Mara Nathalie Bertocchi

Mara Nathalie Bertocchi

Mara, aka Nathalie, aka Red Head, una ragazza con un cassetto pieno di sogni: vorrei vedere il mondo, vorrei fare la differenza, vorrei crescere un husky dai grandi occhi azzurri color del ghiaccio e vorrei rendere orgogliosi i miei cari. Vorrei realizzarmi, vorrei andare a letto e pensare ogni notte: "Olè! Domani è un altro giorno!" Non come Rossella O'Hara ma come la ragazza dai capelli rosso magenta, con i desideri comuni a tanti, ma che ha reso propri e che ha colorato a suon di pennellate intinte nella tavolozza del suo mondo.

URL del sito web: http://www.redheadshooting.blogspot.it/

Per l'ultimo appuntamento con la rubrica “ Vestiti in base al tuo corpo”, mi occuperò delle donne a Rettangolo, dette anche “Donna a grissino”. Si tratta di una silhouette che conosciamo tutti benissimo dato che gli stilisti ne sono da anni ossessionati. Ma c'è chi è dotata di un bel fisico slanciato, un buon metabolismo brucia calorie e gambe chilometriche solo grazie a madre natura e queste signorine e signore non vanno dimenticate!
Le caratteristiche base della donna a rettangolo sono i fianchi della stessa larghezza delle spalle, e forme scarse che cercherò di insegnarvi a valorizzare al meglio.

 

Consigli-abbigliamento-donna-rettangolo-magra

 

Soprabiti: tutti i soprabiti troppo larghi e lunghi rischiano di appesantire la figura! No all'effetto tenda o lampione, sì ai giubbotti corti o ai cappotti a tre quarti che movimentano la figura e non la spezzano.

Vestiti: sì a tutti gli abiti che non evidenziano particolarmente il punto vita: tuniche, vestiti di lana, con scollo all'americana … non c'è proprio rischio che cadano male! Da evitare i modelli con gonna a ruota molto aperta e da valutare quelli senza spalline, soprattutto se le spalle sono particolarmente pronunciate e magre. Anche i tagli a impero sono da scartare perché il seno piccolo verrebbe ulteriormente sminuito e non gli renderebbero giustizia.

Pantaloni: le uniche limitazioni da imporre sono per i pantaloni a vita molto alta che, slanciando molto la gamba, non donano alle più alte. Per il resto tutto è concesso: pantaloni a palazzo, a vita bassa, a sigaretta, capri ( perfetti per le più alte! ), pantaloni da cavallerizza e bene anche ai leggings ( da NON indossare con maglie e maglioni corti ). Evitate i pantaloni aderenti neri stretti sulla caviglia se avete gambe particolarmente slanciate e magre perché creano un brutto effetto “insetto – stecco”!

 

Consigli-abbigliamento-donna-grissino

 

Gonne: la donna a rettangolo può permettersi ogni tipo di gonna, deve solo stare attenta a quelle oltre la caviglia perché, se molto alta, potrebbe essere scambiata per una tenda indiana. Le minigonne vanno benissimo, osate, osate!

Maglie e maglioni: sì a magliette lunghe che superano i fianchi ( indicate coi leggings ), maglie dritte che si arricciano in vita e tagli a pipistrello. Un buon alleato è il gilét, morbido, anche di paillettes per brillare come una stella! Via libera a maglioni lunghi, larghi, a trecce, a maglia grossa, con maxi bottoni e tasche che non rischieranno di infagottare la figura e daranno forma al corpo. Perfetti i colori accesi e chiari e tutti i tipi di scollo eccetto quello a “V” che fa sembrare le spalle più larghe e il seno ancora più piccolo, ma per ovviare questo brutto effetto potete esibirlo con una canottiera sotto.

Scarpe: libertà di scelta per quanto riguarda le scarpe, ma con qualche limitazione sul tacco. Se siete molto minute evitate il tacco altissimo o sembrerete sui trampoli. Per il resto sono concessi cinturini alla caviglia, tronchetti, stivali a metà polpaccio e addirittura i cuissardes.

 

Ecco tutti gli altri consigli: 

Consigli per la Donna con fisico a triangolo 

Consigli per la Donna con fisico a triangolo rovesciato

Consigli per la Donna con corpo a clessidra

Consigli per la Donna con fisico a mela o cerchio

 

Penultimo appuntamento per la rubrica “Vestiti in base al tuo Corpo” (qui trovi i consigli per donne con il fisico a triangolo e a triangolo rovesciato)!

Questa volta parleremo della silhouette a Mela.
La donna a mela tende ad accumulare peso nella zona della vita, viene perciò definita donna a cerchio. E' caratterizzata da spalle e sedere della stessa larghezza, seno e fianchi spesso poco prosperosi e punto vita poco accennato. Le gambe possono essere slanciate e magre e in questo caso vanno valorizzate a dovere.

Capi spalla: cappotti corti che non superino i fianchi, dritti o scampanati. Evitate cappotti che scendano oltre metà coscia o vi nasconderanno le gambe. Evitate cinture in vita che infagotterebbero la figura. Mantelle sì, ma solo se lunghe fino ai fianchi e non troppo svasate.
Vestiti: bene i vestiti corti, la lunghezza ideale è a metà coscia. Se il seno è prosperoso sono consigliati gli abiti a impero, un po' svasati, o avvitati, ma con un punto vita alto. Se si ha poco seno, vanno bene anche gli abiti a tunica o a trapezio. Entrambe le categorie devono evitare fantasie importanti, righe orizzontali o applicazioni voluminose. Evitate i vestiti troppo stretti in vita e quelli con gonna molto ampia a ruota.
Gonne: ottimo alleato per la donna a mela, permettono di mostrare le gambe concentrandovi l'attenzione! A metà coscia, al ginocchio, sono le lunghezze ideali: più lunghe potrebbero appesantire la figura facendola sembrare un monolite. I modelli migliori sono quelli dritti o leggermente svasati, scartate balze e tutto ciò che fa volume a livello bacino e se avete le gambe magre una gonna a palloncino non molto ampia vi donerà così come gli shorts.
Pantaloni: è consigliabile scegliere pantaloni e jeans a sigaretta o a zampa! Da scartare pantaloni da cavallerizza o quelli a taglio maschile con pinces in vita e più stretti in fondo, allargherebbero il bacino.

 

Silhouette-mela-fisico-a-cerchio


Maglie e maglioni: per chi ha tanto seno è meglio preferire modelli a impero o che accompagnino il seno e poi cadano leggermente svasati. Mentre chi ha poco seno ha una scelta più ampia, ma eviti in ogni caso i modelli con elastico in fondo, grosse applicazioni o fantasie orizzontali. In entrambi i casi lo scollo a V assottiglia la figura, da evitare che sia troppo profondo per non ampliare le spalle. Se amate i maglioni che arrivano ai fianchi, prediligete modelli che siano svasati e non infagottino. Da scartare maglioni con punto grosso e applicazioni! I maglioni larghi e dritti vanno bene solo se accompagnano il fisico e non sono quindi stretti in fondo, meglio se aperti e legati sotto il seno con una cintura o un bottone. Scatenate la fantasia!
Scarpe: se le vostre gambe sono lunghe e snelle evitate le scarpe con tacco molto alto e sottile, per non esasperare l'effetto. Se le gambe sono più cicciottelle, evitate cinturini alla caviglia che fanno effetto “mortadella insaccata”: si a decolleté con tacco alto che slanciano! Sandali okey purché i listini non stringano il piede, se non siete molto alte evitate sempre tronchetti taglio caviglia: segano malamente la figura accorciandola.

 

Hai il corpo a Clessidra? qui i consigli per valorizzare le tue forme 

 

Ben trovate con un nuovo capitolo della rubrica “vestiti in base al tuo corpo”!
Capire come siamo fatte, saper valorizzare le linee della propria silhouette è fondamentale per ogni donna. Dopo i consigli utili per i corpi a Triangolo Dritto e a Triangolo Rovesciato, parliamo della silhouette a Clessidra. Assai ricercata negli anni '50, il vitino di vespa con forme superiori e inferiori burrose è stato un must per le nostre nonne e madri e sta lentamente ritornando di “moda” anche ai giorni nostri. Personalmente lo adoro! Una donna senza curve, è come un cielo senza stelle: può essere bello, ma paragonarlo col fascino di un tappeto blu scuro tappezzato di luci bianche è impossibile.
La donna a clessidra è dunque una donna tutta curve ma con la vita sottile. Tende ad accumulare peso uniformemente, anche su braccia e seno, ma mantiene comunque il punto vita molto segnato.
Ecco i capi giusti per poter valorizzare questa Silhouette!

 

Capi spalla: preferite cappotti e trench avvitati e con cintura, evitando però spalline imbottite ed eccessive decorazioni sul dorso. Da scartare anche il doppio petto, perfetti i colori scuri e le fantasie e cuciture verticali. Per giacche e giubbotti preferite modelli non troppo corti, meglio se arrivano almeno alle anche e stretti in vita.

 

Vestiti: tutti gli abiti avvitati sono perfetti, meglio ancora i wrap dress. Se i fianchi sono particolarmente robusti, meglio preferire modelli svasati che ricadono morbidi sui fianchi, ma se volete osare e andare fiere del vostro lato b, anche il modello a tubino va benissimo!

 

Gonne: potete osare con gonne a matita che enfatizzano le vostre curve. La lunghezza ottimale è al ginocchio.

 

Pantaloni: prediligete pantaloni che modellino i fianchi. Non sono da scartare i modelli aderenti, dritti o attillati dal ginocchio in già, ma che non fascino troppo polpaccio e caviglia. Preferiteli però in tessuto resistente che modelli la figura e aiutatevi con colori scuri! Evitate pantaloni capri a meno che non siate molto alte e con caviglie relativamente sottili!

 

Maglie e maglioni: da evitare tutti i modelli larghi, sì e ancora sì agli avvitati! Perfetti gli scolli a V, i colori scuri e i modelli semplici. No alle maglie lunghe a vestitino, a meno che siano tagliate a impero e molto svasate sul fondo. Vanno bene tutti i maglioni avvitati, i cache coeur, i cardigan abbottonati in vita e corti. Perfetti, oltre agli scolli a V, quelli ad anello o a madonna, da evitare quello a barchetta che allarga ulteriormente le spalle. Evitate tutti i maglioni che nascondono il punto vita, soprattutto quelli lunghi oltre i fianchi! Avete una bella vita: valorizzatela!

Consigli-silhouette-clessidra

 

Scarpe: con gambe particolarmente robuste, ripiegate su un tacco a cono o ancora più spesso, per evitare di creare troppo stacco con la figura. Perfette le recenti rivisitazioni vintage delle scarpine anni '50 e '60! Il vostro fisico diventerà più slanciato e sinuoso anche con poco tacco, ma evitate i cinturini alla caviglia.

 

Il 21 Maggio 2013 è uscito Love, lust, faith + Dreams, il quarto cd firmato 30 Second to Mars e pochi secondi dopo la pubblicazione delle tredici canzoni che lo compongono su i – Tunes store e la messa in vendita nei negozi di dischi di tutto il mondo, i fan della band sono impazziti inondando la rete di commenti entusiasti, foto con i loro dischi, fan art e tanto altro ancora.

Erano ormai mesi che tutti i social network, mezzi ampiamente utilizzati dalla band per il loro intelligentissimo, fittissimo e ottimamente strutturato piano di viral marketing, erano invasi dall'hashtag #MarsIsComingToltaly: il singolo “Up in the Air” è stato addirittura lanciato nello spazio il 1° marzo 2013 grazie a una collaborazione dei 30 Second to Mars con la NASA e Spacex. A bordo del razzo Falcon 9, partito da Cape Canaveral, Florida, non c'erano solo attrezzature e strumenti vari utili all'equipaggio della Expedition 34, ma anche lo – è il caso di dirlo - “spaziale” singolo della band statunitense. Jared Leto, Shannon Leto e Tomo Milichevic, erano presenti al lancio in orbita della loro canzone e hanno coinvolto i loro fan, gli Echelon, pubblicando foto e commenti entusiasti su Instagram e Twitter, regalando loro non solo un momento indimenticabile ma anche l'anteprima mondiale del singolo estratto dal loro ultimo album.

 

Nuovo-album-30-second-to-mars

 

Il lavoro per Love, lust, faith + Dreams è durato due anni fra scrittura e registrazione delle canzoni ( Jared Leto ne ha scritte 70 durante il lunghissimo tour di “This is War” ), lavorazione che ha visto diversi paesi del mondo, come l'India e l'Europa e si è conclusa in California, dove ha sede lo studio di registrazione della band.

Jared Leto, front man della band, ha rilasciato parecchie interviste durante il suo tour promozionale in giro per il mondo e più volte ha ribadito che Love, lust, faith + Dreams rappresenta per i 30 Second to Mars un nuovo inizio, una ridefinizione della band. Completamente differente dal super rock “This is War” ( terzo cd dei Mars ), perché loro “non amano ripetersi” e volevano creare dinamicità, volevano rompere le regole. Lasciatemelo dire: ci sono riusciti alla perfezione.

Il disco è un concept album su amore, lussuria, fede e sogni, tutte “parole” che fanno parte della vita di ogni essere umano e forse è proprio per questo che è così bello sentirle cantare dalla splendida voce di Jared Leto, una voce che è in grado di far sognare: dream. Questi concetti sono stati interpretati in undici pezzi, dentro ognuno dei quali sono nominati almeno una volta.

Birth, Conquistador, Up in the Air, City of Angels, the Race, End of all Days, Pures of Varanasi, Bright Lights, Do or Die, Convergence, Northen Lights, Depuis le début: quarantaquattro minuti e cinquanta di musica coinvolgente ed entusiasmante, in puro stile 30 Second to Mars!

E se volete vivere veramente Love, lust, faith + Dreams, i 30 Second to Mars saranno a Padova e Lucca in luglio!

 

Scopri gli altri articoli di Musica