Suyien Assandri

Suyien Assandri

Palare di se stessi non è facile, a chi lo chiede solitamente rispondo "Sono semplicemente io" ma questa formula magica ovviamente ad un estraneo non dice proprio nulla quindi direi che:

  • ho 36 anni, chiacchierona, sensibile, testarda, estremamente sincera...
  • sono mamma  del mio bellissimo Mattia nato nel 2010 che adoro, non so se sono una buona mamma io però lo spero e faccio di tutto per crescere il mio bimbo circondato di amore e armonia.
  • felicissima compagna del mio amore da 8 anni.
  • animalista stra-convinta...

Amo scrivere, un paio di anni fa sono riuscita a realizzare il mio sogno di vedere pubblicati due miei racconti brevi.

Concluderei dicendo che sono sempre pronta a nuove sfide per scoprire nuovi mondi e far crescere la mia persona sempre di più.

27 Giu

Vacanze... in città

Pubblicato in Bambino

Non sempre è possibile fare le vacanze e portare i nostri bimbi al mare o in montagna, chi per motivi economici o chi per impegni lavorativi spesso ci deve rinunciare; ma anche passare le vacanze in città non è poi così brutto, ci sono mille cose che si possono fare per divertirsi magari scoprendo dei lati del posto dove viviamo che prima non sapevamo esistessero.

Ecco quindi cinque idee che, con l’ausilio d’internet, potrete sviluppare e fare durante questa, spero bella, estate 2013.

 

 1 - In quasi tutte le città troviamo bellissimi parchi, dove con la mamma e con il papà il bimbo può stare in contatto con la natura, scoprire fiorellini, alberi e nuovi animali da osservare ma… da non toccare. Si possono organizzare quindi lunghe giornate all’insegna di verdi praticelli e magari fare un bel pic nic che i bambini tanto adorano mangiando panini e freschi gelati. Una palla e qualche gioco renderanno il tutto più divertente e se poi si ha una bella bici… il bimbo sarà ancora più contento di scorazzare libero.

 

2 - Un'altra idea per i giorni caldissimi è la piscina. Un modo per giocare nell’acqua anche se non si è al mare.

Ci sono piscine per tutti i gusti: adatte ai piccolini con piscinette che contengono pochissima acqua per farli divertire senza che si spaventino e per i più grandi con giochi e scivoli.

Insomma c’è per tutti il giusto posto per potersi divertire scatenandosi.

 

3 - I musei. Lo so, non a tutti piacciono, ma in realtà per i bimbi sono posti pieni di cose nuove da scoprire e quindi non correremo sicuramente il rischio di sentire frasi di bimbi annoiati o vedere sbadiglioni.

Ci sono musei bellissimi con quadri meravigliosi che fanno viaggiare la fantasia e, ricordiamoci inoltre, che oggi i musei si rivolgono sempre di più ai giovani e ai bambini proponendo bellissime mostre interattive e laboratori didattici e culturali sottoforma di gioco.

Questo per far avvicinare sempre di più i bimbi al mondo dell’arte e della cultura.

 

 

4 - Gita al castello. Una bella domenica al castello dove giocare a fare il cavaliere o il re della situazione camminando e osservando torri e fossati.

Spesso proprio in questi antichi castelli divenuti ovviamente dei musei, sono organizzate giornate dedicate proprio ai bambini per raccontare loro come se fosse una fiaba, la storia di chi viveva in quei posti.

 

5 - I gonfiabili. Spesso d’estate vengono, in quasi tutte le città, allestite delle aree verdi dove bambini, giovani, adulti e anziani possono trovare delle attività adatte alle loro esigenze.

In queste aree verdi per i bambini sono spesso allestiti i giochi gonfiabili che sono un vero e proprio paradiso del gioco per i più piccoli.

Possono giocare per ore arrampicandosi su enormi scivoli a forma di castello e possono poi lasciarsi scivolare in tutta tranquillità perché poi cadono sul morbido di grandissimi materassoni.

 

Non mi resta che augurarvi buon divertimento e buone vacanze, ovunque siate o andiate.

 

Potrebbe interessarti anche: Sole si, ma con le dovute accortezze

 

I bambini lo adorano e anche noi adulti non siamo da meno: il gelato è sicuramente uno degli alimenti più mangiati nel periodo estivo, almeno uno al giorno si consuma; un po’ perché rinfresca dal caldo, un po’ perché c’è poco da dire è buono.

C’è chi lo sceglie alla frutta o chi, come me, adora le creme, l’importante alla fine come in tutto è che sia fatto con alimenti sani, e allora perché allora non proviamo a farceli da noi?

In fondo per fare un buon gelato non serve per forza la gelatiera, ma solo ingredienti di prima qualità per ottenere una super merenda golosissima per i nostri piccolini e … anche per noi genitori golosoni.

Quello che dobbiamo procurarci sono contenitori di plastica e una paletta di plastica, poi ovviamente gli ingredienti e … tanta tanta fantasia.

Io per Mattia faccio il fiordilatte che non contenendo uova è adatto ai bambini anche piccoli, perché non crea allergie.

Per fare del buonissimo gelato fiordilatte serve della panna da montare fresca (250 ml), 250 ml di latte e 100 grammi di zucchero. Alcuni mettono anche una stecca di vaniglia, io non la metto, diciamo che dipende dai gusti.

 

ricetta-gelato-artigianale

 

Per prima cosa dobbiamo mettere la panna e il latte in un pentolino e farlo scaldare, quando il latte è caldo, incorporiamo lo zucchero e facciamolo sciogliere bene. 

Si lascia poi raffreddare a temperatura ambiente e … finalmente a questo punto inizieremo a preparare il gelato.

Versiamo il latte nel contenitore di plastica e mettiamolo nel congelatore.

Dopo circa due ore, con la paletta di plastica dobbiamo mescolare il latte che piano piano starà congelandosi, dovremo poi ripetere la stessa operazione di mescolatura ogni trenta minuti fino a quando non avremo ottenuto del buon gelato cremoso da dare ai vostri bimbi.

Con lo stesso procedimento potremo poi preparare altri mille gusti … usando yogurt e frutta, cioccolato e nutella o anche i biscottini per fare un gusto biscotto buonissimo.

 

Ti interesserà pure: Tutte le meraviglie e le caratteristiche del gelato

 

 

Tutte noi mamme lo sappiamo: con l’arrivo del caldo far mangiare i bambini diventa spesso una vera e propria lotta!

Dobbiamo però tener e sempre presente che forzare i bimbi a mangiare è sbagliato, l’ora della pappa diviene poi una sorta di punizione, con il rischio di avere in seguito problemi legati all’alimentazione.

Quindi, cosa fare quando il bambino non vuole fare la pappa?

Anche a noi adulti passa l’appetito con l’aumento delle temperature, proviamo quindi a metterci un po’ anche nei loro panni e cerchiamo di trovare una soluzione che renda tranquille noi e sereni lori.

Il segreto secondo me sta nel dare da mangiare ai nostri bimbi alimenti freschi e buoni, che in un certo modo gli facciano venire l’acquolina in bocca a prima vista.

Se a colazione non vogliono il latte, possiamo proporgli altri cibi tipo lo yogurt a cui possiamo aggiungere dei cereali, della frutta a pezzetti, un frullato, un budino, dei succhi di frutta freschi o una fetta di crostata con la frutta.

A metà mattina possiamo proporgli della frutta fresca, magari sotto forma di macedonia, scegliendo tra quella che il bimbo gradisce, se non la vuole mangiare, possiamo sempre frullarla e renderla più buona aggiungendo un cucchiaino di zucchero o di miele oppure, possiamo proporgli delle porzioni piccole di focaccia fresca se il nostro piccolino ama di più il salato.

Anche una fetta di pane con un velo di burro e marmellata non sarà di certo lasciata in disparte dalla maggior parte dei bimbi.

 

Cosa-fare-se-bambino-non-vuole-la-pappa 

 

Per i due pasti principali dobbiamo puntare sugli alimenti che lui predilige e non preoccupiamoci subito se non mangia carne d’estate, è sempre meno appetitosa.

I primi, come pasta e riso, devono essere conditi in maniera leggera, associandoli a verdure: un esempio buonissimo sono le farfalle con prosciutto e piselli, oppure l’insalata di riso (i vasetti in vendita per fare le insalate di riso non sono molto gradite ai bambini, meglio preparare noi gli ingredienti freschi).

Per secondo possiamo scegliere tra verdura associata a pesce o formaggi freschi.

E infine la merenda … sicuramente il momento che i bambini prediligono di più visto che solitamente non gli si nega mai del buon gelato (qui la ricetta dei Cake Pops per i più grandicelli).

Che sia preparato da noi con alimenti freschi, artigianale o confezionato, un buon gelato è sicuramente la migliore merenda che d’estate possiamo dare ai nostri figli, fornendogli non solo il giusto quantitativo di calorie ma anche un momento di pura golosità.

Quando i bimbi sono piccoli meglio scegliere i gusti più semplici come il fiordilatte per evitare problematiche allergiche.

 

Ti interesserà pure: Ricettine veloci per lo spuntino dei bambini

 

Con l’arrivo dell’estate passeremo con i nostri bimbi più tempo all’aria aperta a giocare, ecco quindi uno dei giochi più divertenti da fare in giardino o in spiaggia: le bolle di sapone.

 Chi da piccolino non ha giocato con le bolle di sapone?

Io le ho sempre adorate e, ancora oggi mi divertono tantissimo quando insieme al mio piccolino ci gioco.

L’unico problema che ho sempre riscontrato è che quelle confezioni piccoline che si trovano un po’ ovunque per fare le bolle, sicuramente economiche visto che il prezzo gira più o meno intorno ai due euro, finiscono praticamente nell’arco di un giorno, peggio ancora però, sono i giochi tipo gli spara bolle che, sicuramente sono molto divertenti, ma, nel giro di pochissimi minuti di gioco hanno finito la ricarica di sapone e …. Sapone finito uguale a gioco finito.

E qui, alzi la mano chi ha provato a fare la ricarica usando il sapone per i piatti e … ha vissuto poi la delusione del niente bolle!

Ecco allora che per risolvere il problema mi sono messa alla ricerca per capire l’ingrediente segreto per fare la miscela giusta per fare tante bolle di sapone che piacciono tanto a grandi e piccini.

Prima di tutto ci occorre il sapone giusto, spesso è consigliato  quello di marsiglia, in realtà quello ideale è il classico sapone per i piatti, i migliori da usare sono lo scala piatti verde da 1250 ml o il nelson piatti classico, entrambi questi prodotti hanno la giusta densità.

Il secondo ingrediente che ovviamente non può mancare è l’acqua … va benissimo quella del rubinetto, mentre l’ingrediente segreto che io assolutamente non conoscevo, è la glicerina che ha la funzione di stabilizzante e  si può comprare in farmacia.

Le giuste dosi sono tre parti di acqua, due di sapone, una di glicerina purissima.

Sempre meglio preparare questa miscela il giorno prima, facendola riposare, in modo che tutti gli elementi possono mischiarsi bene tra di loro.

 

ingrediente-bolle-di-sapone

 

Infine via libera a piccoli o grandi tubi, cannucce, imbuti e tutti gli attrezzi che possiamo trovare in casa per fare tante, tantissime bollicine, bolle e bollone di sapone.

Un modo semplice e veramente economico per divertirci, ridere e giocare tutti insieme.

 

Ti interesserà pure: Di quanti giochi ha bisogno il nostro bambino?