Oggi vi parlo di diversi prodotti Bio's che vi aiuteranno ad avere un'abbronzatura perfetta questa estate e capelli puliti e privi di sebo in eccesso. Shampoo, balsamo e maschera per capelli grassi e solare e doposole per evitare scottature e disidratazione.

Se avessimo un dizionario della bellezza, un sinonimo di autunno sarebbe proprio “caduta dei capelli”, vediamo qualche accorgimento e consiglio utile per i nostri capelli.

Infatti, come ogni anno, l’inizio ufficiale della stagione autunnale (come quella primaverile) è segnato da questo piccolo inconveniente.

Capelli secchi, opachi, senza volume e spessore che cadono. 

Fortunatamente, basta veramente poco per contrastare la caduta dei capelli quindi non disperate se nella vostra spazzola troverete più di metà della vostra chioma.

Ora abbiamo tutte le armi per far fronte a questi “scherzi” della natura e per tenerci stretti i nostri capelli.

Prima di cominciare, a tutte voi sarà sorta una domanda: perché i capelli cadono, soprattutto nel cambio di stagione?

La questione è da sempre oggetto di studio da parte dei più grandi esperti. Ci sono varie ipotesi a proposito. Anche noi come alcune specie animali, infatti, ci stiamo preparando alla stagione invernale cambiando così la nostra muta esteriore. Però è anche vero che l’autunno si distingue per il fattore stress ed il cambio di abitudini che influenzano notevolmente. In realtà la caduta dei capelli è un ciclo fisiologico e come tale, inevitabile.

 

 

I RIMEDI:

 

  • SHAMPOO E MASCHERE SPECIFICI

Ci danno una mano mentre detergiamo il cuoio capelluto.

Cercate prodotti che contengano l’Arginina, un amminoacido presente all’interno di molte piante che controlla moltissimi processi tra i quali la crescita dei capelli; il Ginko Biloba, i cui estratti dalle sue foglie contengono molti polifenoli e flavonoidi che contrastano i radicali liberi; l’ Aminexil che inibisce l'enzima responsabile della caduta.

 

  • FIALETTE: 

Agiscono in profondità preservando il naturale ciclo dei capelli e regolandone la secrezione sebacea. Mentre massaggiamo il loro contenuto con movimenti rotatori a pressione, miglioriamo anche la microcircolazione del cuoio capelluto.

 

  • INTEGRATORI: 

Agiscono dall’interno, rifornendo il nostro organismo degli elementi necessari per contrastare la caduta dei capelli. Purtroppo i nostri capelli risentono di una dieta sbilanciata e della carenza di certi alimenti, per questo è bene fare attenzione anche a come ci nutriamo. 

Fate rifornimento soprattutto di vitamina B che si trova nei legumi, frutta secca, riso e patate.

 

  • PRODOTTI PER LO STYLING: 

Sono loro che mettono la ciliegina sulla torta. Lacche e lucidanti nutrono e proteggono esteriormente il capello.

 

  • AIUTO DEL PARRUCCHIERE: 

Anche se a volte abbiamo un rapporto di amore-odio con lui, rimane sempre il nostro amico fidato ed il “salvatore” in queste situazioni di SOS.

 

Oltre ai rimedi, va fatta moltissima attenzione a:

 

  • PETTINE: evitate movimenti bruschi che indeboliscono e spezzano i capelli. Evitate anche di pettinarvi mentre avete i capelli bagnati.

 

  • ASCIUGAMANO: tamponate, non strofinate!

 

  • PHON/PIASTRA: con il loro calore indebolite i capelli, quindi non usate questi strumenti a temperature troppo elevate!

 

  • ELASTICI PER CAPELLI: anche se sono l’emblema dell’utilità, si rivelano dannosi. Per questo le ciocche non vanno strette troppo. 

 

Durante la stagione fredda, gli agenti atmosferici possono rendere fragili, secchi ed opachi i nostri capelli.
Per evitare che ciò accada basta prendersene cura, anche con dei semplici rimedi naturali e fai da te.
Ogni donna dovrebbe sempre trovare un po’ di tempo da dedicare a se stessa, perché coccolarsi un po’ fa sempre bene sia al corpo che allo spirito :)
E parlando di capelli, tutte noi sappiamo che, una bella chioma sana e lucente rappresenta un biglietto da visita vincente per ognuna di noi!
Quindi, perché non dedicare anche solo mezz’ora di tempo alla settimana, per la cura dei nostri capelli?
Vediamo, a seconda delle varie tipologie di capelli, quali sono i rimedi naturali migliori per curare i nostri capelli, e per renderli lucenti anche durante l’inverno.
Questi consigli sono comunque validi anche per le altre stagioni, o per quando ce n’è bisogno.

 

  • Capelli secchi ed opachi

Il rimedio più antico ed efficace, per la cura dei capelli secchi, è quello dell’olio di oliva o di mandorle dolci, da applicare sia dopo lo shampoo, che come impacco pre-shampoo.
Per chi ha un po’ più di tempo, e vuole dedicarsi mezz’ora per fare un impacco una volta a settimana, basterà inumidire un po’ i capelli, ed applicare l’olio (di oliva, o di mandorle) su tutte le lunghezze, lasciandolo agire per almeno 30 minuti; dopo si procederà con lo shampoo.
Per chi invece non ha molto tempo, basterà applicare l’olio sulle lunghezze dei capelli, subito dopo lo shampoo, e lasciarlo agire per 5-10 minuti.
Dopo sarà necessario risciacquare accuratamente i capelli, per evitare che si appesantiscano.

  • Capelli grassi

Un valido aiuto per combattere i capelli grassi, noto sin dall’antichità, arriva dall’utilizzo di limone ed aceto (di mele o di vino):

il loro abbinamento, infatti, consente di rimuovere il sebo in eccesso, ed aiuta a mantenere i capelli brillanti e puliti.

Basterà applicarne un po’ sui capelli bagnati, subito dopo lo shampoo, massaggiando per bene la cute; lasciare agire per 5-10 minuti e risciacquare accuratamente.
Una volta asciugati, i capelli saranno lucidissimi.

  • Capelli sfibrati

Tra i rimedi più antichi e validi, per combattere i capelli sfibrati e stressati, troviamo l’impacco con miele ed olio di oliva.
Basterà mescolare insieme 2-3 cucchiaini di miele ed olio (anche a seconda della lunghezza dei capelli), per creare una pappetta omogenea da distribuire sulle lunghezze dei capelli (precedentemente inumiditi), insistendo particolarmente sulle punte.
Per favorire la penetrazione dell’impacco, è consigliabile coprire i capelli con una cuffietta, o con della pellicola per alimenti.
Lasciare in posa almeno 30 minuti, e dopo procedere con lo shampoo.
Questo impacco, se fatto periodicamente, è utile per prevenire la comparsa delle doppie punte!

  • Capelli deboli e tendenti alla caduta

Per rinforzare e ridare vigore ai capelli deboli, basterà un impacco a base di miele ed olio di ricino.
Mescolare insieme un cucchiaino di miele e due di olio di ricino:
massaggiare bene sia sulle radici che sulle lunghezze, sui capelli precedentemente inumiditi, e lasciare in posa dai 30 ai 60 minuti; procedere poi con lo shampoo.
Un altro rimedio ottimo contro i capelli deboli e tendenti a cadere, e che non richiede tempi di posa, è la salvia.
Basterà preparare un decotto con mezzo bicchiere di foglie di salvia, fatte a pezzettini, e due bicchieri d’acqua.
Una volta bollito, filtrare il decotto, ed applicarlo tiepido sui capelli bagnati.
Non sarà necessario risciacquare, in quanto la salvia è molto profumata, e darà un effetto tonificante e rinvigorente.

 

Clicca qui per leggere delle proprietà dell'olio di lino

 

 

Quanto tempo dedichiamo alla cura dei nostri capelli? Quanti soldi spendiamo in creme nutrienti, balsami miracolosi e lozioni magiche sperando che risolvano tutti i problemi della nostra chioma fragile e spenta?

Tantissime donne risponderebbero che non si spende mai abbastanza per la propria bellezza, ciò è vero, la vanità è femmina,lo sappiamo...

Esiste un prodotto per la cura dei capelli che potremmo definire portentoso, sapete qual'è? L’olio di semi di lino!

E’ una sostanza oleosa, molto nutriente ed idratante, si applica su tutta la chioma prestando particolare attenzione a distribuirlo in quantità abbondante su tutta la lunghezza dei nostri capelli. I risultati migliori si ottengono lasciandolo in posa il maggior tempo possibile, successivamente si procede con il lavaggio classico al quale siamo abituate.

Naturalmente non dimenticheremo di applicare comunque il nostro balsamo preferito dopo lo shampoo,e di volta in volta noteremo che i nostri capelli cambieranno totalmente, torneranno ad essere morbidi, setosi, nutriti profondamente.

 

 

L’olio di semi di lino è davvero un prodotto unico nel suo genere, ha moltissime proprietà benefiche per la nostra salute. E’ un olio vegetale che viene ricavato dalla spremitura a freddo dei semi della pianta ed è caratterizzato da un sapore di noce, leggermente amarognolo.

E’ ricco di vitamina E, di lecitina, ed è considerato un ottimo antiossidante naturale. A questo punto non ci resta che provarlo direttamente sui nostri capelli per avere una chioma da fata!

 

Leggi altri segreti per avere sempre capelli in forma

 

Tre consigli moderatamente utili e golosi per donne tendenzialmente interessate al proprio aspetto, assolutamente distratte e sufficientemente naturaliste. 

(E anche un po' pigre e risparmiatrici: perché mai uscire e comprare quando puoi fare tutto in casa?)

 

Internet è pieno di consigli ricette e rimedi per la nostra bellezza, così come sono sempre pronti ad elargirne nonne mamme estetiste e colf informate sui fatti.

Ecco i miei tre preferiti, adatti a chi, come me, all'ultimo momento, proprio prima di fare lo scrub sotto la doccia o una maschera per i capelli, si accorge di non avere… lo scrub e la maschera per capelli!

 

Consiglio numero uno.

Per capelli morbidi e lucenti:

prendete un vasetto di yogurt bianco da 150 g (possibilmente non troppo liquido, meglio quello greco, visto che poi ve lo dovrete spalmare sui capelli umidi), aggiungete due cucchiai di cacao in polvere (credo sia indifferente se zuccherato o amaro, io avevo addirittura quello magro), mischiate bene e aggiungete anche un cucchiaino di miele.

Il consiglio sarebbe anche di completare il tutto con qualche goccia di semi di lino: io non li avevo e ne ho fatto a meno.

Dopo aver reso la pappetta omogenea guardate la quantità e regolatevi con la massa dei vostri capelli: se come me ne avete almeno un metro dovrete utilizzarla tutta, altrimenti sarà sufficiente spalmarne la metà*.

Dopodiché, a operazione conclusa, coprire tutto (cioè la testa impiastrata) con pellicola trasparente.

Ora, io la prima volta sono diventata matta: capelli che grondavano da tutte le parti, quasi sei metri di pellicola avvolta intorno alla testa, impossibilità a muovermi senza che tutto l'ambaradan crollasse.

Questa volta, invece, ho fermato prima la massa di capelli con un mollettone e poi ho infilato (aprendolo da un lato per evitare un principio di soffocamento) la testa in un sacchetto trasparente di quelli per conservare gli alimenti in freezer.

Tenete tutto in testa minimo per mezz'ora: il risultato è sorprendente al tatto, luminoso alla vista e inebriante per l'olfatto. Profumerete come un cioccolatino appena scartato per almeno un'oretta.

 

*(L'altra metà, ovviamente, potrete mangiarla, e se avete i capelli come i miei e volete farci merenda, ricordatevi di farne una dose doppia!)

 

 

Consiglio numero due.

Per pelle morbida e vellutata:

ho finito lo scrub, proprio oggi che sotto la doccia volevo liberarmi delle cellule morte;

oppure

ho finito lo scrub, e per questo mese anche i soldi, proprio oggi che domani ho la ceretta e poi l'estetista chi la sente?

oppure

ho finito lo scrub, ma neanche questo mi è piaciuto troppo, vorrei qualcosa di più…

Naturale?

Ecco, appunto: prendete una tazza, metteteci dentro del sale grosso (che poi ne esiste anche un tipo che è a metà tra il sale grosso e il sale fino e sarebbe meglio ancora) e mischiatelo con un cucchiaio di miele (o più, fate a occhio: poi dovrete sfregarlo sulla pelle, quindi valutatene bene la 'morbidezza'!). 

Incredibile, non appiccica. Provare per credere!

 

Consiglio numero tre.

Per unghie resistenti (consiglio di Alina):

Alina - Unghie tue o ricostruzione?

Pitta - No, mie, ma uso un prodotto che non è tanto buono. Cioè, è molto buono, ma dentro c'è la formaldeide, che non è molto buona, sarebbe meglio non usarla, ma a me dopo qualche tempo le unghie si sfaldano, si spezzano, si…(bla bla bla)

Alina: - Noi, in Ucraina, mettiamo mani dentro acqua con sale.

Pitta: - Ah, io provare (Che poi finisco sempre per parlare come lei, senza verbi né articoli!)

 

 

Non ancora provato, ma guardando in rete sembra proprio sia un efficacissimo 'rimedio della nonna'; di sicuro, però, da evitare se avete piccole ferite sulle mani o l'abitudine di strappare le pellicine con i denti: il sale notoriamente disinfetta, e quindi, notoriamente, brucia!