Quello del colesterolo alto è un problema molto diffuso nel mondo occidentale che affligge ben 250mila italiani (si parla nello specifico di ipercolesterolemia familiare, cioè la malattia nella sua forma genetica). Responsabile di diverse malattie cardiovascolari, il controllo dei livelli di colesterolo aiuta a ridurre infarti e ictus: grazie ad una alimentazione sana ed equilibrata è possibile abbassare i livelli di LDL, conosciuto anche come “colesterolo cattivo”, ed evitare problemi a cuore e cervello.

Oggi vi mostro alcuni prodotti Proteicamed che ho acquistato e che consiglio a chi vuole iniziare un percorso di benessere che mira a una forma fisica sana e al benessere dell'intera persona.

Indossare lenti progressive per la prima volta può non essere un’esperienza piacevole proprio perché ci vorrà un periodo di adattamento. Non devi preoccuparti perché non è nulla di complicato o fastidioso, soprattutto se ti affiderai a ottici competenti che ti accompagneranno in questo percorso. Una volta che ti sarai abituato vivrai la tua vita al meglio e non dovrai più preoccuparti di cambiare occhiale per vederci bene a tutte le distanze.

Adattamento alle lenti progressive: cosa è importante sapere

Il periodo di adattamento oggi è relativamente breve, soprattutto se deciderai di acquistare lenti progressive di ultima generazione che sono formulate proprio per ridurre al minimo qualsiasi disagio.

Quando indosserai le tue lenti progressive per le prime volte potresti provare qualche difficoltà a scendere o salire le scale e sentirsi con la vista leggermente offuscata.

In altri casi e a seconda del difetto della vista da correggere potresti provare un po’ di affaticamento, vertigini e mal di testa. Sono tutti sintomi piuttosto comuni che svaniscono al termine del periodo di adattamento che varia tra i cinque ed i dieci giorni.

È tutta questione di movimento tra testa e occhi

Indossando gli occhiali con lenti progressive, quindi, dovrai semplicemente imparare a coordinare il movimento degli occhi e quello della testa in base al punto di osservazione. Dopo le prime volte in cui dovrai prendere confidenza con questo cambiamento riuscirai a gestirle senza nemmeno rendertene conto.

Ovviamente il tuo ottico predisporrà le lenti su misura per te e lo farà tenendo conto del tuo stile di vita e dei tuoi bisogni di correzione. Ti darà anche dei suggerimenti per affrontare al meglio l’adattamento e trovare immediato beneficio nell’uso di queste lenti.

Ricorda che solo i primi giorni saranno un po’ fastidiosi ma sarà nulla di complicato perché ben presto l’adattamento diverrà la tua routine e non ti accorgerai nemmeno di indossare le lenti.

Suggerimenti per adattarsi alle lenti progressive

Tra i suggerimenti raccomandati c’è quello di prestare attenzione quando scendi le scale, un momento in cui istintivamente tendiamo a guardare in basso con lo sguardo e non con la testa.

Con gli occhiali progressivi, tuttavia, dovrai abbassare il mento tenendo lo sguardo fermo in modo tale che gli occhi si focalizzano sulla parte alta della lente. In caso contrario potresti perdere l’equilibrio perché vedresti la zona dedicata alla visione da vicino.

Quando guidi, invece, dovrai tenere la testa in posizione normale per far si che il tuo sguardo utilizzi la lente superiore preposta a mettere a fuoco da lontano. Quando guarderai il cruscotto o gli specchietti, invece, dovrai accompagnare la testa e il movimento dello sguardo.

Infine quando leggi o guardi qualcosa da vicino utilizzerai la parte inferiore della lente che, per l’appunto, serve a focalizzare la vista a distanze ravvicinate. Se abbassi anche il mento, invece, l’occhio punterà sulla vista da lontano.

Non appena prenderai dimestichezza con questi due movimenti, occhio e testa, l’adattamento alle lenti progressive sarà terminato e la coordinazione avverrà in modo automatico. Se hai dubbi o domande non esitare a rivolgerti al tuo ottico di fiducia.

Chi ha i capelli fini lo sa bene: bisogna sempre fare attenzione a non spezzarli quando ci si pettina o persino durante il lavaggio. Questo deriva dal fatto che c’è una minor concentrazione di cheratina, la proteina principale della fibra capillare. Molto però dipende anche da alcuni fattori, come la predisposizione genetica, l’esposizione ad agenti inquinanti o un’eccessiva esposizione al sole e al vento, una cattiva alimentazione, trattamenti chimici che stressano i capelli o la carenza di vitamina D. Per ovviare al problema, perciò, è necessario in primis usare prodotti professionali per ispessire i capelli, seguire un regime alimentare ricco di sostanze nutritive, cambiare modo di lavare e asciugare i capelli, usare shampoo e balsami a base naturale in modo da rinforzare i capelli e dargli il giusto volume, maschere e impacchi a base di collagene, cheratina ed elastina al fine di idratare la chioma e ispessirla.

Le regole per rinforzare i capelli naturalmente

Prima di tutto bisogna ricordare la regola basilare: i capelli non vanno lavati tutti i giorni, ma solo 2-3 volte a settimana proprio per non stressare il cuoio capelluto. Occorre, ovviamente, usare prodotti professionali per ispessire i capelli come shampoo non aggressivi e balsami delicati per districare i nodi senza alcuna difficoltà, evitando di pettinarli e dunque di spezzarli ulteriormente. Poi è necessario prestare attenzione anche alla fase di asciugatura, ovvero: i capelli vanno asciugati all’aria se possibile e col phon solo se necessario. In tal caso è importante dirigere il getto d’aria verso le radici e usare l’asciugacapelli senza beccuccio e senza avvicinarlo troppo ai capelli. Non vanno usate piastre o spazzole riscaldanti troppo calde perché si otterrebbe solo un effetto di capelli bruciacchiati. Per dare il giusto volume infatti basta solo asciugarli a testa in giù e il gioco è fatto. Quando li si deve pettinare, invece, è fondamentale usare un pettine o una spazzola con setole morbide e poi usare solo prodotti che non appesantiscono il cuoio capelluto.

Infine anche cambiare dieta può aiutare a rinforzare i capelli. Largo spazio perciò agli alleati del cuoio capelluto, alimenti che contengono magnesio, zinco, ferro, omega3, vitamina E, vitamina B. Cioè vanno consumati verdura, frutta secca e pesce. In alternativa ci sono anche gli integratori alimentari, che contribuiscono a rafforzare i capelli fini in quanto contengono alcuni principi essenziali per il cuoio capelluto, come lo zinco che dona lucentezza, il ferro che li fortifica, la niacina che li idrata e li nutre, la biotina che ne contrasta la caduta.

Maschere e rimedi naturali per rinforzare i capelli fini

Validi alleati per rinforzare i capelli fini sono anche le maschere fai da te, i rimedi naturali per eccellenza che, associati al corretto regime alimentare e all’uso di prodotti professionali per ispessire i capelli, fortificano il cuoio capelluto. Qualche esempio? Le maschere per capelli a base di rosmarino, cedro e salvia o quelle all’argilla; la maschera preparata con i tuorli d’uovo o quella con henné, rosmarino e olio di germe di grano. Generalmente per farle a casa è sufficiente solo mescolare gli ingredienti fino ad ottenere un composto cremoso, applicarlo quindi sui capelli e lasciarlo agire per almeno un’oretta o un’oretta e mezza, risciacquare i capelli con abbondante acqua fino a rimuovere tutta la maschera naturale fai da te e i risultati si vedranno già nelle prime settimane, ovviamente se si rispettano tutte le “regole”.

Se pensate che bere e mangiare siano i soli verbi associabili allo yogurt, sappiate che vi sbagliate care amiche. Lo yogurt è in realtà un alimento molto sano, ricco di vitamina D e proteine, così come di probiotici. Lo yogurt vanta numerosi benefici per la salute e la bellezza e quindi vi diciamo che è sempre una buona idea tenerlo in frigo, ma non solo per mangiarlo!

 

Scopriamo dunque come usare lo yogurt in maniera alternativa.

1. Come maschera per capelli e balsamo

Lo sapevate che lo yogurt può essere usato come balsamo per capelli? Se è vero che lo yogurt fa bene alla pelle, esso è ideale anche per il cuoio capelluto e i capelli. Lo yogurt aiuta a far emergere la naturale lucentezza dei capelli e renderli morbidi e setosi. È possibile utilizzare lo yogurt come una maschera per capelli. Basta stendere dello yogurt naturale su tutti i capelli e risciacquare poi con acqua tiepida. Esso contribuirà a lenire un cuoio capelluto infiammato, a ridurre la perdita dei capelli e anche a bandire le doppie punte.

2. Come scrub naturale

Lo yogurt è uno dei migliori scrub naturali per le mani, i piedi e tutto il corpo! Mescolate lo yogurt con avena o scorze di agrumi essiccate e massaggiate la pelle con un movimento circolare e dolce, ma fermo, e risciacquate poi con acqua tiepida o fredda. Questo scrub naturale lascerà la vostra pelle liscia e idratata. Si presenta ideale anche dopo la rasatura o la ceretta.

3. Per sbiancare i denti

Se siete alla ricerca di un rimedio naturale per lo sbiancamento dei denti, optate per yogurt. I trattamenti di sbiancamento dei denti sono piuttosto costosi, quindi perché spendere i vostri soldi è possibile sbiancare i denti a casa? Strofinate po' di yogurt sui vostri denti ogni giorno ed entro un paio di settimane, i tuoi denti saranno bianchi scintillanti. Ciò è dovuto al fosforo e al calcio presente nello yogurt.

4. Per alleviare le scottature

Lo yogurt contiene zinco, che aiuta a lenire il bruciore e il prurito della scottatura. Applicate uno spesso strato di yogurt fresco direttamente sulla bruciatura e risciacquate con acqua fredda dopo 20 minuti. È anche possibile mescolare il vostro olio essenziale preferito con lo yogurt prima di applicarlo su una scottatura. Questo aiuterà a lenire la pelle infiammata.

 

5. Come vernice commestibile per bambini

Se i vostri figli amano colorarsi le dita e giocare con i colori, grazie allo yogurt e ai coloranti alimentari non dovrete più preoccuparvi. Basta aggiungere qualche goccia di colorante alimentare allo yogurt ed ottenere la pittura. Ora non dovete preoccuparvi più se il vostro bambino accidentalmente possa ingerire la "vernice".

 

6. Per realizzare una maschera per il viso

Ci sono molti modi per utilizzare yogurt naturale sulla pelle. Esso, infatti, è un ottimo idratante e può contribuire a illuminare la pelle, a sbarazzarsi dei cerchi scuri sotto gli occhi e anche a ridurre gli effetti dell'invecchiamento. Inoltre, lo yogurt aiuta a combattere brufoli e acne. Mescolate lo yogurt, avena e miele per realizzare una maschera per il viso o semplicemente per massaggiarlo. Lavate dopo 10 minuti.

7. Per creare dei graffiti di muschio

Se nel vostro giardino vi è un muro o una statua piuttosto malandato o in pessime condizioni, perché non realizzarvi dei graffiti di muschio con lo yogurt? Dipingete tutta la superficie con lo yogurt, ma assicuratevi che la cosa o il muro che state dipingendo si trovi in un luogo ombreggiato.

 

Dunque, care amiche, lo yogurt è sano e versatile, ed è un incredibile prodotto di bellezza. Voi conoscete anche altri usi per questo indispensabile alimento?