Mara Giglio

Mara Giglio

Nata in provincia di Milano nel 1977, Maturità Classica e Laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli Studi di Milano. Ho maturato esperienze nel settore giornalistico e nel settore impiegatizio. In parallelo, mi occupo con passione dell'accudimento degli animali, in particolare dei cani. Da sempre affascinata da ogni espressione creativa, dalla danza alla musica passando per il cinema e la pittura, sono un'amante della poesia e della letteratura in ogni sua forma. Innamorata del mare e della natura, amo viaggiare, ho vortici nei capelli, occhi curiosi e colleziono attimi come se fossero pietre preziose. Ho pubblicato il libro di poesie e disegni "I segreti delle orchidee" e curo il blog dedicato alla poesia, alla cultura, all'arte, alla musica, alla natura e alla fotografia.

URL del sito web: https://isegretidelleorchidee.blogspot.com/

In questa epoca di crisi ed incertezze, sappiamo ancora sognare? 


Abbiamo intervistato la giovane scrittrice romana Concesion Gioviale, autrice del libro per ragazzi "Prendi e Vai" e curatrice della pagina Facebook e del blog omonimo "La libreria degli esordienti", luogo di incontro di autori e scrittori emergenti.
D) Ciao Concesion. Ti ringraziamo per la disponibilità e per il tempo che dedicherai a quest'intervista . Parlaci un po' di te.
R) Grazie a voi. Dunque, sono nata nel 1981 a Roma anche se il mio nome potrebbe far pensare altro, infatti le origini sono spagnole poiché mia madre è di Siviglia. Per questa ragione molto spesso viaggio per andare a trovare la mia famiglia e durante la permanenza leggo e scrivo molto. Fino a poco tempo fa ero una persona molto arrendevole: pur essendo una persona sempre allegra, estroversa e vivace, fino a qualche anno fa ho rinunciato alle mie cose. Amo scrivere, è la mia passione, anzi no, è la mia vita. Fa parte di me, non posso farne a meno. Da quando ho dieci anni scrivo tutti i giorni, che siano annotazioni, diari, poesie o racconti, fa parte di me come un organo vitale senza il quale non potrei vivere. Amo sognare e ciò che sogno lo trasformo in parole e ciò che scrivo, oggi più che mai, ho scoperto che fa sognare anche altre persone e per questo che ho deciso che quello che ho sempre tenuto per me ora è il momento di farlo vedere anche agli altri.
D) Hai pubblicato un libro per ragazzi che si intitola "Prendi e vai, una band, un amore, un sogno...". Com'è nato questo racconto e di che cosa parla?
R) Ancora se ci penso non mi sembra vero ed ogni volta che ci penso ho un ricordo bellissimo che mi da' la carica e la forza di andare avanti. Prendi e Vai è nato per scherzo: volevo semplicemente ringraziare il cantante della band di cui parlo, i Biancostile, per essere stati un buon esempio di come possano essere realizzati i sogni, nonostante le cose non vadano per il verso giusto, almeno non sempre. Così su Facebook ho scritto il primo capitoletto parlando del futuro, di come immaginavo la band in un futuro non troppo lontano. Vincenzo ne è rimasto sbalordito e m'ha spronata a continuare, così come i miei lettori. E ne è venuto fuori un racconto vero e proprio che poi Sovera Edizioni ha deciso di pubblicare. Il libro parla di Sara, una ragazza con tanti sogni ma tutti irrealizzati a causa di questa sua fragile emotività che la porta a non deludere ed aiutare sempre gli altri dimenticando completamente se stessa. Poi, in un periodo nero della sua vita, incontra un suo vecchio compagno delle scuole medie che la coinvolge nelle avventure musicali sue e della sua band. Da qui la ragazza riscopre in primis il valore dell’amicizia poi scopre di avere dei sogni, scopre di poterli realizzare e, senza accorgersene, ne realizza forse più di uno. Cinque ragazzi diversi con cinque personalità diverse, ma con un unico sogno: la musica. Grazie a questi ragazzi riscopre la voglia di vivere, di vivere per un sogno e di vivere all’interno di esso, nonostante la vita a volte sia veramente dura. C’è anche una storia d’amore, ma non voglio dire troppo ...
D) In un'epoca di crisi economica e di incertezza, molti giovani stanno partendo per cercare un futuro fuori dall'Italia. Nel tuo libro "Prendi e vai" e nel tuo blog omonimo https://prendievai.blogspot.it/ parli dell'importanza dell' avere e coltivare i propri sogni, nonché della forza innovatrice dell'amicizia e dell'amore. Cosa ti sentiresti di dire a quei giovani che stanno perdendo la speranza in un futuro migliore o che hanno perso la capacità di sognare?

R) Io dico che fin quando hai nel petto l’ultimo respiro non dovresti mai arrenderti. Molti di noi si soffermano a pensare a quello che non hanno, perdendo di vista ciò che hanno. Io lo stavo facendo, ero troppo occupata a preoccuparmi del pensiero altrui tanto da sopprimere i miei sogni. Non bisogna mai arrendersi, ma tentare. Almeno ci provi, poi se non va, o insisti , se non ne puoi far a meno, oppure vai avanti per un’altra strada . La vita è un soffio, lo dico sempre, ed ogni giorno va vissuto al cento per cento. Secondo me il futuro non lo decide il paese in cui viviamo o le persone che ci circondano, lo decidiamo noi e punto. L’Italia è un paese con tante buone risorse ma che viene sottovalutato. Forse perché si è troppo occupati ad osservare i risultati altrui e cercare di capire il perché e il come di quei risultati, rimaniamo fermi e gli altri intanto vanno avanti. L'amicizia penso sia la cosa più importante che possa capitare nella vita di una persona: gli amici sono la famiglia che scegli ed è anche la famiglia più vera, quella senza obblighi di nessun tipo. Il libro è nato anche grazie all’amicizia che mi lega ai musicisti ed al cantante dei Biancostile. Si può dire che Prendi e Vai, anche se l’ho scritto io senza l'aiuto di nessuno, è il libro di tutti noi perché parla delle nostre passioni, di quanto possano essere dure e faticose ma di quanto durante il percorso possano anche darti l’opportunità di conoscere persone stupende che ti accompagneranno sempre.

 

prendi-e-vai-concesion-gioviale


D) Su Facebook hai creato un'interessante pagina che si chiama "La libreria degli esordienti" https://www.facebook.com/LaLibreriaDegliEsordienti un luogo virtuale di incontro di scrittori di ogni genere. Com'è nata questa pagina e quali sono i suoi scopi?

R) Sinceramente non pensavo avesse tanto seguito in poco tempo. Come dicevo prima, sono anche una lettrice e spesso mi è capitato di leggere romanzi e racconti di autori sconosciuti con un talento notevole, ma che, o perché non conoscono nessuno nel campo che li possa aiutare o perché troppo timidi per esporsi, rimangono nell’anonimato ed è veramente uno spreco. Ormai il modo migliore per farsi pubblicità è internet. Non avendo per ora la possibilità di aprire una libreria dedicata agli esordienti, ho deciso di aprirne una virtuale. L’ho fatto perché so cosa significa avere un sogno, so che è veramente dura portarlo a termine e so cosa significa essere sottovalutati solo perché non si conoscono le persone giuste e so anche, da lettrice, che spesso tendiamo a fidarci di un prodotto già testato piuttosto che un prodotto nuovo. Il mio obiettivo è farla conoscere a editori a caccia di talenti, autori con tanta voglia di fare ed esprimersi e a lettori che gradiscono le novità .
D) Quali progetti hai per il futuro? Hai dei sogni nel cassetto che vorresti condividere con chi leggerà questo sito?

R) Dal non averne nessuno, ora sono passata ad averne tantissimi. Sto terminando il sequel di Prendi e vai, ha un finale un po’ aperto, quindi era giusto darne seguito. Poi sto ultimando un racconto che parla di una ballerina invalida che con l’aiuto di nuovi amici e della musica tenterà di non rinunciare al suo sogno. Spero un giorno di poter aprire veramente una libreria/caffè aperta a tutti, dove le persone possano leggere, incontrarsi e sognare . Penso che ogni libro sia un viaggio gratuito che lo scrittore fa fare al lettore . E poi ... faccio una confessione ... io devo tanto a questi ragazzi , anche se a loro sembra di non aver fatto niente. Ognuno di loro ha dei progetti, a parte la band, e un paio di loro li ho nel cuore: Mirko Martini e Simone Corda, so che hanno dei sogni legati sempre alla musica e spero tanto che li realizzino. Ecco vedere i loro sogni realizzarsi è uno dei miei sogni principali e tutto quello che potrò fare per aiutarli lo farò. Come dico sempre la musica è come una droga ma che invece di morire ti fa vivere!

 

Potrebbe interessarti pure: La percezione del Lavoro tra i Giovani

 

Abbiamo intervistato Gioia Lomasti, scrittrice e curatrice del sito e del blog Vetrina delle Emozioni quale luogo di espressione e condivisione di forme espressive e comunicative differenti che spaziano dalla scrittura, alla poesia, alla musica, all’arte. Dall’intervista è emersa una passione per la scrittura e per la bellezza in ogni sua forma.
Buongiorno Gioia, ti ringraziamo in anticipo per la disponibilità ed il tempo dedicato a quest’intervista. Assieme a Marcello Lombardo ed i tuoi collaboratori curi da anni il sito https://www.vetrinadelleemozioni.com/ Com'è nato questo sito e quali sono i suoi obiettivi?

Buongiorno Mara, ti ringrazio davvero molto per questa intervista in quanto mi auguro sia di buon auspicio sulle basi di ciò che andrò ad evidenziare. Ti illustro cosa vuole rappresentare il nostro canale web Vetrina delle Emozioni: il sito nasce da una sinergia di gruppo, quali affezionati amici che risiedono in molte parti d’Italia ed all’estero e che attraverso la rete vogliano darsi manforte sostenendosi reciprocamente per l’arte che ci accomuna. L’idea accresce sino a consolidarsi in un canale di incontro artistico culturale, incentrando un punto di forza e di maggior rilievo basato soprattutto sulla visibilità degli emergenti. Nel nostro piccolo vorremmo poter accrescere le fondamenta per forme di supporto che a mio parere reputo espressioni d’anima e di Emozione pura, diamo risalto alla poesia e alla prosa, alla musica e ai cantautori, alla pittura sino ad estendere a tutto ciò che l'estro umano vuole comunicare attraverso tali sinergie.
Sul vostro sito esiste una sezione espressamente dedicata agli Autori ed agli Artisti in generale. Ci vuoi parlare di questa pagina, di com'è strutturata e di quali forme espressive ospita? Quali potrebbero esserne gli sviluppi?

La sezione Autori & Artisti è nata da pochi mesi ottenendo grande approvazione da coloro che ci seguono, il progetto promuove i canali personali degli artisti in quanto molti siti vengono creati ma poco promossi; si cerca di dare rilevanza ai loro canali personali, che sia un sito o blog o una fanspage o nel caso creare per gli stessi una pagina di promozione posizionandola sul blog di vetrina delle emozioni. Gli sviluppi esistono e amplieremo, in quanto con molti utenti inseriti, si sta procedendo ad una promozione dei canali collegati dandosi manforte in un supporto comune.

 

vetrina-delle-emozioni-sito


Sei autrice di suggestive poesie e scritti in prosa. Insieme al poeta Marco Nuzzo hai scritto il libro di poesia e prosa "Anime", oltre che altre pubblicazioni. Potresti condividere con noi una tua poesia a cui sei particolarmente legata?

L’opera “Anime” e le mie precedenti pubblicazioni rappresentano nel loro piccolo immagine di impegno per raccolte fondi a favore di progetti benefici, assieme a coloro che hanno contribuito nelle varie realizzazioni si procede con questo obbiettivo in modo che il sogno della pubblicazione possa lasciare un segno tangibile a chi è meno fortunato. Condivido questo mio testo che è un po’ l’emblema della nostra missione: “A voi nobili anime che sapete donare saggezze nei vostri attimi lasciando indelebile disegno di ciò che arte accomuna, addolcisce il cuore, raccoglie sogni e lascia fluire ciò che scandirne a righe... d'inchiostri neri.. lega e rivive...”
So che sei un'amante della musica e delle canzoni di Fabrizio De Andrè. Quali sono le canzoni che hai amato maggiormente ed hanno ispirato la tua vis poetica?

Fabrizio De André è da sempre fonte di ispirazione consolidatasi in un’opera a lui dedicata, tra i tanti testi a me cari, Oceano è quello che più mi rappresenta, per la cui versione è stata infatti riscritta una mia lirica ispirata al poeta. Ne ho rivisitati oltre cento ma questo lo reputo il più significativo. 

Quale filo conduttore pensi ci sia tra due forme espressive diverse come la musica e la poesia? 

Poesia e musica viaggiano parallele e unite da quella mano invisibile ma indivisibile che salda si accompagna l’una all’altra dando il senso alla vita. E’ poesia ove c’e’ musica, e’ musica …quando si ode poesia.
Quali sono i tuoi progetti per il futuro? 

Cercare nell’umiltà delle persone la giusta direzione per intense collaborazioni future è la meta desiderata, ovviamente senza lasciare tutti coloro che con me hanno realizzato tanto e nel possibile muovendoci sempre assieme, ritengo sarà il percorso al futuro che fa brillare i progetti in atto, porgendo valore assoluto a tutto ciò che si e’ costruito e donando la completezza all’emozione di oggi che accrescerà il mio - nostro domani. Anche i tanti che hanno reso al mio viaggio una linea contorta, sono invece stati insegnanti di quel contrario che mi piace osservare, per cambiare direzione …verso altre vie, se migliori oppure no, restano comunque le mie.

 

Leggi gli altri articoli di Arte e Design

 

Quando poesia, fotografia e disegno danzano insieme. 

"Tra le braccia di Turan - il risveglio dei sensi" è un'antologia poetica appena pubblicata da Segnidartos Edizioni e curata dall'editor e fotografa biellese Raffaella Amoruso.
Il libro si rivolge agli amanti di forme espressive diverse in quanto contiene poesie di nove autori differenti, tre racconti dell'artista e scrittore Indro Pezzolla, una fotografia di Andrea Tonella e disegni in bianco e nero di Nicolò Avanzi, giovane artista biellese.
Il filo conduttore dell'opera è l'amore, la tenerezza, la sensualità e l'erotismo. Ma anche malinconia, disincanto e, come scrive il pedagogo e poeta Fabio Amato nella nota critica "il silenzio, quel silenzio che ci permette di entrare in sintonia con la parte più profonda di noi stessi e nello stesso tempo ci aiuta a conoscere l'altro nella sua intimità".
L'antologia è dedicata a Turan che nella mitologia etrusca rappresentava la dea dell'amore, nonchè della fertilità e della vitalità. Il suo nome significa lettaralmente "signora".
Perchè, come scrive Raffaella Amoruso nella prefazione "Abbiamo tutti bisogno di impulsi, di sogni e di magia, la necessità vitale di Poesia, che possa risvegliare le emozioni, troppo spesso sopite e distratte, per regalare ancora, nuovi colori e nuova luce, alle cose che ci circondano".
Esplicito omaggio alla dea etrusca si trova anche nella fotografia di copertina che rappresenta una bellissima donna in dolce attesa.

 


L'attesa è anche quella di un nuovo inizio: secondo Fabio Amato "leggendo questi componimenti si ha la sensazione che la poesia vera abbia ancora la forza di emergere, malgrado le reali difficoltà che quotidianamente investono il nostro mondo. Ad essa spetterà il compito di guidarci fuori dalle sacche in cui siamo impantanati".

 

Potrebbe interessarti anche: Poesia tra l'italia e la Grecia

 

"The impossible" è un film di produzione spagnola uscito nel 2012 è diretto da Juan Antonio Bayona.

Girato in lingua inglese su una sceneggiatura di Sergio G.Sanchez, ha come interpreti principali Ewan Mc Gregor e Naomi Watts.

Di genere drammatico, si ispira alla storia vera di una famiglia vittima nella catastrofe del 2004 dello tsunami, mentre trascorreva le vacanze natalizie in Thailandia.
Il film si apre con le immagini dei meravigliosi paesaggi thailandesi e dell'Oceano Indiano.
Segue poi il dramma dello tsunami in tutta la sua improvvisa violenza distruttiva.

 


L'attenzione ai dettagli ed il vivo realismo spingono lo spettatore ad identificarsi con i protagonisti mentre sono sott'acqua e lottano per sopravvivere.
La famiglia composta dai due genitori e i tre figli si trova improvvisamente separata dall'evento traumatico, ma i protagonisti non perdono mai la speranza di ritrovarsi e di trasformarre l'impossibile in possibile anche grazie alla solidarietà ed all'aiuto dei nativi del posto e degli altri sopravvissuti allo tsunami.

Il finale è un po' prevedibile, ma è godibile e assicura emozioni e buoni sentimenti fino all'epilogo.

 

Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche.