La pubblicità è l'anima del commercio. 

La pubblicità è uno degli strumenti più potenti di manipolazione delle nostre menti. Inconsciamente, ogni giorno, mentre passiamo del tempo a guardare la televisione, leggere un giornale, navigare su Internet, siamo manovrati da questo mezzo attualmente basato sulla creazione di appositi meccanismi affinché i consumatori siano spinti ad un interesse verso determinati servizi o prodotti.
In passato la pubblicità aveva come scopo quello di promuovere le qualità di un oggetto, di un alimento, di un’attività ma con il tempo si è notato che questo non era sufficiente, non bastava incoraggiare la vendita attraverso la semplice divulgazione di certi requisiti, risultava evidente il bisogno di un sistema volto a creare una sorta di “fama” o di “simpatia”, se così le vogliamo chiamare, nei confronti del prodotto.
Ed è proprio ciò che si verifica oggi in moltissime pubblicità nelle quali attraverso canzoncine o magari personaggi famosi si da vita a vere e proprie tendenze e non è infatti un caso se ci si ritrova a canticchiare un motivo di uno spot o a ripeterne alcune frasi.

 

Pubblicità-Brad-Pitt


Scopo primario della pubblicità è quello della massima efficacia ovvero il raggiungimento di un elevato numero di vendite e pur di ottenere questo risultato vengono messi in atto costantemente diversi tipi di persuasione partendo proprio dal modo di formulare i messaggi pubblicitari e infatti molte volte capita che in un annuncio ci sia un informazione non vera ma data per scontata in modo che non si arrivi a dubitare della sua autenticità. Importante è anche l’aspetto visivo, sicuramente l’ utilizzo di una grafica originale e colorata contribuirà a creare un idea positiva di un prodotto. Ognuno di noi ha una personalità che reagisce in maniera diversa agli stimoli lanciati dalla pubblicità ma importante è non lasciarsi abbindolare dai falsi messaggi che troppo spesso esse celano.