Care amiche, se fino ad oggi abbiamo da sempre associato la parola "preservativo" ai nostri amati maschietti che lo indossano sul proprio membro al fine di proteggere da malattie e da gravidanze indesiderate nel corso del rapporto sessuale, da oggi le cose cambiano. Sebbene non molto usato, esiste anche il preservativo femminile che, nel corso del tempo, potrebbe diventare un valido sostituto di quella bustina di lattice comunemente destinata agli uomini.

 

Il preservativo femminile si presenta con un condom pensato per la contraccezione femminile e come strumento di tutela da malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV e il Papillomavirus, oltre che da gravidanze non volute. Il preservativo rosa prende il nome di Femidom. Sebbene in Italia non sia ancora disponibile, esso è stato messo in commercio in altri paesi già 15 anni fa ed è stato vivamente raccomandato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come valido mezzo di prevenzione.

 

Il materiale con cui è realizzato è molto più resistente del lattice che va a comporre il tradizionale preservativo maschile. Il preservativo femminile è lungo 17 centimetri ed è costituito da specie di tubo che va inserito in modo tale che l'anello scivoli sotto l'osso pubico, tale da far si che il contraccettivo resti aderente alle pareti vaginali. L'anello, invece, più morbido permetterà ai due partner di fare sesso senza avere fastidi, essendo anche dotato di un certo livello di lubrificazione. 

Ogni confezione da tre pezzi costa circa 7 euro.

 

 

Care amiche, preferite il vostro uomo sbarbato completamente o con un pizzico di barbetta che lo rende più maschio? Sembra che, almeno per i maschietti over 25, un po' di barba sia d'obbligo. Scopriamo insieme il perché.

 
1. L’uomo con la barba è "più maschio". Ci piace anche il trasandato chic, l'importante è che la barbetta ci sia. 
 
2. L’uomo con la barba sembra più grande. L'uomo con la barba ci sembra più vissuto e capace comunque di donarci un maggiore senso di protezione.
 
3. L'uomo con la barba fa più paura e quindi in qualunque caso sarà in grado di difenderci. La barba ce lo impone.
 
4. La barba va di moda. Se ci guardiamo intorno vedremo uomini con pizzetti e baffi in linea con la moda del momento. Insomma anche la barba, per i maschietti, rappresenta un vero e proprio accessorio trendy. Come la borsa per le donne.
 
5. La barba conferisce una sorta di ruolo conferendo quel pizzico di autorità che decisamente non guasta.
 

Se in precedenza abbiamo verificato come spesso i maschietti molto giovani tendano ad essere attratti da donne mature, spesso anche ragazze giovanissime tendono a scegliere uomini molto più grandi e che, quindi, presentano anche maggiore esperienza in campo sessuale. Quante volte sentiamo parlare di ragazze di 20-25 anni che si fidanzano con uomini che hanno anche 60 anni, spesso per puro interesse economico. Ebbene, il sesso però c'è comunque e forse tali donne sono spinte anche da un pizzico di gerontofilia

 
Può accadere che una giovane donna, ad esempio, si senta attratta da un uomo molto più vecchio, perché non trova interessanti i propri coetanei. Ciò potrebbe accadere perché i coetanei della ragazza in questione non le danno le sicurezze e la stabilità che cercano. Un certo fascino può essere esercitato anche dal fatto che un uomo maturo ha una certa esperienza alle spalle, piuttosto di un ragazzo che ora si appresta a conoscere il mondo. Anche sessualmente, gli uomini maturi si mostrano intraprendenti e ispirano più fiducia, regalando alla giovane compagna delle belle attenzioni particolari. L’uomo maturo sa come trattare una donna tra le lenzuola e decisamente si sente anche più frizzante a causa della sua relazione con una donna più giovane da dover soddisfare.

 

Entrano in gioco anche le fantasie sessuali delle ragazzine che immaginato di essere possedute anche da un uomo non bellissimo fisicamente ma che sia in grado di sfogare perverse fantasie su di loro e spezzare lo schema familiare nel quale sono state per diverso tempo intrappolate. Alcune ragazze giovani vogliono essere usate come bamboline del sesso, rimandando ad un certo complesso di Edipo, a tratti incestuoso.

 

E voi, amiche, cosa ne pensate?

 

 

Care amiche, oggi affrontiamo un argomento davvero scottante: sesso. Qual è il popolo che meglio se la cava sotto le lenzuola? Lo abbiamo scoperto grazie ad un sondaggio realizzato da One Poll per conto del Daily Telegraph. Ad essere intervistate ben 15mila donne che sembrano non aver avuto dubbi nel decretare quello che secondo loro sono gli uomini più calienti: ovvero gli spagnoli.

 
In seconda posizione troviamo i brasiliani, mentre gli italiani devono accontentarsi del gradino più basso del podio: la terza posizione. La soddisfazione per i maschietti italiani rimane comunque e soprattutto nel fatto di aver superato i cugini francesi (spesso odiati) che si collocano in quarta posizione. A chiudere la top 5 dei popoli più caldi tra le lenzuola, un po' a sorpresa, ci sono gli uomini d'Irlanda, terra spesso ricordata più per le piogge e le verdi colline che non per le doti amatoriali dei loro maschi.
 
Non solo. La ricerca, condotta tra donne di diversa nazionalità, ha messo anche in evidenza che i tedeschi sarebbero invece i peggiori e che sarebbero "troppo puzzolenti" a detta delle donne intervistate. Anche gli uomini svedesi sembra che non siano proprio i più calienti al mondo: sebbene, infatti, facciano innamorare le donzelle grazie ai loro occhi chiari, sembrerebbero troppo sbrigativi a letto. Non soddisfano neppure gli inglesi (troppo pigri), gli olandesi (troppo dominatori) e gli americani (troppo agitati).
 
E voi, amiche, cosa ne pensate?
 

Care amiche, volete sapere qual è il momento  giusto per fare sesso con il vostro uomo? Presto detto. Il sabato alle 19:30. A rivelarlo è stato un sondaggio condotto da Lovehoney.com, secondo il quale il 44% dei partecipanti ha ritenuto che il sabato in primissima serata sia il momento migliore per fare sesso. 


Un 22% preferisce la domenica, mentre il restante 22% ritiene che migliore sia il venerdì sempre in serata. Da un punto di vista scientifico, sembra che il sabato il fisico sia più rilassato e propenso al sesso intorno alle 16:33, ma che in genere non si hanno rapporti fino alle 19:33. 
 
Circa un quarto degli intervistati ritiene di essere eccitato al mattino, ma solo il 10% di questo gruppo pratica poi concretamente del sesso. Il restante 90%, infatti, non fa sesso al mattino a causa della mancanza di tempo che porta infatti le coppie ad avere rapporti quando si è più tranquilli. Questa è la ragione per la quale si preferisce il sabato sera in previsione poi di una mattinata tranquilla, come potrebbe accadere di domenica quando non  si lavora e ci si può rilassare.