14 Giu

Stecchi con pistacchio

Pubblicato in Cucina

Uno strappo alla dieta ogni tanto si può fare e cosa c'è di meglio del gelato per farlo? Oggi vi propongo degli stecchi che vi ricorderanno quelli confezionati ma solo nella forma perché il sapore sarà tutta un'altra cosa...  

 

Stecchi con pistacchio ( x 6 gelati)

Ingredienti:
850 g di gelato fior di latte
400 g di cioccolato fondente

100 g di granella di pistacchio (o nocciole, o mandorle)

 

 

Lavoriamo il gelato con un cucchiaio in modo da renderlo più morbido, ora lo inseriamo in delle formine da ghiacciolo stando attente a che non rimangano delle bolle d'aria o degli spazzi vuoti e al centro posizioniamo uno stecco. Lasciamo riposare il tutto per almeno 12 ore.
Per la copertura tritiamo il cioccolato fondente, meglio quello al 70% di cacao, e facciamolo fondere a bagnomaria. Prendiamo il nostro gelatino e lo immergiamo nel cioccolato fuso tenendolo capovolto per far scolare l'eccesso e impaniamolo nella granella di pistacchio.

 

 

Ripetiamo l'operazione per tutti gli altri gelatini. Se il cioccolato dovesse raddensarsi troppo lo scaldiamo nuovamente in modo da renderlo nuovamente fluido.
Teniamo gli stecchi pronti in freezer per almeno 30 minuti prima di servili.
Se non possediamo le formine per i ghiaccioli possiamo utilizzare dei bicchieri di carta, la forma sarà tonda ma saranno ugualmente buoni. 

 

Potrebbe interessarti anche: Ultime novità in cucina: I cake pops

 

Dal 18 giugno, cani, gatti e altri animali da compagnia avranno vita facile in tutti i condomìni d’Italia.

Aboliti, per legge, i divieti a tenere animali in casa. Le clausole restrittive, contemplate da alcuni rigidi regolamenti condominiali, che negavano la possibilità di dare asilo agli animali, sono state cancellate, "terminate".

L’articolo 1138 del Codice Civile è ora integrato dall’articolo 16 della legge 220/12: “Le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere un animale in casa”. Il cambio di rotta, e di legge, è di certo stato supportato, anche inconsapevolmente, dal 53,2% di italiani che vivono con uno o più animali nei propri appartamenti e che iniziano ad avere un consistente peso decisionale e politico in merito alla questione "Diritti degli Animali".

E per tutelare questi diritti, la suddetta legge, dispone anche che le colonie di gatti, alloggianti negli spazi condominiali, non potranno essere allontanate o maltrattate e che, in detti spazi, tutti gli animali saranno liberi di muoversi, fermo restando l’obbligo, da parte di chi se ne prende cura, a mantenere pulito e a non danneggiare gli immobili altrui.

Tra tutti gli animali, il cane è il coinquilino più gettonato, lo preferisce, infatti, il 55,6% di chi tiene un animale nella propria abitazione, segue il micio con il 49,7% delle preferenze, terzi sono i pesci (9,7%), i volatili ottengono il quarto posto (9%), quinte le tartarughe (7,9%), a seguire i conigli (5,3%), i criceti (4,6%), i rettili (1,1%) e gli animali esotici con uno 0,8%. Rispetto al 2012, dati Eurispes, nel 2013 gli italiani che ospitano animali in casa sono aumentati del 13,6%.

Un dato indicativo, tenendo conto che la crisi economica degli ultimi tempi avrebbe dovuto incidere, negativamente, sulla decisione di aumentare la famiglia e quindi le spese. E’ come se l’amore per Fido e tutti gli altri amici a quattro, due e zero zampe, fosse riuscito a superare il potere costrittivo dei soldi. Segno che il vero bene rende oltrepassabili tutte le difficoltà, anche se a volte, c’è da dirlo, non troppo facilmente. Sarebbe ora di iniziare a pensare, facendo leva su quel consistente 53,2% di cui sopra, a un’eventuale detrazione fiscale sulle spese veterinarie e al riconoscimento del farmaco equivalente in veterinaria, che costi un po’ meno, insomma, dei soliti 15, 20, 30 e più euro. La petizione promossa dalla LAV (per la riforma della legge 281/91, firmabile su www.lav.it) si auspica di ottenere quanto sopra e chiede, inoltre, l’istituzione di un 118 veterinario nazionale, del “cane libero accudito” in aree specifiche e l’adeguamento dei canili alle norme di qualità e di decenza che spesso, fatte rare eccezioni, sono carenti o del tutto mancanti.

 

Marignani-marinati-melanzane

 

Marignani Marinati
Curiosità: nel Lazio, le melanzane erano chiamate ‘marignani’, termine usato nell’Ottocento per indicare i prelati, che portavano sulle spalle un grande mantello color melanzana.


Ingredienti per 6 persone:


4 melanzane;
2/3 spicchi d’aglio;
2 dl di olio extravergine di oliva;
1 peperoncino;
sale.


Preparazione:
Pulire le melanzane, lavarle e tagliarle a dadini, cospargerle di sale e lasciarle spurgare per due ore. Sciacquare poi le melanzane, friggerle nell’olio extravergine d’oliva e asciugarle bene su carta assorbente da cucina. Prendere aglio e peperoncino e preparare un trito. Mettere il trito in una casseruola, irrorandolo con l’aceto e, eventualmente, aggiungere pochissima acqua. Portare a ebollizione, far cuocere per 2 ore e lasciare raffreddare. Porre poi le melanzane in un contenitore, coprirle con la marinata e lasciarle in infusione per due giorni, mescolandole spesso.

 

Scopri altri articoli del MercolediVeg

 

Questa è una ricettina super adatta per questo periodo contiene lo zenzero che ha innumerevoli proprietà benefiche tra le quali quella di bruciare i grassi e visto la prova costume imminente credo sia proprio adatta...

La ricetta è Bocconcini di pollo allo zenzero e yogurt


Ingredienti:

1 petto di pollo a tocchetti
1 porro
1 pezzetto di radice di zenzero sbucciato

150g di yogurt greco light
1⁄2 limone
1 cucchiaio di passata di pomodoro

2 spicchi d'aglio
1 cucchiaino di paprika in polvere

sale e pepe

 


Insaporiamo i tocchetti di pollo con 2 cucchiai di olio, sale, pepe, zenzero grattugiato, e fette di 1⁄2 limone. Lo lasciamo così per circa un'ora.
Tagliamo il porro a listarelle, schiacciamo l'aglio e mettiamo il tutto in un tegame con un filo d'olio, facciamo appassire bene il porro, magari con l'aggiunta di un cucchiaio d'acqua, e aggiungiamo il pollo con tutta la sua marinata. Facciamo cuocere bene, stando attenti a che non si bruci il fondo e sfumiamo con lo yogurt.

Facciamo cuocere per qualche minuto e aggiungiamo la paprika e un cucchiaio di passata di pomodoro.

Facciamo restringere il sugo e serviamo.

 

Potrebbe interessarti anche: Ricette light: Spiedini di pollo

 

In questo periodo si fanno mille cene all'aperto e non si sa mai cosa preparare come aperitivo o
antipasto ed ecco un po' di idee:


Rotolini di zucchine 

3 zucchine
100 g di formaggio spalmabile
50 g di pinoli tostati
3 foglie di basilico
sale e pepe
Tagliamo le zucchine a fettine e grigliamole. Prepariamo la crema mescolando il formaggio
spalmabile, con i pinoli leggermente tagliati ed il basilico tritato fino a rendere il tutto omogeneo.
Assaggiamo e a necessità aggiungiamo del sale e del pepe.
Ora prendiamo una fettina di zucchina che farciamo con la crema, dopodiché la rotoliamo su se
stessa formando appunto un rotolino, mettiamo in frigorifero fino al momento di servire.

 

ricetta-rotolini-zucchine


Tris di mousse

300 g di ricotta
100 g di tonno
100g di mortadella
100 g di olive denocciolate
sale e pepe
Tritiamo la mortadella e la mescoliamo con 100 g di ricotta aggiustiamo di sale e pepe.
Per quella di tonno mescoliamo del tonno sott'olio con altri 100 g di ricotta fino a formare una
crema omogenea.
Per la mousse di olive prendiamo un tritatutto dove mettiamo le olive, la ricotta, sale e pepe tritiamo
fino ad ottenere una crema non troppo fine. Conserviamo le mousse in frigo fino al momento di
servire. Possiamo gustarle facendo dei crostini con del pane abbrustolito oppure servirle in delle
ciotoline con del pane carasau a parte.

 

 

ricetta-insalata-di-mare

Insalatina di mare

250 g di anelli di calamaro
150 g di code di gambero
2 coste di sedano
5 pomodorini
succo di limone
olio, sale, prezzemolo
Facciamo bollire i calamari in una pentola con acqua calda per 20 minuti, aggiungiamo le code di
gambero e continuiamo la cottura per altri 2 minuti scoliamo tutto e mettiamoli in una bacinella con
dell'acqua fredda fino a farli raffreddare.
Una volta freddi li condiamo con olio, limone, prezzemolo tritato e se necessario sale e pepe.
Nel frattempo tagliamo il sedano a dadini e i pomodorini a metà. Ora che abbiamo tutti gli
ingredienti possiamo assemblare la nostra insalatina di mare che serviremmo ben fredda.

 

Leggi qui un'altra ricetta per un aperitivo sfizioso sfizioso

 

Torta per il nostro amico a quattro zampe

Tra meno di un mese il mio cagnolino compirà un anno e avrei voglia di rendere quel giorno speciale e proprio per questo mi stavo chiedendo: cosa potrebbe renderlo felice? E ho pensato ad una bella torta tutta per lui.

Ovviamente i nostri dolci animali hanno un apparato digestivo totalmente differente dal nostro e per questa ragione è necessario comunque utilizzare degli alimenti che siano adatti a loro.

Ho trovato una ricetta che potrebbe esservi utile se anche voi, come me, avete un amico a quattro zampe al quale volete fare un regalo semplice ma sicuramente apprezzato!

 

Ingredienti:

Croccantini;

Biscottini per cani;

Paté di carne (di pollo o di tacchino);

Brodo di pollo (anche il latte può andare bene o l’acqua calda);

 

ricetta-torta-per-cani

 

Preparazione:

Prima di tutto bisogna bagnare i biscottini nel brodo o nel latte o nell’acqua calda (in base a quello che abbiamo scelto di utilizzare) e disporli in un contenitore per creare la base della torta. Dopodiché aggiungiamo il paté di carne come secondo strato e il tutto va ripetuto una seconda volta.

Infine per decorare la torta possono essere utilizzati dei biscotti a forma di osso o come me potete, ad esempio, mettere dei pezzettini di mela la quale, in quantità limitata, non è affatto dannosa e il mio Beagle ne va letteralmente pazzo.

Ed ecco pronta la nostra torta per festeggiare al meglio il compleanno del nostro fedele amico, un modo semplice e veloce per renderlo felice e mi raccomando: non dimenticate la candelina =)!!

 

E ora che viene l'estate, Non abbandonare la tua famiglia. Se trovi un animale in autostrada segnalalo qui