È uscito da pochi giorni nelle sale cinematografiche il film "Zero Dark Thirty" della regista Kathryn Bigelow, vincitrice Oscar nel con 2010 con il film The hurt locker. 

Il titolo della pellicola si ispira alla fascia oraria notturna in cui si eseguono operazioni militari segrete.
Il film inizia con l'ascolto delle strazianti voci registrate delle vittime dell' attacco alle Torri Gemelle del 2001.

 

recensione-film-osama-bin-laden


Ripercorre con dovizia di particolari il lavoro di intelligence e di indagini svolto dalla CIA tra il Settembre 2001 ed il Maggio 2011 con la cattura e l'esecuzione di Osama Bin Laden, nascosto in una villa bunker in Pakistan. La protagonista del film è Maya, un' analista della CIA: donna volitiva e determinata in un mondo maschilista, fa della ricerca e della cattura di Bin Laden la propria mission e ragione di vita.
Il film non è tratto da un libro, ma è stato realizzato sulla base delle carte e delle testimonianze degli agenti e dei tecnici della CIA raccolte dallo sceneggiatore nonché giornalista Marc Boal. Il risultato è un thriller ben costruito d'impronta quasi giornalistica.
Volutamente c'è un distacco emotivo nella regia che si percepisce anche nelle scene degli interrogatori e delle torture ai prigionieri sospettati di terrorismo.
L'unico limite del film è la lentezza della prima parte. Recupera brillantemente nella seconda. Il suo punto di forza è la capacità di tenere alta la suspance fino alla fine benché l'epilogo sia ben noto a tutti. Magnifica l'interpretazione di Jessica Chastain (Maya), vincitrice di un Golden Globe come migliore attrice.
Il film ha invece cinque nomination agli Academy Awards.

Ne risentiremo sicuramente parlare.


Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche.