Se Roma, Firenze, Napoli o Vienna sono città visitate da milioni di turisti ogni anno per la storia e l'arte che innegabilmente le caratterizza e le ha rese celebri in tutto il mondo, di certo lo stesso non si può dire di Berlino. La capitale della Germania non può essere di certo definita una città d'arte, sebbene la Storia qui abbia lasciato delle scie indelebili. Basta vedere quel che resta del famoso muro, abbattuto nel 1989: simbolo di divisioni, di dittatura ed, infine, di riconciliazione. Vediamo, dunque, perché è il caso di visitare questa davvero splendida città in cui, il contrasto tra passato e modernità, le conferisce un fascino a dir poco unico. 

 

1. Porta di Brandeburgo di Berlino

 

Nel corso della Guerra Fredda il Muro divideva la città e la Porta di Brandeburgo si trovava nella Terra di Nessuno. Considerata il simbolo di Berlino, questa Porta è alta ben 26 metri, larga 56 ed è l'unica rimasta in piedi fra le 18 che consentivano l'accesso alla città. La Porta di Brandeburgo rappresenta quello che è stato lo scenario preferito di Hitler per le manifestazioni che celebravano il Reich. 

 

2. Alexanderplatz di Berlino 

Questa piazza citata anche in una splendida canzone cantata da Milva, trae spunto dallo zar Alessandro I che visitò Berlino nel 1805. Erich Honecker, ex Ddr, all'inizio degli anni '70 decise di trasformare la piazza nel simbolo del socialismo, distruggendo la sua struttura originaria salvo farla diventare un capolavoro del kitsch comunista: in essa spicca la Torre Televisiva. 

 

3. Il Mitte di Berlino 

Mitte sta per centro, connotazione che tale parte della città prese dopo l'innalzamento del Muro che divise la parte est della città da quella ovest. Dopo che il muro fu abbattuto, il centro è rifiorito per pullulare di locali, negozi e alberghi. Diverse le sfumature che il Mitte prese: il Mitte degli artisti, dei ricordi malinconici e tristi, dei musei per vivere con specificità e, a tratti malinconia, questa parte della città. 

 

4. Museo di Pergamo a Berlino

Il Pergamonmuseum è uno dei musei archeologici più famosi della Germania, sul fiume Sprea. Il nome prende spunto dalla misteriosa città di Pergamo in Anatolia (Turchia) da cui provengono gran parte delle opere esposte. 

 

5. Friedrichstrasse di Berlino 

 

Parliamo della strada più esclusiva della città, dove un tempo vi erano i negozi più chic della città. Dopo l'innalzalmento del muro, la strada fu divisa in due e la stazione della S – Bahn prese il nome di Tranenplast,  Casa delle Lacrime: questo perché i tedeschi dovevano compiere dei burrascosi iter burocratici per accedere dalla parte ovest a quella orientale della città. Il Checkpoint Charlie era il limite che separava le due zone della città è attualmente uno dei luoghi più visitati della città, ricco di palazzi e centri commerciali.

 

Ecco le immagini dei posti che vi abbiamo elencato:

 

 

Care amiche oggi vogliamo consigliarvi un viaggio nella lontana Stoccolma. Della capitale svedese non si sente molto parlare qui in Italia, eppure si tratta di una città affascinante, dalla forte indole marittima ed estremamente ricca di musei e palazzi antichi e in cui la presenza di ospiti internazionali è molto accentuata.

 
Scopriamo dunque insieme 10 cose da fare e vedere a Stoccolma.
 
1. Gamla Stan
 
Si tratta di uno dei centri storici più antichi d'Europa, dove nel 1252 venne fondata la città.Ricca di negozi, monumenti ed edifici, la principale attrazione del posto è rappresentata dal Palazzo Reale, uno dei più grossi edifici al mondo. Gamla Stan ospita anche importanti musei come Livrustkammaren e l'Armeria Reale.
 
2. Museo Vasa
 
Qui si trova l'unica nave del 1600 ancora esistente sulla Terra. Parliamo dell'ammiraglio Vasa, costituita per il 95% da pezzi autentici e abbellita, nei suoi 69 metri di lunghezza, da centinaia di statue.
 
3. Municipio
Si tratta di uno degli esempi più significativi di architettura in stile romanico della Svezia. Esso è dominato dalla 3 corone poste sulla sua guglia alta ben 106 metri. Al suo interno spiccano Gyllene Salen, il Salone Dorato, decorato con mosaici da 18 milioni di tessere d'oro, e l'affresco di Prins Eugen, che ritrae il lago che è possibile ammirare dalla galleria.
 
4. Moderna Museet
 
Si tratta del museo di arte moderna della città che ci offrirà alcune delle più importanti collezioni artistiche del novecento con opere di artisti del calibro di Dalì, Picasso, Matisse e Derkert. Presente anche un ristorante da cui si possono ammirare le strade di Strandvägen, uno dei quartieri più belli della città.
 
5. Skansen
 
Il posto ideale per una bella gita fuori porta con amici e famiglia. Qui c'è il museo all'aperto più piccolo del mondo e lo zoo di Stoccolma, che piacerà a grandi e piccini.
 
6. Il castello di Drottningholm
 
Dal 1981 è la dimora permanente della famiglia reale. Si tratta del primo monumento svedese che è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1991, grazie alla bellezza non solo del castello ma anche del settecentesco teatro.
 
7. Cosa e dove comprare
 
A Stoccolma si può fare shopping per tutte le tasche. Östermalm è la strada delle griffe mondiali più esclusive, mentre nella zona di Drottninggatan e nei quartieri di Sergels Torg e Kungsträdgården lo shopping diviene decisamente alla portata di tutti.
 
8. Cosa e dove mangiare
 
Innumerevoli sono i ristoranti di gran qualità che vi offriranno succulenti piatti a base di pesce o di selvaggina e verdure. Il consiglio è quello di assaggiare le mitiche polpette svedesi con marmellata di mirtilli. Uno strano accostamento del quale, però, non vi pentirete affatto.
 
9. Dove uscire
 
Ricca di locali e discoteche, essi si concentrano nei pressi di Stureplan, ma anche a Kungsgatan e Birger Jarlsgatan, e la zona nei pressi del parco Kungsträdgården, frequentatissima dai giovani.
 
10. Dove dormire
 
Anche qui ce n'è per tutti i gusti. Dagli hotel lussuosi e ultra moderni ai campeggi economici, ma suggestivi e puliti, a Stoccolma si può soggiornare in maniera ottimale praticamente ovunque. Bellissimi i castelli adibiti ad alberghi.
 
La gallery:
 
 

Come tutti sappiamo Sharm el-Sheikh è una delle località turistiche più apprezzate dai turisti di mezzo mondo. Si trova nella penisola del Sinai in Egitto ed è bagnata dal Mar Rosso. Ecco per voi care amiche, qualora decidiate di regalarvi una bella vacanza nel caldo Egitto, una serie di posti bellissimi che dovrete assolutamente visitare a Sharm.

 
 

 

 

1. Barriera corallina
 
Per merito della sua incantata barriera corallina, che si estende per ben 3.800 chilometri lungo la Great Rift Valley, Sharm è sinonimo di immersioni subacquee tra giardini di corallo e acque trasparenti e cristalline.
 
2. Cammellata nel deserto
 
Vi consigliamo assolutamente l'immancabile escursione per il deserto a cavallo di un dromedario per raggiungere la tende beduine e bere il tè grazie alla suggestiva e romantica atmosfera del tramonto.
 
3. Na’ama Bay 
 
Si trova a pochi chilometri dal vecchio abitato di Sharm el-Sheikh ed esso rappresenta il quartiere commerciale della città moderna dove potrete anche dedicarvi allo shopping.
 
4. Monte Sinai
 
Se vi trovate dalle parti di Sharm el-Sheikh non possiamo non consigliarvi un'escursione sul Monte Sinai e sull'incredibile convento di Santa Caterina che si trova ai piedi del monte.
 
5. Isola di Tiran
 
Le sue quattro barriere coralline, Jackson Reef, Gordon Reef, Thomas Reef e Woodhouse Reef, ne fanno il paradiso di coloro che amano lo snorkeling.
 
 

Care amiche, dopo avervi parlato della fredda e affascinante Mosca, oggi vogliamo catapultarvi nella magica città di Oslo, capitale della Norvegia, splendido esempio di binomio perfetto tra grande città e riserva naturale colma di splendidi parchi in cui rilassarsi. Non mancano anche splendidi musei, gallerie d'arte e bellissimi negozi in cui fare shopping. Inoltre, non potrete lasciare la città senza aver conosciuto da vicino il più celebre pittore norvegese. Parliamo di Edvard Munch, i cui quadri sono esposti al Museo Munch e alla Galleria Nazionale. 

 
Vediamo, dunque, 10 cose da fare e da vedere a Oslo.
 
Il castello di Akershus
 
Questo castello medievale, si trova sulla cima della collina Akersneset ed aveva una posizione strategica, ideale per l'avvistamento dei nemici e per avere il controllo sull'intera capitale norvegese.
 
La galleria Nazionale 
 
Una delle mete turistiche più gettonate del Paese è questa galleria che espone molti dei capolavori di Edvard Munch, fra cui il celebre Urlo. Non mancano anche opere di importanti pittori europei come Picasso, Gauguin ed El Greco.
 
La cattedrale
 
Costruita nel 1697, è davvero interessante per le stupende vetrate istoriate realizzate da Emanuel Vigeland, fratello di Gustav, e per i meravigliosi soffitti dipinti.
 
Il parco di Vigeland
 
Contiene statue di bambini indispettiti, amanti abbracciati e di vecchi pensierosi, dotate di eccezionale bellezza. Esso è un vero e proprio museo all'aperto dei capolavori dell'amatissimo scultore norvegese Gustav Vigeland, del quale sono presenti ben 212 sculture in granito e bronzo.
 
Museo delle navi vichinghe
 
Le navi vichinghe sono esposte al Vikingskipshuset. Si caratterizzano per il fatto di essere imponenti e maestose raccontando la storia di tanti anni fa. 
 
TusenFryd Amusement Park
 
Si tratta di un bellissimo parco di divertimenti, a 10 km a sud della città. Offre grandi divertimenti sia per grandi che per bambini.
 
Cosa mangiare
 
Oslo è famosa per la sua tradizione marinaresca. Qui potrete assaporare diversi tipi di pesce fresco e specialità di mare mai assaggiate prima. Da non perdere il salmone, affumicato o alla griglia, il merluzzo, il pesce gatto, le aringhe, i molluschi e i gamberetti, cotti o appena pescati. Di rilievo anche la carne essiccata.
 
Uscire la sera
 
La vita notturna è in grande fermento. A causa del freddo, locali, bar e pub sono tutti molto confortevoli e accoglienti. Non mancano  anche i locali Vip. Il movimento si divide fra 3 zone: il centro, Grünerløkka e Majorstua/Frogner. Nel centro della città ci sono locali di vario genere in cui ascoltare anche musica dal vivo, in particolare quella jazz molto amata in città.
 
Dove dormire
 
La città offre un ampia scelta di hotel, bed & breakfast, agriturismi, ostelli e campeggi, in cui trascorrere la vostra vacanza nella splendida capitale
 
Cosa comprare
 
Sono presenti in città grandi magazzini, piccoli negozi, boutique di lusso, mercatini delle pulci e botteghe di antiquariato e di artigianato tipico. I centri commerciali più importanti sono Byporten, Oslo City, Steen & Strøm, Glassmagasinet, Aker Brygge e Paleet.
 
Ecco la gallery delle attrazioni e dei posti di cui vi abbiamo parlato: 
 
 

Se come tante di noi, care amiche, siete indecise sul cosa fare la fatidica notte del 31 dicembre, potreste seguire i nostri consigli e regalarvi una piccola vacanza all'estero prima di ritornare alla solita routine del dopo-festività. A Berlino in Germania le opzioni sono tante: se è vero che ogni locale organizza una festa, è pur vero che i tradizionalisti possono cominciare la serata alla Porta di Brandeburgo salvo poi spostarsi all'Arena, Kosmonaut o Weekend.


Se avete la possibilità di spostarvi a New York potrete raggiungere la piazza dopo uaver pattinato sul ghiaccio. Passando per Roma, Madrid e Vienna, ogni città ha le sue tradizioni e le sue splendide piazza nelle quali festeggiare e salutare il nuovo anno insieme a migliaia di altre persone. Certo, trascorrere il Capodanno a New York, Bangkok e Las Vegas, a Times Square o a Sanam Luang, son cose da fare una volta nella vita.


Tra le idee alternative, sebbene decisamente un po' costosa, c'è la possibilità di girare il mondo per brindare consecutivamente all'arrivo del nuovo anno nei vari posti dove arriverete. Dall'arcipelago Kiribati in Oceania passando per Auckland, Sydney, Singapore Mosca trascorrerete una giornata all'insegna della festa. Per coloro che invece resteranno in Italia, tanti sono i concerti e gli spettacoli nelle piazze del Belpaese. A Riccione sarà festa  con Marco Mengoni, mentre a Torino ci sarà Giuliano Palma. Grazie ad internet, potrete scegliere la piazza che preferite e scoprire gli ospiti che vi parteciperanno. I più dolci tra noi potranno scegliere tra le innumerevoli offerte messe a disposizione dal web e dalle agenzie per un Capodanno romantico o alle Terme, o godere delle tranquillità di un piccolo borgo d'Italia.

Se volete passare un bel Capodanno ad alta quota, potreste raggiungere Aprica in provincia di Sondrio, per il World Winter Week, una settimana di musica, concerti e divertimento sulle piste che includono anche Capodanno. Insomma, amiche, le possibilità, più o meno alla portata di tutti, ci sono. Non vi resta che scegliere per trascorrere una giornata a dir poco speciale.