14 Ott

Perché l’amore fa soffrire?

Scritto da  |

L’amore, in molti casi, va a combaciarsi con la sofferenza. Se tutti si chiedono quale sia il motivo - aggiungendo un grande punto interrogativo - c’è chi invece usa l’esclamativo scrivendo: “Perché l’amore fa soffrire”, ossia il titolo del libro della sociologa Eva Illuz, docente della Hebrew University di Gerusalemme, nel quale la studiosa afferma che le donne soffrono tendenzialmente di più a causa delle strutture della società contemporanea.

 

L’autrice dichiara: “Intendo trattare l’amore alla stessa stregua in cui Marx trattò le merci, cioè mostrare che esso viene generato e prende forma da relazioni sociali concrete, che esso circola all’interno di un mercato di attori che competono tra loro in condizioni di imparità e che alcuni dispongono di maggiori capacità di altri di stabilire le condizioni della relazione”.

 

La sociologa asserisce, inoltre, che la libertà sessuale e l’autonomia individuale sono alla base di una diseguaglianza tra i sessi, la quale crea una pragmatica nuova sofferenza femminile. Attenzione, però: la Illuz ci tiene a precisare che il libro “Potrebbe sembrare un atto di accusa all’amore moderno, ma sarebbe più utile leggerlo come un tentativo di contrastare l’idea dominante che per sua natura l’uomo sia psicologicamente e biologicamente inadatto a legarsi, e che la donna dovrebbe modificare il proprio atteggiamento psichico per trovare e mantenere l’amore”.

 

 

 

 

Letto 2600 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Ottobre 2013 17:04
Vota questo articolo
(1 Vota)
Dario Russo

Ho lavorato per più agenzie, radio e giornali, entrando nel corso nel tempo anche nelle segreterie di produzione di varie rassegne musicali. 

Mi sono sempre occupato di progetti e studi inerenti alle strategie di web marketing e ai nuovi modelli di business, sopratutto in campo editoriale.


 

Amo suonare la batteria, il volley e la buona cucina.

BlogWired
 
 - Linkiesta
 


Linkedin
 
 - Facebook
 
 - Twitter
 
 - Youtube
 
 - Google+