Se in amore e in guerra tutto è lecito, bisogna anche dire che per conquistare un uomo, care amiche, non c'è poi bisogno di eccedere nelle armi a vostra disposizione. Basta seguire una serie di piccoli ed efficaci consigli e siamo sicure che l'uomo che tanto vi piace cadrà ai vostri piedi, senza sapervi più resistere.

 
Sincerità. In primis, il consiglio care amiche è quello di essere sempre sincere. La malizia appartiene all'animo femminile, ma il suggerimento è quello di essere sempre sincere, spontanee e semplici. Se stesse, in poche parole. Non occorre scoprirsi troppo, ma essere sincere pian piano, scoprendosi poco per volta. Gli uomini, ricordiamolo, non danno molto valore a ciò che conquistano con troppa facilità. Attenzione. Bisogna catturare l'attenzione dell'uomo che vi piace. Possono aiutarvi sguardi seducenti e abiti succinti, ma senza mai eccedere nella volgarità. Bisogna sedurlo, ma tenerlo sempre sulla corda. Un sottile gioco che vi renderà a dir poco irresistibili.
 
Contatto. Il contatto è fondamentale per approcciarsi ad un uomo. Senza però mai far capire che sia voluto. Un contatto accidentale, un gioco di sfioramenti che finirà per scaldarlo al punto giusto da farlo completamente cadere fra le vostre braccia. Bisogna cogliere l'attimo e sfruttare ogni singola opportunità a vostra disposizione analizzando i comportamenti del vostro amato. Se ad esempio nei discorsi che fate sembra mostrare una carenza d'affetto, non esitate a manifestargli il vostro affetto abbracciandolo. Bisogna colpirlo, insomma, in quelli che sono i suoi punti più deboli.
 
Il messaggio del buongiorno. Inviate all'uomo o al ragazzo che vi piace un bel messaggino del buongiorno o della buonanotte su Facebook o anche via sms, in maniera abitudinaria. Poi, dopo qualche giorno, smettete. Sicuramente il vostro lui si accorgerà di aver perso qualcosa che prima gli veniva offerto in maniera del tutto naturale. E sarà lui a cercarvi dopo qualche ora.
 
Provare per credere, amiche.
 

Se è vero che Oscar Wilde diceva che "le donne vanno amate, non vanno capite", occorre però anche usare un bel po' di sana psicologia e cercare, perlomeno, di evitare di pronunciare alcune frasi, o parlare di cose, che potrebbero dare adito a incomprensioni e malumori. Dopo avervi rivelato le 5 cose maschili che le donne farebbero, dunque, uomini, prendete atto dei seguenti consigli ed evitate di pronunciare determinate frasi. 

 

1. Fai come vuoi. Se non volete incorrere in discussioni e suscitare le ire della vostra donna è il caso di evitare questa frase. Potrebbe denotare una forma di disinteresse nei confronti di quel che la vostra amata vi sta dicendo o raccontando.

 

2. Non sparlate dei suoi amici. Sono gli amici per la pelle della vostra amata e vanno accettati come sono anche se non vi sono particolarmente simpatici. Non dovete esprimere giudizi.

 

3. Abusare dei "ti amo". Se ti amo è una frase dolce e sicuramente quella più romantica per eccellenza, è anche vero che il troppo storpia. Mai utilizzare tale espressione per placare una lite, vi farà apparire superficiali e insensibili. Meglio pronunciare tali soavi parole in contesti estremi di romanticismo.

 

4. Citare troppe volte la mamma. Cari ometti, non cercate di paragonare la vostra ragazza alla dolce e amata mammina. Vi odierà. In alcuni casi "la suocera" è vista come un'acerrima nemica. Evitate, dunque.

 

5. "Rilassati, baby". Di sicuro la vostra ragazza non si rilasserà, semmai sarà capace di scatenare una lunga discussione. 

 


Festa del Papà. 

Esattamente il 19 marzo di un anno fa avrei dovuto dare alla luce il mio secondogenito, almeno secondo i calcoli del ginecologo, e mio marito aveva sorriso all’idea di ricevere questo bellissimo “regalo” in coincidenza della sua festa!

Oggi quando ripenso alla data del 19 marzo mi viene proprio in mente questo episodio di gioia, di felicità, tra me ed il futuro padre di mio figlio. Achille però non ha voluto aspettare ed è nato il 14, così per la festa del papà siamo potuti stare tutti e 4 insieme a casa nostra.

Ogni anno, in concomitanza di questo evento, si parla tanto del ruolo dei papà al giorno d’oggi e lo si confronta inevitabilmente con la figura paterna di un tempo. Una volta i padri erano distaccati, freddi, non partecipi alla vita quotidiana dei propri figli… questo viene scritto e riscritto, detto nei talk show e ripetuto da tutte noi donne e mamme. Ma ovviamente non è sempre così, anche oggi giorno vi sono padri assenti, padri violenti o soltanto poco inclini ad occuparsi del pargoletto frignante. Soprattutto nei primi anni di vita del figlio, in cui tutto è più difficile, incomprensibile e la condivisione di attività comuni tra adulto e bambino è ostacolata da evidenti problemi di mancanza di autonomia o maturità dell’infante. Il rapporto può “ricucirsi” negli anni avvenire, quando il figlio lo si può portare allo stadio o accompagnare alle partite di pallone… Quando il figlio o la figlia non è più “l’oggetto misterioso” ma lo si può capire ed insieme ci si diverte pure!

Ma il momento più difficile, che riguarda i primissimi anni di vita di un bambino, di solito viene ancora gestito dalla madre. Perché “interpretare” i vagiti del tuo piccolo, “sentire” a pelle se sta bene o male è anche un istinto animale che le donne hanno più sviluppato. Le mamme hanno una sensibilità innata, che acquisiscono sia con il tempo che con lo stretto contatto visivo e soprattutto fisico con il figlio. Gli uomini, i padri, sono per natura ai margini di questo tipo di rapporto preferenziale. A volte non è neppure colpa loro, anzi sono i primi a sentirsi esclusi ed in difficoltà rispetto all’universo parallelo creatosi tra madre e figlio. Però, un discorso è approfittare di questa evidente difficoltà di comunicazione ed un altro discorso è fare di tutto per sforzarsi di imparare a conoscere tuo figlio. Anche per la mamma si tratta di una scoperta continua, fatta di errori e tentativi… perché capirsi al primo sguardo è un lavoro duro, costante… che spesso sfinisce!

 

festa-del-papa-riflessioni

 

I papà d’oggi sono di sicuro più interessati al loro ruolo genitoriale, sono più attenti ed anche più affettuosi dei loro rispettivi padri, hanno un approccio diverso anche solo per non ripetere gli errori di cui sono stati vittima.

A questi papà moderni, che si abbassano al livello dei loro piccini, va tutta la mia ammirazione… e voglio solo dire loro : “tenete duro”, il lavoro più difficile al mondo non è solo fare la mamma… ma anche il papà!

 

Care amiche, vi abbiamo parlato di come un uomo possa essere attratto da una donna matura. Oggi, però, entriamo nella sfera intima dei maschietti facendovi sapere che anche i nostri "macho men" a letto possono manifestare quelle che sono vere e proprie insicurezze. 

 
Scopriamo dunque insieme le 4 cose che rendono un uomo insicuro nel corso di un rapporto sessuale.
 
1. L’importanza del pene
 
Su quello che è il centro della virilità dell’uomo, tante sono le domande che i maschietti si pongono nel corso del sesso. Alcuni uomini, in seguito ad un intervento di circoncisione, si preoccupano di quelle che potrebbero essere le reazioni della propria partner, mentre altri si chiedono se tale pratica possa andare a ledere la qualità dei rapporti sessuali. 
 
Perplessità anche in ordine alle misure. Gli uomini si preoccupano che il loro pene possa essere inadeguato alla donna che si trovano davanti. Le dimensioni contano? Ebbene, pare proprio di sì.
 
2. La bravura con la partner
 
Mica tutti sono come Rocco Siffredi. Sebbene molti uomini si impegnino sul serio per soddisfare la propria donna, non riescono spesso a condurla all'orgasmo. Un uomo, dunque, molto sensibile non solo al sesso, ma anche alla sfera dei sentimenti, si ritrova a farsi problemi e a dover ammettere a se stesso di non riuscire a soddisfare la propria donna. Una sconfitta. L'ideale è comunque che sia la donna a far sentire il suo uomo sicuro di se stesso, comunicandogli anche ciò che preferisce nel sesso. La comunicazione e il dialogo sessuale sono sempre le armi migliori per una vita intima di coppia che sia soddisfacente.
 
3. Il luogo dove fare l’amore
 
Se i ragazzi più giovani in preda agli ormoni lo farebbero ovunque, un uomo adulto sente il peso di dover trovare un luogo dove sia egli stesso che la sua donna possano stare completamente a proprio agio e lasciarsi andare. Probabilmente questo luogo resta la casa, dove ci si sente protette e ci si ripara anche dagli sguardi indiscreti.
 
4. La palestra e la forma fisica
 
Spesso gli uomini più adulti decidono di recarsi in palesta per tenere sotto controllo la pancetta e le maniglie dell’amore. Sfatando un mito che sembrava del tutto femminile, anche l'uomo vuole piacere ed essere piacente per la donna con cui si presta ad approcciarsi fisicamente. Anche l'occhio vuole, in fondo, la sua parte.
 

Con i suoi 180 negozi sparsi per ben 9 paesi, il successo di Alcott è sicuramente nascosto nella qualità dei suoi capi di abbigliamento che ben si abbinano a prezzi decisamente alla portata di tutti. La nuova collezione di Alcott e di Alcott Los Angeles, nella sua linea femminile, si propone in maniera decisamente aggressiva con quelli che sono i capi più trendy del momento: parliamo di felpe, t-shirt e top dal gusto rock con giubbotti dallo stile collegiale. Non mancano su maglie e pantaloni anche le stampe animalier, vero must della stagione.


I capi di abbigliamento sono realizzati nei classici colori bianco optical, rosa fashion e con stampe floreali per le ragazze più romantiche. Per quanto riguarda i maschietti invece, Alcott ci propone uno stile più urban dal leitmotiv grunge. Abbiamo t-shirt con i teschi, tute dai lavaggi differenti , biker e bomber. Immancabile il denim, must della stagione anche per le collezioni da uomo.

 

Ecco la gallery: