H&M conscious collection 2013 

Lei è Vanessa Paradis, attrice e cantante, molto nota per aver avuto una lunga storia col bel tenebroso Johnny Depp, relazione dalla quale sono nati due figli. Artista eclettica, questa primavera sarà anche il volto della nuova linea ecosostenibile di H&M, la Conscious Collection. Il colosso svedese promuoverà una collezione di capi rigorosamente ecofriendly, realizzati tutti con materiali a ridotto impatto ambientale come cotone organico, poliestere riciclato e Tencel, una fibra ricavata dall’eucalipto, senza uso di pesticidi e con un moderato apporto di acqua.
Vanessa, già volto per Chanel, si è mostrata molto sensibile a questa iniziativa, dichiarando in conferenza stampa di amare il perfetto connubio tra sostenibilità e vintage/old fashion, stile che peraltro occupa ampio spazio nel guardaroba dell’attrice francese.
L’intera collezione sarà disponibile nei negozi a partire dal 21 marzo, per aprire le porte a una primavera 2013 dedicata alla reinvenzione di una moda tanto più originale quanto più pensata sul recupero del già utilizzato.
Parallelamente al lancio della campagna H&M offrirà un servizio di raccolta di abiti usati: i clienti potranno portare presso qualunque punto vendita H&M i propri capi senza distinzione di marca, e ricevere per ogni “borsata” di abiti un voucher del valore di 5€ per una spesa minima di 40€, fino a un massimo di due borse al giorno per ciascun acquirente.
Quale sarà il “dress code” della nuova collezione H&M? Dalle foto trapelate in rete la tendenza si baserà su uno stile casual ma non trasandato, dominato da colori pastello e tonalità semplici e naturali, abbinati a stampe floreali.

 

H&M-conscious-collection


Sarà disponibile anche una versione uomo della Conscious Collection: blazer, pantaloni khaki o chinos, camicie con stampa Ikat e shorts. Intanto possiamo ammirare Vanessa Paradis indossare ora un prendisole giallo arricciato sul fondo, ora una giacca utility impreziosita da strass e abbinata a un paio di pantaloni con stampa jungle.

 

Scopri le altre tendenze del 2013 


Girare per negozi è sempre un po' stressante, il centro commerciale lo si evita come la peste e stiamo chiuse al lavoro 8 ore al giorno. La primavera però è alle porte e il bisogno di shopping lo si sente eccome: voilà i migliori siti di shopping online, veloci e sicuri, ma soprattutto con una vetrina online fantastica. Per fare shopping e anticipare i trend con la comodità del divano e della connessione internet…

 

Asos: la redazione seleziona settimanalmente i migliori capi della settimana e gli affari più vantaggiosi. Trovate sempre sconti e ribassi, e nei periodi dei saldi tutto è fuori al 70% in meno. Su Asos la spedizione è gratuita, e troverete dai designer emergenti a quelli più affermati, dai marchi più costosi a quelli meno costosi (date un occhio a quelli firmati Asos perché sono bellissimi e molto cheap). Nella sezione Marketplace è possibile comprare e vendere ciò che non usate più, mentre in quella Outfit e Look potrete creare i vostri outfit e condividerli con la comunità di Asos. Un sito davvero interattivo che vi permette di fare affari supervantaggiosi su scarpe, pull, jeans e vestiti.

 

Mytheresa: il sito dello shopping online per eccellenza. Mytheresa tiene pochi marchi, ma che portano i nomi di Balenciaga, Valentino, Miu Miu, Jimmy Choo, Saint Laurent e altri colleghi dell’haute couture. Nella sezione nuovi arrivi vi segnalano giornalmente i nuovi capi arrivati per tenervi sempre aggiornati. I saldi purtroppo non durano tutto l’anno, ma arrivano comunque fino al 60% quando ci sono. Oltre a borse, abiti, scarpe e accessori qui troverete anche la gioielleria dei grandi designer: luxury shopping a 360°.

 

 

Yoox: su Yoox non c’è solo moda. Arte e design sono finalmente disponibili online e si possono acquistare pezzi di artisti emergenti direttamente da casa. Per quanto riguarda l’abbigliamento troverete i grandi stilisti, da Cavalli a Viktor & Rolf. Anche qui i saldi arrivano fino al 60% su tutti gli articoli compresi i gioielli. Per quanto riguarda il Design vi consiglio i giovani emergenti (costano meno) e tenete d’occhio i saldi di Kartell. Inoltre il sito collabora spesso con gli artisti per creare collaborazioni esclusive. Lo stesso per quanto riguarda l’arte: dalle fotografie ai quadri e stampe, potrete acquistare a prezzi davvero bassi.

 

Zara: sgomitare dentro a Zara è un classico ma per fortuna adesso c’è lo shop online. Nella sezione People potrete postare i vostri outfits firmati Zara, con il lookbook potrete vedere il catalogo completo e vi consiglia gli abbinamenti migliori. Credo che quello ci Zara sia il sito più ben fatto tra tutti i marchi low cost, e si può acquistare anche tramite app per iOS e Android.

 

Unique-way: tutti i marchi dell’alta moda, ma proprio tutti, dall’A alla Z. Qui potete trovare il meglio dei vostri stilisti preferiti: collezioni, gioielli, collezione casa, beauty. Il sito vi segnala i must have della stagione e trovate sempre saldi e sconti su determinati articoli. Il magazine online è molto interessante ed è disponibile in tedesco ma anche in inglese. Altra cosa interessante: il sito cerca spesso collaboratori per la comunicazione, la grafica e il cool hunting nella sezione “career”. Tenete d’occhio i giveaway: spesso ci sono concorsi a premi per i followers.

 

Amazon: tutto per tutti. Amazon è un enorme centro commerciale virtuale dove trovate proprio tutto. Si può vendere, comprare e adesso anche regalare creando speciali lift card da spendere sul sito. Consiglio più che altro gli articoli di elettronica perché spesso hanno un prezzo inferiore a quelli acquistati in negozio, e occhio ai prodotti creati apposta per il sito perché spesso sono pezzi unici davvero introvabili. Un acquisto si tutti: il Kindle. Adesso è fuori a 79 euro!

 

Igourmet: il cibo dal mondo, in un sito. Qui potrete acquistare tutte le specialità da gran parte dei Paesi del mondo. Una grandissima realtà (azienda presente sia in Europa che negli USA) dove acquistare i cibi più particolari e interessanti. La selezione è lunghissima: dai formaggi alla carne, i vini, i dolci, le bibite, le verdure: vi arrivano con una guida che vi consiglia come preparare ogni alimento, e con cosa servirlo al meglio. Potrete trovare anche prodotti di alta cucina, come il cioccolato Godiva e acquistare gift card.

Fantastico per gli amanti della cucina. Provatelo.

 

Potrebbe interessarti anche: Shopping in pigiama e pantofole

 

La collezione H&M per la primavera 2013. 

 

Abbiamo già avuto il piacere di leggere e scoprire la novità della linea ecosostenibile “Conscious” by H&M in quanto approderanno, nella catena di negozi made in Svezia, capi d’abbigliamento realizzati con prodotti di basso impatto ambientale come cotone biologico, il poliestere e il poliammide riciclati ed il tencel, tinti esclusivamente con colorazioni naturali.
Lo stile unico e ricercato di H&M continua la sua incalzante conquista degli armadi femminili con prodotti frutto di una moda fresca per le donne sempre più incuriosite dalle novità. Donne che cercano di creare uno stile personale e apparire moderne senza alleggerire troppo il portafoglio.
Scegliere un look accurato e distinto, all’insegna di un’occasione speciale e, inoltre, rispettando l’ambiente, viene facilitato dalla collezione di abiti presentata da H&M per la linea ecologica: dal 4 aprile 2013, in poco più di un centinaio di negozi di tutto il mondo, sarà possibile acquistare i capi della linea partywear in quanto l’ eco-friendly incontra l’eleganza per la limited edition “Conscious Exclusive”.
Gli abiti abbracciano diverse tendenze da red carpet, evocando il glamour Hollywoodiano di diverse decadi, presentando look da sera, da cocktail e soprattutto low-cost, rispettando così il principio che ha reso famoso questo marchio in larga scala mondiale.

 

novità-2013-h&m


Il completo tre pezzi, tutti interamente cuciti con tessuto misto di cotone biologico è un’ottima alternativa al vestito da sera senza peccare di classe. Graziosi abiti corti di sete biologiche. Il romantico long dress color cipria di poliestere riciclato. Il classico Petite robe noir a frange. Il favoloso abito con bustier e gonna a balze simil organza di un particolarissimo colore chiaro.

 

conscious-collection-2013

 

Tante le soluzioni che tentano di evocare le dive americane d’altri tempi avvicinandosi allo stile contemporaneo. Un occhio di riguardo anche per l’uomo dalla vena dandy e retrò con altissima attenzione ai dettagli della giacca e dei pantaloni. Proposte esclusive che lasciano spazio alla raffinatezza con abiti di grande impatto visivo e piccolo impatto ambientale.

 

30 Apr

Like a snake

Pubblicato in Tendenze

L'estate è ormai alle porte, e tutte noi necessitiamo di essere pronte per poter sfoggiare look che abbiano come protagonisti assoluti i trend della nuova stagione.

L' animalier è andato a ruba negli ultimi mesi, e proprio per non farci mancare nulla è arrivato il tempo di sentirci tutte quante, oltre che dei feroci leopardi, dei cattivissimi serpenti facendo entrare nel nostro guardaroba almeno un capo che abbia come protagonista la stampa pitonata.

 

 

Da Prada a Fendi, tutte le grandi griffe hanno portato in passerella almeno un capo o un accessorio in pitone, dalla borsa, ad un abito o ad una collana; lo snake touch sdrammatizza senza ombra di dubbio un look più serioso e ci prepara ad affrontare la frenetica giungla metropolitana cariche e sicure di noi.

 

 

La texture rettile è quindi possibile indossarla da capo a piedi, animalesca, selvaggia, colorata e non, rende indubbiamente i nostri look ricercati e curati nei dettagli.

Volete fare tombola? Abbinatela ad un look sofisticato e bon ton, senza paura e con tanta naturalezza, moda significa soprattutto osare, con stile ma osare; non passerete sicuramente inosservate e il vostro stile sarò invidiatissimo sia per il giorno che per la sera.

 

Potrebbe interessarti anche: The summer rainbow

 

Il colore conta! 


Diciotto anni fa, una sentenza americana divenne storica in quanto la Corte Suprema cambiò per sempre il significato commerciale del colore asserendo, per la prima volta, che il colore potesse diventare un marchio registrato . Da allora i più importanti brand mondiali hanno iniziato la loro corsa per accaparrarsi colori specifici – dall’inconfondibile suola rossa di Louboutin alle confezioni viola di Cadbury fino alle iconiche scatole verdi di Tiffany.


Il 2013 segna l’anno del 50° anniversario di Pantone. Nell’ultima metà di secolo, il Pantone Color Institute® è stato ripetutamente testimone di continue reinvenzioni del colore, rendendo evidente il fatto che il suo utilizzo va ben oltre le linee produttive.

 

Il costante ruolo predominante del colore: la storia del colore negli ultimi 50 anni. 

 

Per non cadere in una visione semplicistica del colore, i designer devono anche tener conto di come le trasformazioni sociali plasmino il nostro rapporto con il colore e influenzino le tendenze cromatiche. Per illustrare questa dinamica, abbiamo preso in considerazione dei momenti iconici nella nostra recente storia del colore.

 

storia-dei-colori-pantone

 

Anni ‘60: La cultura giovanile divampa alla fine di questo decennio e “sesso, droga e rock 'n' roll”sono all’ordine del giorno. Dalla swinging London fino ad Haight-Ashbury, il culto di Mondrian, Jimi Hendrix e Janis Joplin, la musica e le droghe psichedeliche hanno ridato vita ai colori come non si era mai visto prima.
o Colori: PANTONE® 17-1937 Hot Pink, PANTONE 16-1362 Vermillion Orange, PANTONE 15-6437 Grass Green, PANTONE 13-0859 Lemon Chrome, PANTONE 16-4529 Cyan Blue, PANTONE 19-3438 Bright Violet


Anni ‘70: La recessione degli anni ‘70 ha riportato la gente verso valori più sobri e legati alla terra e la temuta parola “A” – avocado – ha fatto la sua comparsa sia nel mondo della moda che del design, in particolare in cucina.
o Colori: PANTONE 18-0430 Avocado, PANTONE 17-1544 Burnt Sienna, PANTONE 19-1116 Carafe, PANTONE 16-0948 Harvest Gold, PANTONE 18-1248 Rust, PANTONE 19-4329 Corsair


Anni ‘80: Il boom economico di quegli anni ha proclamato il ritorno ai colori vivaci. Le stravaganti cacofonie fashion di Christian Lacroix e Jean-Paul Gaultier hanno dato libero sfogo ai colori appariscenti al limite del buon gusto. Con l’avvento di MTV, i ragazzi guardavano e imitavano il modo di vestirsi di pop star come Michael Jackson e Madonna. Allo stesso tempo, nelle case, i designer hanno ribaltato la tavolozza dei colori per le persone che avevano optato per i colori avocado e delle spezie e l’America è impazzita per il color malva.
o Colori: PANTONE 15-3620 Lavendula, PANTONE 18-3224 Radiant Orchid, PANTONE 16-2111 Mauve Orchid, PANTONE 19-1663 Ribbon Red, PANTONE 19-3955 Royal Blue, PANTONE 17-2624 Rose Violet


Anni ‘90: La recessione economica alla fine degli anni ‘80 ha aperto la strada ai colori sporchi del movimento “grunge” nato a Seattle all’inizio degli anni ‘90. Il verde, un colore diventato importante con il movimento ecologista negli anni ‘60, si accosta ai toni acidi del lime e del verde pallido. I puntocom cominciano a sgretolarsi e incombe il 2000. Fioriscono i centri benessere e i designer imbottigliano l’acqua che scorre libera. Puntando sul fattore sicurezza che conferisce al blu un senso di pace e tranquillità, Pantone proclama Cerulean Blue, colore del cielo e del mare, come “Colore del Millennio”.
o Colori: PANTONE 14-0105 Overcast, PANTONE 17-1118 Lead Gray, PANTONE 16-0540 Oasis, PANTONE 14-0754 Super Lemon, PANTONE 16-1452 Firecracker, PANTONE 16-4725 Scuba Blue


Anni 2000: Questo decennio segna il ritorno ai toni neutri o ai colori decisi che fanno degli anni Duemila il perfetto momento per portare sferzate di colore nelle case con accessori e piccoli oggetti. Questo consente ai consumatori di divertirsi col colore senza spendere una fortuna. Anche i toni neutri non sono affatto noiosi – tutti i grigi, i beige e i talpa non sono uguali e anche i bianchi presentano centinaia di sfumature.
o Colori: PANTONE 15-4020 Cerulean, PANTONE 19-1557 Chili Pepper, PANTONE 16-3800 Satellite, PANTONE 16-3911 Lavender Aura, PANTONE 14-0848 Mimosa, PANTONE 17-0215 Aspen Green

 

Potrebbe interessarti pure: I colori di tendenza della prossima primavera/estate