe e che di conseguenza il nostro organismo deve far in modo di espellere. Ma come fare per non trasformare un gesto quotidiano in un avvelenamento spontaneo? Semplice: l’olio. La sostanza più semplice e idratante del mondo. Non si tratta di metterti addosso l’olio d’oliva (a meno che tu non voglia diventare un calamaretto fritto), ma di scegliere olii specifici per il corpo, come ad esempio quello di mandorla. Sceglilo spremuto a freddo, senza profumi. Non contiene alcuna sostanza chimica, idrata tantissimo (più delle creme!) e si assorbe subito, senza macchiare. Lo trovi nelle comuni erboristerie a pochi euro (anche sotto i 10 euro).

 

PER LE ASCELLE: le ascelle sono un importantissimo centro ghiandolare, quindi inondarle ogni giorno con deodoranti chimici può causare problemi sia a livello di pelle che di ghiandole. Tanti deodoranti strillano sulle etichette formulazioni delicate con ph simili all’epidermide, ma poi se si va a leggere la lista degli ingredienti ti si incrociano gli occhi. La soluzione? L’allume di potassio in stick. È naturale al 100%, riduce il sudore, combatte il sudore acido e costa pochissimo. Inoltre, uno stick dura anche un anno, perché è una pietra che si bagna e si strofina sulla pelle, consumandosi molto lentamente.

 

 

PER LA DOCCIA O IL BAGNO: il bagnoschiuma contiene una miriade di sostanze chimiche, che non fanno male solo a te, ma anche all’ambiente, dato che poi tutto finisce nello scarico. Poveri pesci costretti a mangiarsi la nostra schiuma! Un rimedio vecchio come il mondo e semplicissimo: la cara saponetta. È più naturale e come potere pulente non ha nulla da invidiare ai vari bath & shower gel. Poi, diciamocela tutta: a meno che durante la giornata non tu non sia caduta in una pozzanghera di 2 metri, non avrai bisogno di eliminare chissà quale sporco insistente dalla pelle…

 

PER IL TRUCCO: prenditi qualche minuto per controllare la lista degli ingredienti prima dell’acquisto, ne vale la pena. Meglio evitare alcune categorie di additivi chimici come i parabeni (esempio: propylparaben e isobutylparaben): sono dei conservanti che possono creare problemi a livello endocrino. Tra i conservanti dannosi anche Imidozilidynil, Glycinate, Benzylhemiformal e DMDM Hydantoin. Evita anche allergeni e profumanti sintetici (esempio: limonene, geraniol e tutte le sostanze con la dicitura Parfum) e prodotti che contengono filtri UV non giustificati (come l’ethylhexyl methoxycinnamate e il benzophenone, che sono sostanze a rischio). Banditi anche i coloranti, irritanti e potenzialmente tossici e cancerogeni (si riconoscono facilmente perché sono indicati con la sigla CI). Occhi aperti anche sui derivati del petrolio, largamente usati in cosmesi nonostante i rischi appurati (esempio: Vaseline, Paraffinum liquidum, Mineral oil, Petrolatum, PEG e PPG Polyethylene glycol e Propylene glygol).

 

IN GENERALE, ECCO 4 PICCOLI ACCORGIMENTI DA SEGUIRE QUANDO ACQUISTI QUALCOSA

 

1. Seleziona prodotti con lista degli ingredienti corta e senza termini troppo complicati.
2. Preferisci soluzioni naturali, ne guadagnerà il tuo corpo (che non dovrà far la fatica di ripulirsi da tanta spazzatura) e l’ambiente.
3. Controlla la data di scadenza, non deve essere troppo vicina perché potrebbe significare che il prodotto è a scaffale già da un po’.
4. In caso di dubbio, stampati questo articolo e tienilo in borsa, ti servirà come vademecum quando ti troverai in negozio!


La vita di tutti i giorni ti costringe a truccarti sempre di corsa? Ti piacerebbe avere il tempo per curarti di più del tuo aspetto? Se vuoi ritagliarti ogni giorno il tempo che desideri per occuparti della tua salute e del tuo benessere, prova questo metodo.
Clicca qui per saperne di più
 

Ha un nome difficile e misterioso, una pianta scoperta dal farmacista tedesco Dottor Willmar Schwabe, durante un viaggio nell’allora Congo belga, nel lontano 1956: il Cardiospermum halicacabum è una pianta rampicante erbacea, a crescita rapida, presente quasi esclusiavmente nelle regioni tropicali di India, Africa e Sudamerica; questa pianta si presenta con foglie verdi e dentate, e fiori piccoli e bianchi.

Il nome Cardiospermum si riferisce all’aspetto dei semi della pianta, grandi come un grano di pepe, di colore bruno, con un cuore bianco stilizzato. Il termine halicacabum, invece, deriva dal greco e significa “recipiente di sale”, con riferimento al gonfiore sui frutti della pianta.

 


Nella medicina popolare indiana e africana, si utilizzano le radici di questa pianta, i semi o l’intera pianta stessa. Il Cardiospermum è usato localmente per curare dermatiti ed emorroidi.
Nella medicina moderna, invece, viene preparata la Tintura Madre con le parti aeree della pianta, e la Tintura Madre viene usata come base per le successive diluizioni omeopatiche e per la preparazione di forme farmaceutiche ad uso topico, che contengono il 10% di questa tintura.
Per uso esterno invece è disponibile una crema non grassa, ma idratate, ideale per dermatosi infiammatorie acute e per pelli delicate; in pomata, invece, facilmente spalmabile, è indicata per pelle secca o assottigliata, o in caso di terapie a lungo termine.
Il Cardiospermum è efficace su tutte le forme infiammatorie e allergiche della cute, anche accompagnate da prurito: Neurodermatiti (Dermatite atopica), Dermatiti da contatto e seborroiche, prurito di diversa origine; uno studio osservazionale multicentrico svolto in oltre 140 sedi in Germania, Austria, Belgio, Spagna e Olanda, ha analizzato singolarmente tutti questi sintomi, acuti o cronici, e si è occupato di studiare l’effetto della formulazione topica della pianta per quattro settimane su circa 833 soggetti, che presentavano una evidente guarigione o un grado di miglioramento di oltre l’80%.
Chiaro è che gli studi in merito agli effetti benefici di questa pianta si stanno ancora perfezionando, si stanno scoprendo nuove componenti e nuovi reagenti, e migliorando le osservazioni sulle conseguenze positive di questo rimedio naturale.
Siamo fiduciosi dunque nel potere terapeutico del Cardiospermum halicacabum, e nelle sue proprietà antiflogistiche in caso di dermatiti.

 

Potrebbe interessarti anche: Donne e bellezza