Le Borchie protagoniste della moda 2012/2013

Chi pensava che le tanto amate borchie finissero nel dimenticatoio con la fine dell'anno vecchio, dovrà ricredersi. Passerelle, mercatini e atelier vari sono ancora pieni, stracolmi di abiti, scarpe, accessori decorati con le indiscutibili icone della moda punk anni '70, che svestiti i panni delle “bad girls” adesso fanno bella mostra di sé sui catwalk dell'alta moda e sembrano godere di ottima salute. Che siano applicate su un giacchetto di pelle, su una ballerina, su una borsa o su una camicia bon ton poco importa. L'importante e che ci siano e che siano tante.

L'utilizzo della borchia, come già accennato, risale agli anni '70 con l'avvio della cultura punk, che nasce sull'East Coast statunitense. Sarà però Londra che darà al genere punk la sua massima espressione, anche in termini di cultura e abbigliamento. Punk significa di scarsa qualità, da due soldi. Ed è così che la borchia veniva veniva utilizzata all'inizio: rendeva aggressivo il look semplice e sdrucito che indossavano i primi seguaci di questa cultura. Furono riprese negli anni '80, diventando l'accessorio rock per eccellenza, mentre negli anni '90 vennero utilizzate massicciamente dai dark. È però in questi ultimi anni che abbiamo assistito allo sdoganamento vero e proprio della borchia, che viene inserita anche negli abiti più eleganti o d'alta moda. Sono innumerevoli gli stilisti che l'hanno utilizzata per arricchire i propri capi, rendendola un must dei nostri giorni. Pioniere delle studded shoes d'alta moda è sicuramente Christian Louboutin: i suoi ankle boot e le decolltè sono un'icona fashion. Anche le comunissime e sempreverdi All Star sono state ricoperte di borchie, che le rendono ancora più grintose.

 

inserire-borchie-sui-jeans

 

A questo proposito, vi do un'idea low cost su come utilizzare le borchie. Le più creative o quelle che vogliono salvare qualche euro nel portafoglio, potranno trovare online tantissimi negozi che vendono inserti metallici di tutte le forme e colori. Con uno dei tanti tutorial che si trovano su youtube, potrete realizzare i vostri personalissimi capi borchiati low cost. Basta acquistare una maglietta anonima o un paio di ballerine al mercatino sotto casa, oppure tirare fuori dall'armadio quel vecchio paio di jeans (http://www.missatlaplaya.com/2009/04/diy-studded-jeans-more/) o quella borsa che ci ha stancate e che non mettiamo più (http://www.leblogdesushi.com/2009/07/diy-alexander-wang-inspired-studded-bag.html) e il gioco è fatto. Quindi via libera alla fantasia, senza preoccuparsi di spendere cifre astronomiche. E per quelle che amano osare ci sono perfino le studded nails. Qui spiegato come farle (http://www.youtube.com/watch?v=kP_7O0KnB8I).

Malcom McLaren, creatore e leader dei Sex Pistols, sarebbe senz'altro fiero di noi.
Perchè in borchia we trust!

 

Letto 3570 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Febbraio 2013 16:12
Vota questo articolo
(5 Voti)
Stefania Pianigiani

Nata a Siena, ho studiato e vissuto a Roma dove mi sono laureata in Lingue e Letterature Straniere. Dopo varie esperienze di studio e lavoro in diverse parti del mondo, all'età di 26 anni sono tornata a Siena, dove ho incontrato l'Associazione nazionale Città del Vino, dove da allora lavoro, collaboro attivamente anche con la rivista Terre del Vino. Appassionata di fotografia, turismo, equitazione, amo il mare, la moda, il buon vino e la buona tavola.