Se sembra lecito voler assomigliare a quello che può essere il proprio mito, spesso, però, si rischia di finire nell'eccesso. Almeno agli occhi degli altri. Dall'Australia, infatti, arriva quella che sembra essere la versione in carne ed ossa di Jessica Rabbit. Così, dopo gli autentici sosia umani di Barbie e Ken, abbiamo la sosia della curveggiante rossa che fece perdere la testa al simpatico coniglio Roger Rabbit. 

 
Parliamo della modella curvy PennyBrown che si è sottoposta ad un'operazione chirurgica in modo da far assomigliare le sue curve a quelle della protagonista del film"Chi ha incastrato Roger Rabbit?"del 1988.
 
 
La ragazza ha confessato quella che era la sua ossessione per questo personaggio: "La adoravo già da bambina, tanto che a cinque anni volevo già rifarmi il seno". La 25enne ha poi aggiunto: "Adesso ho un seno enorme, forse anche troppo. Forse ho esagerato, ma io mi piaccio così". 
 

Finalmente al cinema è giunto un atteso film d'animazione tutto realizzato in Italia, precisamente made in Napoli. Decisamente acclamato al festival del cinema di Venezia, parliamo de L'arte della felicità, unico film ad essere stato selezionato per la nomination Animazione dall’International Festival of Film of India. Questo lungometraggio in cartoon è stato realizzato per la regia di Alessandro Rak, già elogiato da coloro che in anteprima hanno potuto vedere il film.

 
Questo lungometraggio si interroga sulla vita e sulla morte, finendo dunque per eludere quella che è la normale leggerezza dei film di animazione. Il protagonista è un tassista decisamente malinconico che all'interno della sua auto vede sfilare ricordi, speranze, rimpianti, ma anche nuove occasioni. Il tutto offerto dai passeggeri che incontra fugacemente sul suo taxi. Sullo sfondo una Napoli degradata, dal cielo plumbeo mentre fuori infuria la tempesta.
 
Quella che sembra un'apocalisse personale diviene quella di una città, Napoli, a tratti definita anche iperrealista. Spiega Rak, napoletano classe 1977:
 
Si parte da quello che si ha: la propria terra, le proprie esperienze, le aspettative dei parenti e degli amici per raccontare il dilemma di una vita: se sia più nobile stipare nell’anima suggestioni e fantasmi di un’esistenza in città oppure armarsi contro un mare di sensazioni e interromperle raccontandole”.
 
Il film rappresenta dunque una sorta di viaggio introspettivo che porterà il protagonista a lasciare Napoli per raggiungere le montagne innevate del Tibet. La colonna sonora è firmata da artisti napoletani del calibro di 24 Grana, Foja e Joe Barbieri.
 
Ecco di seguito il preview del cartoon:
 
 

Una delle serie di cartoni animati più amate di sempre, Sailor Moon, è pronta a ritornare in grande stile dopo l'annuncio dello scorso anno alla convention francese Japan Expo.Il cartone animato ha compiuto 20 anni nel 2013 e tutti erano già pronti a gustarsi i nuovi episodi. I lavori, purtroppo, hanno però subito notevoli ritardi. 

 
In precedenza ci sono stati dei rilanci in DVD delle vecchie serie, mentre sui canali Twitter del Giappone si parlava di un ritorno, molto attese, prevista per l'estate e con uno streaming a livello mondiale. Ebbene, dati i ritardi, le nuove puntate saranno trasmesse nel 2014, ma verso la fine dell'anno, dunque in inverno.

Nel frattempo, in tutto il mondo, cresce l'attesa per i personaggi nati dalla matita di Naoko Takeuchi e capaci di coinvolgere tutti i nostalgici degli anni'90.