23 Nov

Piccoli passi

Pubblicato in Bambino

Dal giorno della nascita, al momento in cui i nostri bebè iniziano a diventare autonomi, alzandosi sulle proprie gambette per poi compiere i primi passi nel mondo... i bellissimi piedini del nostro angioletto devono essere custoditi in scarpine comode, è importante quindi che abbiano un corretto sostegno al piedino per evitare un successivo sviluppo negativo dello stesso, si devono poi adattare al piede e non viceversa e i materiali devono essere naturali e traspiranti.

La scelta delle scarpine non è cosa da poco, non bisognerebbe mai affidarsi né ai consigli di amiche o amici né tanto meno al sentito dire di persone che dispensano consigli, ma chiedere informazioni specifiche a esperti o pediatri perché come diceva sempre mia nonna i piedi ci sostengono tutta la vita e bisogna prendercene cura già dal primo istante di vita.

Infatti, s’inizia quando ancora sono nella culla, dove le ossa del piedino non sono ancora del tutto calcificate, quindi sarebbe meglio usare per il minor tempo possibile sia scarpine sia calzine, lasciando il posto alle tutone morbidone con i piedini o alle ghettine; importanti invece sono le scarpine da culla che riparano il piedino dal freddo e sono morbidissime in modo da non creare fastidi al bimbetto.  

La NATURINO per esempio fa una linea che si chiama Pulcino che serve solo a questo scopo, io le ho usate per il mio Mattia e le ho trovate non solo carinissime esteticamente, ma estremamente morbidose; insomma giuste per accudire al piedino del mio amore.

E quando cresce, dobbiamo fare ancora più attenzione ricordandoci che Il piedino del nostro angioletto fino al momento in cui inizia a camminare è completamente piatto, ed è proprio l’atto del camminare che fa si che si formi l’arco plantare.

 

 

Ecco quindi qualche informazione per scegliere al meglio:

La tomaia deve essere morbida e flessibile, per dare la giusta mobilità al piedino, la suola deve essere antisdrucciolo per la sicurezza di angioletti e serenità delle mamme sempre in ansia che il loro piccolino possa farsi del male e deve inoltre proteggere sia la pianta sia le articolazioni del piede. Se la parte anteriore deve essere avvolta dalla morbidezza, la parte posteriore, quella del tallone, deve essere sostenuto in maniera più rigida e infine la soletta... migliore se estraibile per essere tolta e rimessa dopo l’uso delle scarpe per l’igiene del piede.

Il piedino dei bambini, secondo l’età, cresce di norma di due numeri l’anno, è importante controllare sempre la scarpina perché molto spesso i bambini non si lamentano se la scarpa è diventata piccola e quindi fastidiosa per le loro ditina.

L’ideale sarebbe usare un misuratore di piedino, spesso non basta il classico tocco col dito sulla scarpina per vedere se il ditone tocca la punta perché i piccolini sono bravi a ritrarre le dita, con il misuratore inoltre si può calcolare, oltre alla lunghezza del piede, anche lo spazio giusto per dare alle dita la giusta libertà all’interno della scarpa.

 

TACCHI ALTI: AMORE/ODIO?!?

Che dilemma tremendo!!!
Io credo che la maggior parte delle donne (forse addirittura tutte) amino il mitico tacco 12!
Sto parlando del tacco a spillo, il più elegante, chic, sexy, quello che slancia la gamba, risalta la femminilità, ecc. ecc. ma........
QUANTO E' SCOMODO???????
Per fortuna, in nostro aiuto, sono arrivati i plateau ovvero i rialzi della suola, che rendono la calzatura più comoda in quanto diminuiscono l'ampiezza dell'angolo di appoggio del piede.
Grazie a questi, portare i tacchi è diventato un po' più comodo ma bisogna stare attente al portamento!!!
Come già detto il tacco slancia la figura ma se non si riesce a camminare comodamente si rischia di fare una brutta figura!!! (scusate il gioco di parole!)
Avere ai piedi splendidi tacchi aiuta a sentirsi più alte e più donne ma se il risultato è quello di sembrare giraffe che camminano sui carboni ardenti io preferisco guardare le giraffe allo zoo dall'”alto” dei miei 165 cm puliti!!!!!
Oggi la moda arriva in nostro aiuto...

 


Per questa primavera infatti il tacco si abbassa e soprattutto si “allarga”!
In estate va di moda la comodità del tacco grosso e si aggiunge anche il cinturino alla caviglia che ci aiuta ancora di più a camminare comodamente e godere al meglio i nostri amatissimi tacchi!!!!

Come sempre il mio consiglio è quello di usare la moda per valorizzarci e se, come me non siete ottime equilibriste da tacco stiletto, approfittate della moda di quest’anno... correte alla ricerca delle vostre Tangerine!!! Tacco grosso e cinturino alla caviglia!!!

 

Potrebbe interessarti anche: Scarpe: La nostra passione. Scegliamo quelle adatte a noi

 

 

L'estate è la stagione che amo di più per mille motivi ma soprattutto tre in particolare: i sandali, le ballerine e le infradito! La nuova collezione della Maison Valentino sembra essere disegnata appositamente per me!

 

Borsa-scarpe-Valentino-collezione-estate-2013


La loro nuova collezione ha come protagonisti pizzo, borchie e pietre! I colori si alternano: si va da quelli più chiari a quelli più scuri.... La nuova collezione di questa Maison ormai è ai piedi di tutte (noi) blogger: si va da Erika Boldrin blogger di My free choice a Elisa Taviti del blogger My fantabulous world!

 

Collezione-Valentino-2013


La Maison Valentino, insomma, non finisce mai di stupirci! Questa volta ha disegnato una collezione per chi non vuole mai passare inosservato (in senso postivo, ovviamente).

 

Scarpe-valentino-ballerine-sandali-estate-2013

 

Quindi la nostra estate sarà all'insegna del particolarismo e dei colori fluo con le borse che sembrano fatte di materiale plastificato o arricchite di pietre nere luccicanti che al buio ti fanno scintillare per essere al centro dell'attenzione!

 

 

Guai a chiamarla plastica trasparente. 

 

Esattamente due anni fa, passeggiando per i negozi, la mia attenzione fu catturata da un paio di ballerine gialle in PVC con delle applicazioni di cristallini neri; bene, quelle ballerine di Brio Italiano furono il mio primo acquisto di un accessorio in plexiglass, le indosso ancora oggi e sono un gioiellino del mio guardaroba!

È inutile dirvi che chiamare il PVC semplicemente plastica trasparente, non rende onore alle meravigliose creazioni che gli stilisti delle più grandi case di moda hanno progettato per la stagione estiva.

Sono rimasta letteralmente affascinata dalle scarpe in PVC realizzate da Valentino e Gianvito Rossi; Sembrano scarpette create con il cristallo, originalità pronte a renderci delle vere e proprie Cenerentole se abbinate all'abito giusto e soprattutto con gusto!

Promuovo a grandi voti sia le borse, sempre in PVC, create da Chanel, sia le collane interamente in plexiglass, create dalla stessa, raffinatissima casa di moda: catene trasparenti su cui vengono montati maxi strass appariscenti ma allo stesso tempo sofisticatamente glamour.

Che dire dei soprabiti in questo, particolarissimo materiale? Beh, sicuramente idonei ad evidenziare l'intero look senza rinunciare a coprirsi da vento o pioggia. Cool!

 

Pvc-Moda-Accessori-Scarpe-Borse

 

Il mio consiglio, quindi, è quello di armarvi di un accessorio, una borsetta o uno spolverino in PVC; non potete lasciarvi sfuggire questo favoloso fashion trend che ormai spopola fra le ragazze di tutto il mondo.

Ora sono curiosa di ricevere qualche vostro parere: piace anche a voi o preferite i cari, vecchi e classici materiali?

 

Potrebbe interessarti pure: Borsa trasparente. Tutto a portata di mano

 

 

Come avrete sicuramente intuito dal titolo, quest'estate andrà di moda la stampa camouflage.

Un tempo ero davvero scettica in merito all'utilizzo della fantasia mimetica; Pensare alle divise dei militari con tanto di pantaloni dotati di tasconi, mi portava inevitabilmente a privare la donna della sua femminilità.
Per fortuna i sopracitati pantaloni, considerati trendy molti anni fa, sono inevitabilmente diventati fuori moda, lasciando spazio ad un adattamento del camouflage pensato proprio per noi donne.
Via libera a pochette, mini-dress, pantaloni aderentissimi, maxi-gonne e camicie dall'adorabile stampa mimetica!
A mio parere, per noi donne sempre di corsa, l'ideale sarebbe procurarci un pantalone skinny a stampa camouflage.
Per un evento serale, consiglio di abbinarlo a maglie sul bianco o nero (anche il bordeaux non mi dispiace affatto) e di indossare tacchi altissimi per un risultato femminile senza cadere nell'esagerazione.
Di giorno, invece, per le ragazze che come me preferiscono la scarpa bassa, consiglio di abbinarlo ad una sneakers (scopri qui le sneakers piu cool) ed una maglia spiritosa, magari con scritte colorate. Ricordate che per questa stagione sarà ammesso qualsiasi slogan possibile sulle vostre coloratissime tee.

 

maglie-militari-camouflage


Che dire delle maxi-gonne in stampa mimetica? Originalissime e super glam. Mi raccomando a non esagerare con gli accessori, in questo caso finirebbero per appesantire il look.
Se sceglierete di orientare il camouflage a camicie e giacche, il mio consiglio è di portarle assolutamente aperte, magari su maxi-dress tinta unita.
Tutte ad acquistare il vostro capo a stampa mimetica allora, ma ricordate di non dar fondo al vostro portafoglio, anche acquistando low cost si può ottenere un ottimo risultato!
Concludendo, vorrei ricordarvi di fare attenzione a mixare altre stampe con il camouflage, sarebbe facile cadere in errore.
Tuttavia, vi consiglio di provare un mix con quella leopardata per un effetto inaspettatamente...curioso!
Al prossimo articolo.

 

Ti interesserà pure: Pvc Mania: Borse, Scarpe e non solo