13 Dic

Shopping in pigiama e pantofole (parte 2)

Scritto da  |

Consigli utili.

Vi ho parlato, qualche giorno fa di come analizzare un probabile acquisto su internet. Quantificate i pro e i contro. Se i pro sono più numerosi dei contro non vi resta che procedere. Se i contro vi lasciano dubbiose avete due scelte: armarvi di coraggio per quella sciarpa introvabile o declinare tutto perché il rivenditore è sconosciuto e la sciarpa viene da un asiatico paesino sperduto!

Questi che posso fornirvi sono consigli, da una ragazza che ormai con gli acquisti su internet ci ha preso la mano. Almeno uno al mese; provenienti da diverse parti del mondo.

Perciò andiamo a vedere cosa sapere, cosa evitare e dove cercare:

Conoscere bene il vostro corpo : è importante sapere bene le vostre misure. Si sa che non tutte le marche hanno una uguale vestibilità. E’ proprio per questo che i siti mettono a disposizione delle “guide-taglia” a cui è consigliabile attenersi. Tenete sempre conto che le immagini dei capi in vendita sono fotografate su manichini. Per chi ha abbastanza “occhio” non c’è troppa difficoltà nel giudicarvi addosso un indumento. Ma se credete di non esserne sicure, è sconsigliato l’acquisto azzardato. Rischiereste di far diventare la “carinissima camicetta che SEMBRAVA perfetta” un cattura polvere nel cantuccio abbandonato dell’armadio! O in ogni caso, è sempre possibile un reso al fornitore!

Conoscere cosa si sta comprando : Se il vostro inglese è un po’ scarso, sarebbe da evitare un sito straniero, ma è innegabile quanto la loro merce sia più particolare. La foto dell’articolo è soltanto una foto, leggete bene la sua descrizione. Se presenti, leggete le recensioni. Diversi punti di vista potrebbero esservi utili. Se per esempio qualcuno commenta dicendo che il pantalone calza molto aderente, prendete una taglia in più!

Leggere i dettagli : Ogni qualvolta che comprate qualcosa da un sito è di fondamentale importanza leggere i termini e le condizioni della spedizione. Se non siete sicuri di una taglia e non c’è la disponibilità di cambiarlo facendolo tornare indietro al fornitore, ahimè, lasciate stare le scarpe che vi hanno conquistato alla prima occhiata! Oltre ad avere un paio di scarpe nuove e immacolate, avete soprattutto un paio di scarpe che non potete indossare!

Siti stranieri : Fidatevi sulla parola. I siti stranieri sono molto più aggiornati, vendono articoli più in voga. Stili particolari, British, punk, vintage, li trovate più spesso su siti di altre nazioni. 

Valutare l’affidabilità : Un sito, è molto più affidabile se già conosciuto da alcuni utenti ed è presentato al pubblico in maniera attenta ai particolari. Per le pagine, per esempio, di ebay date più affidamento a chi possiede un elevato numero di feedback (positivi ovviamente).

Prezzi : Spesso e volentieri per alcuni siti stranieri c’è da tener conto del cambio valuta. Prima di procedere al pagamento, convertite il prezzo finale (il più delle volte £ o $) in €. Tenete da conto il fatto che un prezzo alto in sterline è maggiorato in euro; un prezzo elevato in dollari è più basso in euro. 

Il buon mercato: State per esempio cercando di fare per regalo la mustache mug? La tazza con i baffi che adesso va tanto di moda?! Ormai, dato che è diventato un must, cercatela in più siti. Valutate su quale comprarla. Il prezzo varia spesso e volentieri da sito a sito!

Spedizione : Per quanto riguarda la spedizione, come ho detto nella lista dei pro e dei contro, è possibile che costi più dell’articolo stesso. Se possibile, condividete la spesa. Passate il sito ad una vostra amica, che potrebbe trovare qualcosa d’interessante. L’ordine sarà più alto e la spesa di spedizione converrà sia a voi che al vostro compagno di acquisti: la pagherete a metà! 

Pagamento : Questo è il passaggio che può destare più preoccupazione. Quando arriva il momento di saldare controllate che l’url (la barra dell’indirizzo web) cominci con https, così saprete che la finestra di navigazione sui cui state immettendo i dati della vostra carta è protetta e non può essere “spiata”. Per fare gli acquisti è consigliabile munirsi di una carta prepagata (tipo postepay) che ricaricate ogni tanto. Così, se siete sfortunati e fate un acquisto azzardato il cui rivenditore inaffidabile vi prosciuga 100€ , non avrete perso tutto il gruzzoletto dei 4 stipendi messo da parte con tanta parsimonia. Personalmente uso il metodo paypal. (è un sito che agisce come un vero e proprio conto corrente on-line) Tutto ciò che serve al momento del pagamento è mettere l’email e la password senza scrivere dati della carta. Quelli serve immetterli solo nel momento in cui vi registrate al sito (protetto) di paypal. 

Non prendete il vizio : Andare per negozi ci trasporta ancora quell’aria di shopping a cui siamo tanto legate e così deve rimanere. L’entrare nel negozio e interagire con l’ambiente in cui stiamo comprando è importante per noi donne. L’impatto che ha il luogo in cui facciamo acquisti è proprio uno degli aspetti che ci concede di far strisciare la carta e sfornare lo scontrino. La relazione con le vetrine dei negozi dovrebbe continuare ad assomigliare molto allo stile Hepburn in Colazione da Tiffany, perciò concedetevi gli acquisti online un po’ alla volta!

 

 

In conclusione la cosa più importante è non agire d’impulso. Bisogna leggere attentamente, analizzare il sito, il rivenditore, i feedback, la sicurezza nel pagamento, perché i dettagli sono fondamentali. Non vi resta, a questo punto, che impugnare la tazza del the e provare! Navigate sui siti e puntate ai regali di natale più ricercati. Tutto questo comodamente seduti a casa vostra… Per l’appunto in pigiama e pantofole! 

 

Potrebbe interessarti: I migliori siti per lo shopping online

 

Letto 10989 volte Ultima modifica il Martedì, 26 Marzo 2013 10:04
Vota questo articolo
(3 Voti)
Federica Pocaterra

"Ho il carattere tipo delle donne. Lo sono nella mia totalità: insieme alle debolezze alterno gli alti e bassi, dettati dalla lunatica predisposizione femminile! Le mie passioni sono pressoché quelle stereotipate di noi donne: shopping, scarpe, make-up, outfits, gossip, tendenze, cucina, cura della persona e tanto altro. Praticamente gli ingredienti di contorno della dieta della femminilità. 

Mi piace scoprire cose nuove, ed è per questo che i viaggi mi appassionano anche solo immaginarli. 

Adoro scrivere. Qualsiasi cosa - E come adolescente DOC tenevo dei diari, ancora ben custoditi nel cassetto, dove incameravo piano piano le passioni odierne. 

A scuola sono sempre stata la sarcastica di turno e a tal proposito, infatti, faccio uso spropositato di stupefacenti quali l’umorismo in pillole. Grandi dosi che però non provocano mai assuefazione. 

Mi definisco divertente; alla mano; solare e un buono scrigno di consigli di qualsiasi genere!

Cerco nelle persone e nelle esperienze di tutti i giorni le schegge mancanti del mio bicchiere, scagliato per terra dalla mia totale mancanza di pazienza nel capire se era mezzo vuoto o mezzo pieno… Sintomatica reazione a un carattere lunatico di una donna!

In generale sono prima di tutto questo: una donna. Il che contiene di per sé tante mille sfaccettature "