08 Feb

Mini guida di sopravvivenza ai trend inossidabili

Scritto da  |

Moda Strong: come abbinare i pezzi forti. 

Ci sono alcuni capi che non si portano con facilità o che, una volta indossati, risultano "troppo". Mini guida di sopravvivenza ai trend inossidabili ma così complicati da portare.


Pelle nera: il total look evitatelo se non avete un fisico a prova di aderenze. Sì a pochi pezzi, ma strategici: il pantalone in pelle va con il maximaglione e magari una cinturina sottile in vita, per un look un po' parisienne. Se optate per una blusa in pelle o una camicia, sotto sì a una gonna a tubo non troppo corta o il classico pantalone slim. Il chiodo? Con abitini molto femminili per la sera, jeans e biker boots di giorno.

 

come-abbinare-pelle 


Borchie: scarpa, abito e pochette borchiata hanno stancato e rendono un outfit troppo pesante. Le decolteè o gli anfibi borchiati con jeans e blazer bon ton funzionano sempre e non sono mai esagerate. Se le borchie sono sulla giacca, sotto una maxicamicia con leggings per l'ufficio, e di sera shorts e stivali bassi per un tocco decisamente rock. Con l'abito borchiato sì a tacchi altissimi ma in colori neutri. Se invece puntate sugli accessori, basta un bangles e rendere il tutto più "cattivo". Se amate le sneakers invece, abbinatele a una gonna molto lunga e a un top basico.


Frange: danno un tocco country anche al più semplice degli outfit, ma qui basta poco per cascare nell'errore "sembro PocaHontas". Scegliete solo gli accessori: una maxibag o un paio di stivali, altrimenti risultereste eccessive. Si abbianano con tutto, e non stancano mai (consiglio: il colore migliore è il marrone).


Stampe: fare un mix n match di stampe è difficile, a meno che non vestiate Emilio Pucci da capo a piedi. Dosare, please. Preferite pezzi semplici e facilmente abbinabili, come la blusa in seta, il maxifoulard o l'abito morbido passe-partout. Se volete abbinare più stampe, fatelo ma a una condizione: stampe molto diverse e sui pezzi chiave. Un esempio? Il cappotto pop sull'abito batik. E accessori che smorzino il tutto.

Total Jeans: si può, si può. Basta abbinare il giubbetto di jeans a conquestasche in denim e maglietta bianca, con sneakers e coda per un effetto street style. Oppure, camicia di jeans con shorts e tacchi esagerati, per sembrare una vera star anni 50. Una dritta: camicia di jeans abbottonata fino al collo per non scoprire troppo e shorts a lavaggio scuro.

Varsity Jacket: la giacca stile college sta impazzando ovunque. Ma come usarla con disinvoltura senza sembrare troppo una quindicenne? Basta sceglierla over, da indossare sopra agli abiti per un effetto girly, o con i jeans e gli anfibi, stile James Dean.

Flower Power: è uno dei must (vedi la Conscious collection H&M), come sempre, della primavera. Se ve la sentite, il total look sta bene a tutte, basta spezzare con gli accessori. Altrimenti, il pezzo forte sono i pantaloni "fioriti". Da usare 24 ore al giorno, in ufficio con la camicia o il pull, di sera con blazer nero e tacchi altissimi. Sempre chic.

 

H&M-Collection

 

Sneakers con zeppa: spopolano da un bel po' e alzano di qualche centimetro, ma non sono certo semplici da indossare. Il mio consiglio: camicia in seta semplice o maglioncino minimale. Sì ai jeans e, come accessori, una tracolla molto semplice.

I jeans destroyed: riesumate il caro e vecchio denim strappato. Ma evitate l'abbinamento classico e scontato con giacca in pelle e stivaloni. Sì al bon ton: colori sorbetto, tacco altissimo e pochette. Anche di giorno.


Letto 4680 volte Ultima modifica il Venerdì, 08 Febbraio 2013 18:07
Vota questo articolo
(4 Voti)
Benedetta Manuka

Mi chiamo Benedetta Manuka.

Universitaria all’ultimo anno, studio scienze della comunicazione e d’estate mi diverto a fare l’animatrice, per viaggiare tanto e spendere poco. Vivendo in Italia sono ovviamente squattrinata ma con grandi sogni. Volevo scrivere un libro. Fare un Master in giornalismo. Viaggiare per il mondo, per scoprirlo. Comprare una mega macchina fotografica.

Possedevo 40 euro. Ho comprato le Winston Blu e ci ho pianto sopra. Così ho pensato di scrivere gratuitamente e aprire un blog. Magari un giorno mi permetterà di lavorare in una redazione, così da diventare direttore e poi... Ecco che ci risiamo. Sogni più ambiziosi di quelli di Bill Gates a 19 anni. Vado a prendere il Gewurtztraminer. Con il Brie e il pane. è stata la mia spesa di oggi e me la godo fino in fondo, va.

Sito web: themilanstoryteller.wordpress.com