17 Feb

La tradizione lascia sfilare il moderno, i look di Sanremo 2015

Scritto da  |
Il più tradizionale degli eventi, Sanremo permette di far incontrare il classico e il moderno. Questa edizione 2015, involontariamente, ha fatto da passerella ad un'altra grande promessa italiana. Non parlo di cantanti, ma di designer!
 
Con la scelta stilistica dell imprevedibile Arisa, siamo stati illuminati da un nuovo concetto di scarpa, proprio quando dal lungo abito rosso della cantante sbucavano fuori timidamente delle décolleté color nude, decorate da calde labbra color fuoco. Per non parlare. invece, dell'outfit in bianco, che sembrava esser stato creato in onore delle exclusive shoes, provocatorie e rivoluzionarie, ma allo stesso tempo, armoniche e oscillanti tra pittura e scultura, dai dettagli ricercati e originali. Insomma, vera moda! Auntetica tendenza ed elegante oopera d'arte!
 
Creatore di cotanta bellezza, Nicolò Baretta, che in un soffio di vento, ha creato il piccolo ed eclettico impero "Giannico"!(www.giannicoshoes.com). Il talentuoso 19enne milanese e australiano di adozione, in un'intervista, sottolinea il determinante distacco dal suo Bel Paese, per andare alla scoperta della bellezza atemporale.
 
"Quando ero in Italia il mio concetto di bellezza era quello standard perchè in questo paese ci sono  delle forti tradizioni che creano dei preconcetti.Crescendo a Sydney, invece, sono stato influenzato da diversi fattori culturali ,traendo anche ispirazioni dall'arte moderna dalla musica pop e punk che mi ha permesso di aprire nuovi orizzonti e scoprire un'ideale di bellezza più moderno ed uno stile molto più forte ed internazionale".
 
Nei suoi lavori, Baretta si lascia influenzare da grandi esponenti dell'Arte Conteporanea come Picasso,Dali,Hirst, dando vita a delle vere e proprie celebrazioni, dall'estetica del colore fino ad arrivare alle forme, rigorosamente in chiave ironica. Sicuramente, l'apparizione delle sue creazioni all'interno del Festival di Sanremo avrà ulteriormente rafforzato quella che è la sua figura all'interno del Fashion.
 
Ma il giovane Guru delle shoes,vanta ormai il sostegno di grandi istituzioni italiane, non dimenticandoci la gavetta e i vari contest all'interno dei quali si è saputo difendere fin troppo bene, tanto da essere definito,letteralmene, "il Prodigioso della calzatura".
 
 
E allora, se "Sanremo é Sanremo",  l'Italia é grembo d'arte e, questa volta, ha dato realmente spazio ai giovani anzi, direi ai giovanissimi!
 
 
 

LEGGI ANCHE: MARC JACOBS, MAKE UP PRIMAVERA 2015

Letto 1915 volte
Vota questo articolo
(5 Voti)
Aurora Tomassini

Sono nata a Roma nel '90 ho intrapreso da subito lo studio dell'arte, diplomandomi in catalogazione e restauro dei beni culturali.

Nutro da sempre la passione per ogni genere di colore e musica.

Il mio percorso formativo è iniziato con la pittura per poi sfociare nel campo della moda.

                 Pittrice

ATTIVITÀ:Visual merchandiser

                 Consulente d'immagine.

 

PECULIARITÀ:Ironia

                         Spiccata sensibilità creativa con il fiuto per le ultime tendenze

                         Emotività travolgente

Sito web: www.wedding-planner-roma.it