La tendenza dell’ultima ora, dell’ultimo minuto o degli ultimi anni sono sicuramente i Mercatini Vintage e dell’usato. Mercatini allestiti nei contesti più disparati, dalle piazze, ai centri commerciali, ad ex magazzini o addirittura ex lanifici.

 

È proprio questo il caso dell’ultimo mercatino Vintage/dell’usato a cui sono stata. Un mercatino davvero particolare a Roma in Via Pietralata 159a https://www.lanificio159.com/, realizzato in un palazzo di tre piani che originariamente un Lanificio.

L’atmosfera che si respira è retrò e l’ambiente è veramente curato. Diversi angoli bar e persino musica mixata dal vivo che fa da colonna sonora al vostro giro per il mercatino.

 

 

Si possono trovare cose davvero interessanti: borse vintage a prezzi stracciati, capi di abbigliamento nuovi, accessori handmade realizzati con materiali da riciclo, saponi artigianali.

Inutile dire che ieri in questo fantastico mercatino si respirava una deliziosa aria natalizia, tra dolci fatti in casa e addobbi natalizi confezionati a mano...

Insomma se passate da quelle parti vale davvero la pena farci un giro. Il costo d’ingresso è di appena 1 euro, e ne vale davvero la pena.

 

P.S. : Credo proprio che esporrò anche io le mie creazioni in questo meraviglioso posto per l’Epifania...

 

13 Mar

Il Papa che verrà

Pubblicato in Attualità

A quanti di noi piacerebbe poter ascoltare quello che si diranno i 115 cardinali chiusi in Conclave dentro la Cappella Sistina? A molti certamente.

Tutti curiosi di sentire il modo di esprimersi tra di loro lontani dai riflettori, ma, soprattutto, di scoprire se finalmente la Chiesa intende tenere conto delle aspettative dei credenti. Questi ultimi invocano da tempo il ritorno alle radici del credo cristiano. Semplicità, umiltà, ascolto e aiuto concreto per i deboli: Ecco cosa si aspettano dal nuovo Papa.

Innegabile la speranza di un successore di Pietro d’impronta francescana capace di riavvicinare quanti si sono allontanati dalla Chiesa (e sono talmente tanti da poter parlare di crisi profonda del cattolicesimo) in seguito agli scandali che l’hanno inevitabilmente segnata. Con il nuovo Papa, l’opinione pubblica, si attende una Chiesa nuova, una Chiesa non più tollerante nei confronti dei preti pedofili. Le vittime degli abusi e le loro famiglie attendono giustizia, una giustizia severa e puntuale.

 

 

Da tempo si reclama a gran voce più trasparenza sulle attività finanziarie del Vaticano svolte tramite lo IOR, troppe volte invischiato in scandali finanziari, primo fra tutti quello del crac del Banco Ambrosiano, la banca di Calvi trovato ucciso a Londra. Infine, dal 1983 si attende che sia fatta luce sulla vicenda di Emanuela Orlandi. Dalla prossima fumata bianca arriverà chi dissiperà le troppe ombre che incombono su San Pietro?

 

 

Da qualche tempo, nel web, spopola letteralmente un blog ideato e curato dalla giornalista Sabina Cuccaro, con un nome che è tutto un programma "Sex And Rome". Incuriosite da tanto clamore abbiamo contattato Sabina per una intervista in esclusiva.


Sabina, come è nata l’idea del tuo sito?
Devo ammettere che “Sex and Rome” è ‘spodoratamente’ ispirato a “Sex and the City”. Ho pensato di creare un luogo dove poter parlare di sesso in maniera glamour, ironica e divertente, sdoganando il concetto di sesso dal porno.

 

Un’impresa non semplice…
Non semplice, ma possibile. E i risultati mi danno ragione. “Sex and Rome” è diventato un portale di riferimento per tutte le donne che vogliono vivere il quotidiano con più leggerezza, non dimenticandosi che anche l’eros è un gioco.


Gioco sì, ma tu dai anche dei consigli seri sul sesso e sui rapporti uomo-donna?
Bè si, cerco di unire la sessuologia e la psicologia con la realtà spicciola che ogni giorno affrontiamo, cercando di far capire alle donne l’universo maschile che per noi è un vero e proprio “Carneade”. Semplificando, possiamo dire che do consigli su come conquistare un uomo e soprattutto come tenerselo!

 

sex-and-rome-sabina-cuccaro

 

Sembra che ce ne sia parecchio bisogno, visto il successo del tuo blog.
Sicuramente i rapporti tra uomo e donna si sono molto complicati. Nell’era 2.0 abbiamo tutte bisogno della nostra indipendenza, dei nostri spazi: risulta sicuramente più semplice essere single. Nonostante questo, siamo tutte alla ricerca del grande amore.

Al di là dei tuoi suggerimenti c’è qualcuno che ti scrive in privato chiedendoti consigli?
Sì, moltissimi. Sia uomini che donne. Gli uomini mi chiedono soprattutto come comportarsi a letto, cosa piace a “lei” e come ravvivare un rapporto stantio. Le donne sono più tendenti al romantico. Mi chiedono perché lui non richiama, come comportarsi di fronte a un tradimento, cosa fare se ci piace l’uomo della nostra amica e giù di lì.

E’ questo il segreto del successo del tuo sito?
Credo che il successo sia dovuto a un mix di ingredienti: tanto lavoro, una buona dose di ironia, senza prendersi troppo sul serio. Ci tengo che il blog non risulti volgare o cada nel trash: nella vita ci vuole buongusto e io ce la metto tutta. Su “Sex and Rome” ci sono notizie che non si leggono sugli altri giornali; il sesso viene trattato con la massima eleganza. Credo, insomma, che il segreto del successo del blog sia la “qualità”.

Cosa c’è nel futuro di “Sex and Rome”?
Ci sono tantissimi progetti. Un nuovo portale, una collezione di gioielli, una rubrica con nuovi video.
Tutti ispirati a un unico filo conduttore: il piacere del gusto. Vi aspetto su www.sexandrome.it!

 

Non ci resta che augurare in bocca al lupo a Sabina per questo suo progetto che, siamo sicure, aiuterà tantissime donne ad avere un rapporto normale con il sesso. 

 

Potrebbe interessarti pure: Il sesso come medicina per tutti i mali

  

E’ uno degli eventi più chiacchierati online: organizzato da EF Englishtown a Roma per il prossimo 10 agosto, ed ospitato in una location esclusiva come lo studio fotografico LostAndFoundStudio in via Arimondi 3 a Roma, si sfideranno a colpi di accessori, look e slang in inglese, British e American fan.

Due stili a confronto, specchio del British ed American English: i partecipanti, formato un team di 3 persone, si daranno battaglia a suon di originalità e outfit stravaganti. Vintage, hip-hop, rock, casual, classic, elegance, bohémien: qualsiasi cosa si indossi l'importante sarà essere fashion, unici per colpire nel segno!

 

British-american-style


Parola chiave dell'evento: divertimento e ... inglese. Il team britannico ed il team americano con lo stile più cool saranno premiati con hamper box e un tablet android, mentre tutti i partecipanti riceveranno foto professionali scattate in studio e free-trial per approfondire la lingua. Per partecipare basta iscriversi all’evento tramite facebook su facebook.com/events/588660917844597 o via mail scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scopri tutti gli outfit più cool di Instagram


Ben 180 delle sue strepitose foto sono esposte al Palazzo delle Esposizioni di Roma dal 6 marzo scorso fino al 21 luglio prossimo. Dire che Newton sia un fotografo è riduttivo. Osservando le immagini che ha costruito, realizzato, esaltato, se ne ha la conferma.

Al centro di tutto, il corpo femminile.

Il nudo, mai volgare, viene proposto sia in chiave sensuale che provocatoria anche nel mondo della moda nel quale comincerà a lavorare a cavallo tra gli anni ’50 e ‘60. Donne dai corpi statuari, imperiosi o semplicemente dagli sguardi misteriosi vengono immortalate in pose erotiche, ambigue, estreme tali da arrivare a sovvertire le convenzioni. L’osservatore, inizialmente sorpreso, si ritrova a riflettere sull’immagine proposta e a dare una sua interpretazione. Di fronte al suo obiettivo, donne sconosciute, modelle, ma anche personaggi famosi. Charlotte Rampling fra queste. Anche lei in vestito adamitico, esaltata grazie alla sua bellezza naturale in un contesto baroccheggiante. La sua immagine, scattata da Newton nel 1973, apre l’esposizione in quanto suo primo nudo d’autore.

 

Mostra-fotografica-newton-roma

 

Per Newton anche solo una caviglia, un polso, un fianco o uno sguardo ammiccante, sono capaci di trasmettere, un’infinità di messaggi. Con il suo modo di interpretare la Donna, ha rivoluzionato il concetto di fotografia di moda, divenendo uno dei più grandi fotografi del XX secolo. 

I suoi scatti sono stati pubblicati sui più importanti magazine di moda: Vogue, Elle, Vanity Fair, L'Uomo Vogue, Harper's Bazaar, GQ, Max e Marie Claire. Chanel, Gianni Versace, Dolce & Gabbana, Blumarine, Yves Saint Laurent e Borbonese si sono avvalsi della sua opera.

 

Altri articoli di Arte e Design