Non è detto che nella vita si debba amare una sola persona per volta. Questo, almeno, è ciò che pensa Jade, una donna di 37 anni intervistata da Lucignolo che ha dichiarato di avere ben 7 fidanzati, tra cui una donna. La donna ha raccontato al mondo la sua storia dinanzi alle telecamere, tenendo in mano un libro The Ethical Slut, scritto da due americani, e che ora Jade sta traducendo in italiano in modo da aiutare oltre 400 poliamorosi del Belpaese a trovare la loro strada. 

 
Jade si definisce una zoccola etica. Ciò accade perché ha si più relazioni, ma che vive in maniera serena e sincera. Ogni suo partner, infatti, è a conoscenza degli altri fidanzati che, probabilmente, a loro volta ne hanno degli altri. È corretto però ricordare che nell'accezione degli autori americani, il termine Slut  si riferisce però non solo alle donne, ma ad "una persona di qualsiasi genere sessuale che ha il coraggio di condurre la sua vita secondo l'idea radicale che il sesso è bello e il piacere è un bene per tutti". 
 
Affinché tutto funzioni, per avere delle relazioni con più partners, senza invidia o odio, rancore o rabbia, alla base di tutto deve esserci la sincerità. L'idea è quella di condividere il piacere stando insieme, non necessariamente condividendo anche il sesso. L'idea è partita da una coppia americana (diventata poi un triangolo) e subito si è diramata negli Stati Uniti suscitando prevedibilmente delle reazioni discordanti. C'è chi ritiene che sia possibile amare una sola persona per volta, quella sola persona alla quale è possibile donare la completezza di sé e c'è chi invece crede che l'amore sia così grande da poter coinvolgere un numero di persone sempre maggiore.
 
E voi, amiche, cosa ne pensate?
 

Care amiche, volete sapere qual è il momento  giusto per fare sesso con il vostro uomo? Presto detto. Il sabato alle 19:30. A rivelarlo è stato un sondaggio condotto da Lovehoney.com, secondo il quale il 44% dei partecipanti ha ritenuto che il sabato in primissima serata sia il momento migliore per fare sesso. 


Un 22% preferisce la domenica, mentre il restante 22% ritiene che migliore sia il venerdì sempre in serata. Da un punto di vista scientifico, sembra che il sabato il fisico sia più rilassato e propenso al sesso intorno alle 16:33, ma che in genere non si hanno rapporti fino alle 19:33. 
 
Circa un quarto degli intervistati ritiene di essere eccitato al mattino, ma solo il 10% di questo gruppo pratica poi concretamente del sesso. Il restante 90%, infatti, non fa sesso al mattino a causa della mancanza di tempo che porta infatti le coppie ad avere rapporti quando si è più tranquilli. Questa è la ragione per la quale si preferisce il sabato sera in previsione poi di una mattinata tranquilla, come potrebbe accadere di domenica quando non  si lavora e ci si può rilassare.
 

In tema di sesso, care amiche, non c'è mai da stupirsi e la fantasia può spingersi davvero molto lontano. Al di là di un "semplice" tradimento può infatti accadere che un uomo induca la propria moglie a tradirlo, ad avere atti sessuali con altri uomini e che egli tragga godimento e riesca ad eccitarsi proprio guardando la sua donna intenta ad avere rapporti con altri, o anche partecipando all'atto stesso. Il termine usato per indicare questo fenomeno è cuckold. Gli altri uomini con cui si condivide la propria compagna vengono, invece, chiamati bull (tori).

 
Come ha spiegato la sessuologa Chiara Camerani sembra che nel cuckoldismo possa esserci la tendenza al masochismo: “Tale dendenza si tramuta in piacere, derivato dall’essere umiliato e costretto ad accettare il tradimento”.
 
Diverse possono essere le ragioni alla base di tale fenomeno sessuale:
 
1) Poiché l'uomo sceglie la compagna con cui fare sesso può esercitare un “controllo” sulle proprie paure, il tutto purché ci sia però un accordo reciproco tale che non si possa parlare di vero e proprio tradimento.

2) Potrebbe esserci il desiderio di tradire la propria donna, ma si sceglie di compensare il senso di colpa facendo in modo che sia lei a sceglierlo.

3) Un senso di inferiorità o un'autostima molto bassa.

4) Un rapporto di sottomissione del marito rispetto alla moglie, in cui l'uomo evita di chiedere rapporti alla moglie per non sentirsi frustrato o rifiutato.

5) L'uomo è masochista e in tale forma di umiliazione trae piacere.

 

Tavolta il cuckoldismo è visto anche come una forma di perversione (o parafilia). Ciò che conta in ogni caso è che esso non diventi l'unico mezzo a disposizione della coppia per raggiungere il piacere, ma una scelta consapevole e voluta da entrambi. In ogni caso un percorso terapeutico o dal sessuologo può aiutare a comprendere meglio le motivazioni alla base di questa forma di eccitamento.

 

Care amiche, se è vero che in materia di sesso c'è sempre da imparare, oggi vogliamo parlarvi di quella che è la sindrome di Speedy Gonzales. L'associazione andrologi italiani rivelano che sono tanti i maschi affetti da questa sindrome, che sembra colpire soprattutto gli uomini di Lazio,Toscana, Puglia, Piemonte e Liguria, dove notevoli sono i picchi di insoddisfazione registrabili fra le donne.

 
La sindrome di Speedy Gonzales identifica quegli uomini che sono molto rapidi nel terminare un rapporto sessuale con la propria donna. Ad essere più "veloci" di tutti sono i maschietti del Lazio: qui il 20% degli uomini di età compresa fra i 18 e i 60 anni soffre di eiaculazione precoce, così come solo una coppia su 4 raggiunge il massimo piacere. Sempre qui il 75% degli uomini sarebbe insoddisfatto della propria vita sessuale. L'81% dei liguri raggiunge invece il picco massimo dell'insoddisfazione sessuale, a causa dell'eccessiva rapidità. E le donne cosa fanno? Cercano o di adeguarsi, rassegnandosi, oppure corrono altrove, magari verso quelle regioni o paesi in cui si fa sesso alla grande (ricordiamo la classifica degli uomini più dotati d'Italia regione per regione). 
 
Una vera e propria soluzione al problema ancora non esiste, se pensiamo al fatto che solo il 10% degli uomini prova a curarsi con l’unico farmaco in circolazione. E voi amiche, cosa ci dite a tal proposito? Siete soddisfatte della vostra vita sessuale?
 

Molte di noi stanno già fantasticando sulla giornata più romantica dell’anno, San Valentino! C’è chi si godrà un week-end romantico lontani dalla caotica città, chi preparerà una deliziosa e afrodisiaca cena a lume di candela. Ognuno di noi, farà quindi del suo meglio per rendere questa serata quanto più speciale e romantica è possibile.

 

E per concludere il giorno di San Valentino, non c’è di meglio che concedersi un po’ di intimità. A tal proposito scopriamo insieme i 5 passi per rendere l’atto del fare l’amore ancora più romantico:

 

1. Create un’atmosfera romantica nella vostra camera, fate si che si trasformi in un nido d’amore perfetto, che evochi passione e dolcezza al tempo stesso. Candele, incensi, musica soft, e lenzuola morbide e profumate. Piccoli e semplici accorgimenti per sorprendere il vostro partner e metterlo a proprio agio.

 

2. L’atmosfera giusta non basta a rendere quel momento speciale e romantico, e dunque non dimenticate di dedicare alla vostra dolce metà dei complimenti, di quelli che non si dicono spesso, ovvero quanto lo troviate attraente e quanto vi ecciti.

 

3. Per accendere ulteriormente la passione, durante i preliminari coccolate il vostro partner con un massaggio sensuale, fatto con olei e tanto amore, quello non dovrà mancare. Accarezzate e sfiorate ogni angolo del suo corpo, e potrete scoprire in questo modo cosa piace di più alla vostra metà.

 

4. Date spazio alle novità! Provate nuove posizioni oppure condividete insieme qualche vostra fantasia! non abbiate paura di mostrare al vostro partner i vostri desideri, lui/lei sarà felice di accoglierli e metterli in pratica!

 

5. Dopo aver fatto l’amore non c’è di più romantico che farsi delle coccole tenere ed innocenti. Abbracciate il vostro partner, guardatelo negli occhi, accarezzategli il viso, e poi il resto verrà da se, ognuno mostra e dichiara i suoi sentimenti in maniera diversa, ed è questo che ci rende unici.

 

Amatevi ogni singolo giorno e non abbiate paura di osare!