07 Feb

Bimba di 3 anni violentata e uccisa dai genitori, la storia di Kayleigh Slusher

Scritto da  |

Una storia davvero raccapricciante e di cui ci giunge notizia dalla California. Protagonista dell'orribile vicenda è una bimba di soli 3 anni che è stata picchiata, violentata, uccisa, chiusa nel freezer e poi in una valigia da parte dei suoi genitori. GliStati Uniti, ma anche il resto del mondo, sono rimasti letteralmente straziati dalla notizia che sembra davvero essere l'oggetto di un tremendo racconto dell'orrore.

 

 

La madre della piccola Kayleigh Slusher è una giovane donna squilibrata di 23 anni, Sara Krueger, che ha ucciso la bimba insieme al suo ragazzo,Ryan Scott Warner, 26. Entrambi sono stati arrestati dalla polizia di Napa, mentre fuggivano con il corpicino della bimba chiuso in valigia. Subito i due hanno confessato l'omicidio. C'è da dire che la polizia era stata allertata dai vicini per il rumore, bussando il giorno prima proprio per un controllo. "Se avete figli o nipoti di qualsiasi età, stringeteli forte a voi stasera", ha dichiarato il procuratore della contea di Napa, Gary Lieberstein ai giornalisti, dopo dopo che la coppia è apparsa in tribunale. Lo scorso martedì i vicini hanno dichiarato di aver visto i due allontanarsi dalla loro casa con una valigia nella giornata di sabato.

 
La domenica gli agenti hanno acciuffato i due nei pressi della stazione di El Cerrito, verso San Francisco. Sia Sara che Ryan sono conosciutissimi dalla polizia locale: la loro fedina penale è infatti lunghissima. Se due settimane fa la polizia era entrata in casa loro per alcuni controlli, la settimana seguente altre lamentele avevano allertato la polizia per uso di droga da parte del padre e poca cura della bambina. A nulla purtroppo sono serviti i numerosi controlli della polizia. Ora, il tragico epilogo per la piccola, mentre i due rischiano la pena di morte.
 

Letto 3716 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale