06 Set

Minimal or romantic?

Pubblicato in Outfit

Nota sin dall’epoca degli antichi romani con il nome di “subucula”, la camicia ha accompagnato l'uomo nel corso dei secoli, assumendo ruoli sempre diversi. Utilizzata, dapprincipio, come parte dell'abbigliamento intimo, in epoca medievale divenne un pegno d’amore e, verso la fine del Seicento, si trasformò ulteriormente in un simbolo di agiatezza e prosperità, grazie a decori di pizzo e gorgiere.

Espressione di classe, di eleganza, di appartenenza ad un gruppo, la camicia vanta una lunga storia ed una grande tradizione. Nonostante i gusti e le sue interpretazioni siano cambiati nel continuo rincorrersi di periodi storici, essa è, tuttora, un caposaldo dello stile.

Indumento immancabile nel guardaroba, grazie alla sua versatilità, permette di sbizzarrirsi con accessori ed accostamenti, per rendere il nostro look a volte casual, a volte chic. Classica o sagomata, in lino o cotone, bianca o di qualsivoglia colore, sono i dettagli a regalarle un tocco di originalità e ricercatezza.

 

 

Un modello essenziale e rigoroso, caratterizzato da toni neutri e tagli precisi, per chi segue le regole del “less is more” e vuole imporsi con decisione e semplicità; una versione delicata e femminile che gioca con fiocchi, trasparenze e decori per chi ha un’essenza più romantica e sognatrice.

In ogni caso: camicia sia!

 

12 Feb

Outfit sotto la pioggia

Pubblicato in Outfit

 

La mattina, di sottofondo il rumore della pioggia. Giornate in cui il letto ci invita caldamente a non abbandonarlo, ma prima o poi la giornata deve cominciare.
Gli appuntamenti ci aspettano, e dobbiamo affrontarli. Allora viene la solita domanda, cosa indosso?

Io particolarmente in questi giorni comincio a vestirmi proprio dai piedi.
Cosa intendo? Scelgo prima la calzatura, cioè delle comodi ed immancabili stivali da pioggia. E da lì completo il look. Se piove, ma comunque non fa freddissimo, vanno bene dei pantaloncini abbinati con delle calze belle calde. Sopra? Un maglioncino pesante, una camicia e un cappotto! Pronte? No, ci mancano i dettagli, quelli che fanno la differenza. Sia di inverno che di estate mi piacciono tanto le borse grandi, così per questa giornata piovosa non potevo fare a meno di una delle mie borse marroni, in cui le cose raramente si ritrovano, ma che va benissimo per portare l'ombrello.

Ed il tocco finale: una calda sciarpa di lana!

 

outfit-sotto-la-pioggia

 

outfit-pioggia

 

outfit

 

lifestyle

 

leidonnaweb-outfit

 

outfit-invernale

 

outfit-stivali

 

Scopri gli altri outfit

 

Vi è mai capitato di avere nel armadio quel capo intramontabile che pur non essendo un granché, lo indossate sempre, alla prima opportunità?
Ecco a voi il mio:

 

maglione-righe-H&M

 

 

Un maglione a righe di H&M comprato a Roma due anni fa. Non ho capito ancora il perché, ma è diventato uno dei miei capi preferiti.
Può darsi che sia perché fu il mio primo acquisto nella Capitale, assieme a uno smalto rosso, oppure per quanto è comodo!
Comunque sia non perdo l'occasione di mettermelo, anche per un appuntamento importante, ovviamente di giorno, però! E direte... ma che palle sempre con questo maglione
Appunto, per questo cerco di dargli un tocco particolare, e originale! Ho provato a mettere collane dorate, orecchini vistosi... spille! Ma non mi convincevano così tanto, finché ho provato a mettere questa blusa coi colletti tondi di Zara!

Grazie alla quale si potrebbe anche indossare di sera, facendolo ancora più versatile!

 

 


Che ne pensate!?

 

Scopri gli altri outfit

 

Care amiche, finalmente possiamo dirlo: la primavera è arrivata…anche se un po’ in ritardo!!

Finalmente dopo intere settimane avvolte nell’umido grigiore, obbligate a portare i cappotti e i piumini invernali, oltre la normale data “di scadenza”… ecco arrivare il sole e con lui il nostro guardaroba si riempie di colore e nuovi capi da sfoggiare per essere ancora più radiose!

 


So che molte (io per prima) avranno l’ansia del cambio di stagione, quel fatidico momento in cui bisogna fare delle scelte, che si sa, per noi donne, quando si tratta di abbigliamento e accessori, risultano scelte difficilissime e da ponderare! Non riusciremo mai e poi mai a liberarci del maglione ormai infeltrito perché “sta perfettamente con quei jeans a sigaretta” o ad abbandonare i nostri mitici stivali dall’aria vissuta, giusto perché “sono perfetti quando piove”... ormai abbiamo dei capi che sono parte di noi, ma purtroppo (o per fortuna) bisogna fare un po’ di spazio per tutte le cose nuove acquistate durante la stagione appena conclusa… e siate sincere, ne avete prese davvero tante e lo spazio sembra sempre troppo poco!

 


Ma bando alle ciancie… dopo aver superato questo trauma, inizia la fase di stupore… capi ancora con il cartellino presi nei saldi la scorsa estate, magliette che non ricordavamo di avere, short che magicamente tornano ad andar bene… e decine di sandali, infradito e ballerine rispuntano nelle nostre scarpiere! I colori ritornano nell’armadio, basta grigio, nero e marrone… colori pastello, fiori, fantasie, toni più caldi e accesi, vestitini leggeri e sobri, costumi, smalti super colorati e iper-fashion… ognuna di noi ha il suo stile, ma sarete d’accordo con me sul fatto che la primavera porta gioia e allegria e lo si nota anche da come ci vestiamo.
Archiviati sciarpe, cappelli e guanti, fanno capolinea foulard, trench, giubbini di pelle, zeppe e costumi da bagno… Amiche mie… mi raccomando, non esagerate, non mescolate le fantasie e state attente agli abbinamenti, perché l’errore, e quindi la caduta di stile, è sempre in agguato!

 

Potrebbe interessarti anche: La it bag della primavera 2013

 

Curvy Pensiero su moda e dintorni. 

Chi l'ha detto che oltre una certa taglia è meglio evitare le gonne e preferire i pantaloni? Perchè mettere al bando stivaletti alla caviglia e tacchi altissimi? Scegliere di non prestare attenzione al proprio outfit per il semplice fatto di avere quei 6-7 chiletti in più servirà solo a mortificarsi: i paletti mentali vanno abbattuti subito, perché non è vero che determinati capi stanno bene "solo alle magre". Ecco qui i capi e gli outfit più femminili ma indicati per chi non è propriamente una taglia 38. Pronte per la primavera.


Abiti: al contrario di ciò che si pensa, il taglio impero va evitato. Eliminando del tutto il punto vita, darà l'effetto ottico di una palla. Meglio puntare sul wrap dress, l'abito a portafoglio morbido sui fianchi ma che evidenzia spalle, seno e vita. La lunghezza è di 10 cm sopra il ginocchio. Per quanto riguarda il colore, il nero è un evergreen, ma sì anche alle stampe a ai colori pastello. Il tubino nero va bene sempre, a patto che non sia troppo corto e che abbia le spalline per sostenere meglio il seno: fascia i fianchi e pialla la pancia. Per una serata importante poi, spostate l'attenzione sulla schiena con un abito dalla scollatura che arrivi fino appena sotto le scapole. Vedere Adele e Caro Emerald.

 

Pantaloni: il migliore per le cosce forti resta il jeans taglio bootcut, non troppo aderente ma nemmeno troppo a zampa, dà l'effetto ottico di assottigliare le cosce. Il lavaggio scuro è preferibile, da abbinare con qualsiasi scarpa. Lasciate perdere i modellanti, se non volete un sedere alla JLo. L'alternativa al jeans è il pantalone con le pinces: in cotone, da mettere con camicia, ballerine e maxisciarpa. Assottiglia subito polpacci e caviglie. Gli shorts? No a quelli di jeans. Sceglietene un paio sobrio, da città, non troppo aderente sulla gamba.

 

Intimo: lasciate perdere tanga e perizoma, sì a culotte retrò a vita alta e reggiseni a balconcino in tutte le sfumature di colore. Nascondono i punti strategici evidenziando quelli più femminili, creando una linea da pin up anni 50. Sì anche alle sottovesti, purché morbide e non troppo aderenti. Bandite il pizzo e preferite il tulle, che scivola meglio sul corpo.

 

Giacche: vince il blazer maschile. Morbido e da lasciare aperto, da sfoggiare nei colori forti di stagione su abitini e camicette più femminili. La giacca di pelle è da evitare, preferite un parka leggero nelle tonalità neutre non troppo lungo (un pelo sotto i fianchi è la lunghezza ideale). Le giacchine avvitate o quelle sciancrate non sono proprio il massimo: meglio un giacchino di jeans corto e con maniche a tre quarti, che non evidenzi troppo i fianchi ma esalti il seno in modo soft.

 


Gonne: no alle lunghezze troppo mini. La gonna ideale per chi ha dei chili in più è quella a vita alta, aderente, a loungette. Il sedere sembrerà più alto, e riproporziona tutta la figura. Oppure, sì a una maxigonna leggera ma lunghissima, come vanno ora, da indossare con le bluse in seta. Per la sera sceglietene una a pieghe, morbida e altezza ginocchio.


Maglioni: quelli leggeri primaverili sono il top. Con le spalle scivolate e un po' grunge, larghi quanto basta, da indossare con leggings e ballerine o scarpe da tennis. Oppure, i microcardigan da allacciare con un solo bottone, in vita, per sottolineare i fianchi nascondendo la pancetta.

 

Stampe e colori: sì a colori vivaci per i cardigan, i foulard, gli abitini. Per le giacche il cachi e il sabbia sono perfetti, mentre per i pantaloni puntate sul lavaggio scuro per il jeans o sul salvia per i pantaloni in cotone. Il nero va bene è per tutto, ma è primavera, sbizzarritevi. Le stampe migliori? I pois piccoli, cerchi e geometrie pop, floreale e qualche pezzo animalier. Ricordate che i tessuti migliori sono il cotone, il lino, il suedè, seta e maglina. No categorico al raso, all'acrilico, all'acetato e alla pelle.

 

Scarpe: scegliete pure gli ankle boots, basta che siano color tortora o beige, e appena un pelo più basse della caviglia: slanciano la gamba e stanno bene con abitini e shorts. Per quanto riguarda i tacchi, sì alle pump altissime con punta un po' allungata (sono tornate alla grande) ma evitate le punte tonde e il mezzo tacco. Le ballerine e i sandali ultrapiatti vanno bene sempre, ma con dettagli gioiello.

 

Camicie &co: si alle camicie morbide e alle bluse in seta bianche, da indossare con tutto. Le canottiere vanno bene, purché con spallina non troppo fine e dal taglio lungo fino a sotto i fianchi. Le tshirt migliori sono quelle dalle maniche a pipistrello, morbide e e ampie, stanno bene sia con la gonna che con il pantalone. Infine, sì alle camicie da uomo da lasciare aperte e da indossare con una maglia basic sotto, una cintura e i jeans o gonna lunga.

 

Prendete spunto dalle tante ragazze curvy che aprono un blog, perché alcune sono davvero brave e meritano: date un'occhiata a thecurvyblogger.com...

 

Potrebbe interessarti anche: Bella tutta: I miei grassi giorni felici