03 Dic

Sua maestà... La borchia

Scritto da  |

Mia nonna diceva che chi indossa, quei ridicoli spuntoni su per giubbini di pelle e stivaloni al ginocchio, fosse un motociclista forestiero venuto in paese per attaccar briga.

Ma sfogliando giornali di moda, e passeggiando in centro per vetrine, si può notare che lo spuntone o l'applicazione di metallo, fa tendenza sempre di più, nella nuova collezione autunno/inverno 2012/2013.

Eccola li, cosi piccola e pur appariscente, sua maestà la borchia fa da padrona su ogni tipo d'abbigliamento o accessorio.

La moda tutta italiana venuta ad “illuminare” i nostri capi neri e non solo, che disegna figure pittoresche come quelle di crani fino ad arrivare a figure geometriche. 

Vestiario, non più etichetta, di soli centauri de-modè, ma lusinga d'ogni donna che voglia apparire alla moda. 

Eccentricità applicata ad ogni capo, dal cappellino di lana alla scarpetta, quotidianamente indossata da milioni di donne d'ogni età, borse immense e luccicanti, bracciali vistosi e guanti di pelle con piegone. Uno stile casual che si tinge di rock, con sfumature di ritrovata armonia di colori tenui che raccontano tempere sabbiose in contrasto con uno stile dark tutto d'un pezzo.

Questo racconto di passerelle d'alta moda, che propongono una donna fiera di se, che non ha bisogno di chiedere mai. 

Padrona del suo modo di essere e d'apparire, e dal portamento equilibrato. Manager dalle mille sfaccettature, che promuove la comodità di uno stivaletto basso in puro stile borchiato di giorno, e un tronchetto vertiginoso di sera anche solo per una pizza con le amiche.

 

 

Moda inusuale che però piace proprio a tutti, da grande a piccini, nonne sprint e ragazzine alla moda sfoggiano completi arricchiti da applicazioni bizzarre.

Stile figlio di un tempo nel quale lo sprint e il coraggio caratterizza il carattere di tutti impegnati a far quadrare i conti.

Ma questa insolita moda, che presto ci farà somigliare a cucchiaini d'acciaio messi in verticale, non celerà una mancanza di stile? Ci ritroveremo a doverle indossare anche su per gli slip creando situazioni come dire.... imbarazzanti?

 

Letto 58367 volte Ultima modifica il Mercoledì, 09 Gennaio 2013 15:19
Vota questo articolo
(9 Voti)
Chiara Ambroselli

Amo la dinamicità, il sorriso curativo delle persone, ma più di tutto adoro quell'impeto magico che mi travolge l'anima quando incomincio a scrivere. 

Ho amato la scrittura e la letteratura, da quando ho scoperto, cosa l'inchiostro di una biro potesse comporre su un foglio bianco. 

Mia madre racconta che da piccola ho parlato e camminato tardi, io sostengo che fomentavo il lungo cammino, da condurre e cosa scrivere sul diario di bordo.

Il merito d'aver avuto coraggio nel cimentarmi nella scrittura, lo devo a mia madre, che non ha mai smesso di ripermi, che avevo delle qualità nascoste, non smetterò mai di ringraziarla.

Amo leggere e scambiare opinioni su qualsivoglia argomento. Credo che la bellezza del giornalismo stia nel riportare, durante gli articoli, la voce delle persone e le reali problematiche, della gente che scende in piazza.

Mi auguro che i miei articoli possano piacere a tutti indipendentemente dal sesso o dall'età.

Grazie comunque per ogni condivisione e replica costruttiva al mio personalissimo pensiero, contenuto in ogni articolo.

Auguro a tutti buona lettura

Sito web: twitter.com/Chiarettayubi

Articoli correlati (da tag)