Dalle collezioni delle fashion week di quest’anno abbiamo visto modelli plasmati con coloratissime stampe che hanno conquistato non soltanto gli appassionati, ma anche i divi del cinema e le popstars. Si riscopre il “vintage” e il fascino del mondo della pop art e dei comics.

Se negli anni ’90 erano Batman, Superman e Spider Man a dominare la scena, ora arrivano nei negozi i capi trend ispirati ai cartoons!

Il mondo di Disney veste ancora grandi e piccoli con Mickey Mouse e Minnie stampati (proposte della “capsule collection”).

Ritornano con ironia stampe e fantasie ispirate ai personaggi dei fumetti ma anche le avventure dei mitici “heroes” di Stan Lee perché, come afferma il fashion designer Phillip Lim, "Tutti vorrebbero abiti con “superpoteri” presentando la sua nuova pre-collezione A/I 2012-2013 ispirata alle tele dell’artista pop Roy Lichtenstein.

 

 

 

Jeremy Scott con la collezione A/I 2012-13 ha esaltato la donna “crazy” ispirata alle geniali trasformazioni di Lady GaGa, con le sue stravaganti acconciature e i make up nature con lip gloss blu shocking per provocare! Sfilano t-shirt bianche stampate su gonne semplici in pelle, con giacche rigorosamente tagliate alla perfezione stampate di comics e indossate con pantaloni a sigaretta bianchi o neri con effetto “stencil”. Simpatiche le t-shirt trasparenti stampate con il simbolo della pace, indossate con mini dai colori sgargianti, metallici come i plateau glitterati ormai un must per le serate più originali!

Fantastici i mini dress laminati con sfumature mille colori “rainbow” ma sempre stampati con le attualissime emoticon gialle o con le facce gialle dei Simpson.

Iceberg per la sua collezione P/E 2012 si affida all’icona della bella Valentina che ritroviamo con il suo caschetto nero corvino dentro maxi stampe di maglie black/white.

Un must il make up smockey e l’acconciatura platinata con frangia. Di successo anche i long dress aderentissimi stampati di stelle psichedeliche o mattoncini con sfumature arcobaleno optical che rivoluzionano nel tentativo di ritrovare il senso dello storico “the wall” anche per questa generazione cresciuta a pane, Facebook e iPhone! 

 

Letto 3354 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Gennaio 2013 13:02
Vota questo articolo
(3 Voti)
Assunta Petruzzi

Scopro la mia prima passione per il disegno, i cartoons e i fumetti a cinque anni. 

Un pò più tardi, scopro il “richiamo” per la poesia partecipando a numerosi concorsi.  

Studio teoria musicale dedicandomi al canto registrando demo e audio booklet partecipando al Premio Lunezia Giovani Autori. 

Schizzi, bozzetti, disegni, dipinti ad olio, acquerelli, diventano espressione della mia versatilità artistica.

scopro pian piano l’interesse per il cinema, la sceneggiatura, i costumi, le scenografie e le colonne sonore, e inizio a scrivere racconti ispirati alla letteratura fantasy. 

Scrivo il mio primo romanzo "Dove scorrono le emozioni" e, nel 2004 completo “Mai nata”, mentre nel 2009 scrivo “Tutto il tempo del mondo”. 

Nel 2007 le viene riconosciuta la pubblicazione accademica dell’analisi delle strutture narrative del film “La leggenda del pianista sull’oceano” di G.Tornatore e nel 2010 vince una borsa di studio (critica cinematografica/sceneggiatura) con il concorso “A Better Tomorrow” della scuola di cinema "Sentieri Selvaggi" a Roma.

Attualmente continua a dedicarsi alla realizzazione di nuovi progetti artistici, collabora con autori, band, artisti e scrive recensioni e articoli su riviste e siti d'arte, moda, eventi e cinema.

Sito web: blog.libero.it/writedaybyday/?nocache=1347899245