24 Giu

Jenny Packham, la collezione di abiti da cerimonia 2014 (FOTO)

Scritto da  |

Se già la collezione degli abiti da sposa ci aveva deliziato per il suo look d’altri tempi, ma rivisitato in chiave contemporanea in modo da regalare alla sposa un aspetto che fosse al tempo stesso elegante e sensuale, la linea di abbigliamento per le invitate ad un matrimonio si presenta ugualmente intrigante. La collezione da cerimonia 2014 firmata Jenny Packham si contraddistingue per le sue tonalità pastello che regalano un aspetto decisamente delicato. 

 

I colori spaziano dal rosa cipria al turchese al verde, passando per il color crema e per il grigio. Non mancano anche colori più accesi come l'arancio, must della stagione estiva. In collezione dominano i dress che accarezzano dolcemente le curve del corpo con un taglio decisamente morbido. Bellissimi anche gli abiti in pizzo che sottolineano non solo i fianchi ma anche il seno, con dettagli gioiello che vanno ad illuminare il look dell'invitata. Se i modelli sono minimal, a renderli davvero particolari sono spacchi vertiginosi e drappeggi laterali.

 

 

Abbondano in collezione anche interessanti minidress da cocktail party, che si presentano particolarmente adatti ai look delle donne più giovani e sbarazzine, sebbene arricchiti da frange sugli orli, fantasie bicolor e cinture in vita a contrasto. Uno degli abiti più belli sembra essere quello color crema con ricami a contrasto di colore turchese e l’abito da cerimonia lungo, sempre di colore azzurro, con scollatura a v e motivo plissè centrale. Le spalline sono spesso arricchite da cristalli preziosi. 

Care amiche, invitate a matrimoni e simili, vi invitiamo a sfogliare le foto che seguono per trarre ispirazione per i vostri look da cerimonia. Buona visione!

 

LEGGI ANCHE -> JIMMY CHOO, SCARPE DA SPOSA PRIMAVERA/ESTATE 2014

 

Letto 1582 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale