Al Settimo piano Al Settimo cielo. 


Come è possibile condividere lo stesso palazzo per sette lunghi anni e non accorgersi mai l ‘uno dell altra al di là di un formale ciao?

Cari lettori e care lettrici stasera vi parlo di come nella vita da un giorno all’altro possano accadere delle cose, degli eventi, che stravolgono completamente il modo di vedere gli altri.

Abito in questo residence da sette anni. Non ho mai approfondito la conoscenza con nessuna delle ventiquattro famiglie. Ogni tanto ci si scambia qualche cortesia come quella di lasciare socchiuso il portone all’inquilino che è dietro, aprire la portiera dell’ascensore a chi ha le mani troppo occupate dalle buste della spesa, il saluto.

Cosi sono passati sette lunghi anni della mia vita, che in un modo o nell’altro è sempre trascorsa al di la delle mura di questo palazzo. In effetti non ho mai consentito a tutto quello che ordinariamente fino ad ora mi è successo di varcare la frontiera del cancello del cortile. Questo residence è sempre stato una fortezza per me, il dolce miele a fine di una giornata no, il lungo atteso abbraccio della mia vasca da bagno, la musica di sottofondo , insomma un mondo nel mondo. In tutti questi anni perciò al di là del calore tipico dell’home sweet home non ci ho mai visto nient'altro.

Questo fino a venerdì scorso….

Era uno di quei pomeriggi in cui stranamente la noia e l’assoluta apatia avevano ceduto il posto alla voglia di uscire , con tanto di preparazione e accurata scelta del trucco e dei vestiti. Di solito a quell’ora avevo sempre indossato le mie nike e la mia felpa , ma quel giorno scelsi una mise come dire molto più femminile, una camicetta stretta, il push up appena regalato , e un paio di jeans. Sciolti i capelli e indossato il mio Bulgari eau de parfume , mi avviai. Finite le mie commissioni feci rientro a casa. Il portone era aperto, e anche la portiera dell’ascensore. C’erano delle buste e una cassetta d’acqua, del proprietario neanche l’ombra. Cosi mi adagiai sul muro dell’androne per attenderlo, nella speranza di un passaggio in ascensore, le mie decoltè iniziavano a farsi sentire. Stavo quasi per rinunciare preferendo a malincuore le scale, quando ecco che il proprietario arrivò scusandosi del ritardo, e dell’ascensore occupato. Era il ragazzo del 7 piano. L’avevo visto sempre come il fratello di Lorenzino, continuo a chiamarlo cosi sebbene non avesse più nove anni ma sedici ormai. Ci saremo incontrati si e no dieci volte in sette anni, si accennava a un saluto e poi ognuno per la sua strada o meglio per il suo appartamento. Chiesi allora se avesse bisogno di una mano, disse di no, orgoglio maschile? Ad ogni modo entrammo finalmente in ascensore.

 

incontro-in-ascensore

 

Sorridendo gli chiesi se fosse il fratello di Lorenzino. Rispose di si. Scoppiammo a ridere, e fissandomi accennò al tempo, disse che faceva caldo. Avevo imparato dai manuali di psicologia che quando ci si sente a disagio e ci si è in due, si finisce sempre a parlare del tempo. Fu la volta del mio piano, la portiera si aprì, e ci salutammo. Rientrai a casa, convinta che tutto era come era sempre stato, la mia fortezza era ancora la mia fortezza. Il giorno dopo però inaspettatamente trovai su facebook la sua richiesta d’amicizia. Non credevo ai miei occhi. Era davvero lui, in quel momento scopri che si chiamava Marco. Accettai. Il ragazzo del 7 piano adesso era diventato Marco. Non avrei mai immaginato, che un bel giorno sarebbe finito a casa mia, e sul mio divano, con l’ansia e la paura che gli occhi indiscreti del portiere, lo vedessero entrare…

 

Potrebbe interessarti pure: Il sesso come medicina per tutti i mali

 

Questa primavera vedrà protagonisti i gioielli: vistosi, eccentrici, particolari.

Ravvivano un outfit e vanno scelti con cura, diversi per il giorno e per la sera. Il vero trend? Come maison Bulgari insegna, sarà l'anno del serpente: bracciali avvolgenti a spirale con dettagli preziosi e testa dell'animale in bella vista. I colori su cui puntare? Il verde smeraldo e l'argento, anche per la bigiotteria più semplice. L'oro? Troppo pesante, troppo invernale.

 

 

Non indosseremo più una cascata di bracciali ai polsi. Scegliete un solo bracciale, ma che si faccia notare. Un bangles, un multigiri o i cuff xxl. Le polsiere saranno le vere protagoniste, con forme esasperate e in technicolor. Niente mezze misure nemmeno per i materiali, che spaziano dal legno, al bamboo, al metallo e plastica. Ma attenzione: devono essere essenziali, senza troppi brillantini o strass.

Si inverte il trend per gli anelli. Tanti, tantissimi, su ogni dita se volete. Addio teschi e corci: sì ai dettagli design, intrecci, fiori, animali, o semplicissime fedine ma macro. L'argento è un vero must, e le pietre dure tornano alla grande per un effetto boho chic metropolitano. I colori? Lo smeraldo è il top, oppure il rosa pallido e il giallo acceso. Postilla: necessitano di una manicure e prova di imperfezione!

 

 

Le collane diventano essenziali. Un solo ciondolo che questa primavera sarà rotondo, magari con cordino in cuoio. Sussurate e mai eccessive, si portano in versione extra long. Per la sera invece, sovrapponetene 2 o 3 di varie lunghezze, ma sempre molto fini e sottili: non sbaglierete e darete luce al viso in modo soft.

Capitolo a parte per gli orecchini: i grandi cerchi e le perle lasciateli nel cassetto fino alla prossima stagione. Preferite anche qui le pietre dure, ma non esagerate con la grandezza. Oppure, puntate su un orecchio molto punk: orecchini sottili e in argento, ma su tutto l'orecchio.

E per la sera? Provate con le piume. Successo garantito.

 

Potrebbe interessarti anche: Il colore di tendenza del 2013? Il verde smeraldo 

 

La stagione calda inesorabilmente si avvicina e anche Bulgari ha deciso di deliziarci, care amiche, con una collezione di borse davvero straordinaria e che, ancora una volta, si caratterizza per l'elevata qualità del pellame che si unisce alla sofisticatezza delle forme e delle linee. Bulgari è griffe capace di accontentare tutte le donne creando delle borse che si presentano davvero perfette per ogni occasione. Davvero interessanti sono le it bag, riproposte in nuove versioni rispetto a quelle che hanno riscosso successo negli anni scorsi.

 

 

Bellissime sono anche le Rossellini Bag, ovvero delle handbag che si ispirano alla splendida attrice Isabella Rossellini, spesso volto pubblicitario delle campagne di Bulgari. Numerose sono le proposte da giorno in modelli rigidi nella struttura e dotati di doppio manico in pelle, nonché catena metallica. Il tocco in più è dato dalla stampa pitone effetto degradè. 

 

Per la loro forma e capienza molto belle sono anche le shopper che si caratterizzano per l'utilizzo della pelle con un pannello centrale in rettile e l’ utilizzo della pelle con un pannello centrale in rettile che attirerà l'attenzione delle donne tra toni più scuri e tonalità più vivaci.

 


La linea di gioielli realizzata da Bulgari per questo 2014 dà spazio a delle creazioni bellissime ed estremamente preziose. Sono stati realizzati in primis gli anelli B.Zero, da tempo considerati tra gli accessori più chic richiesti dagli appassionati di gioielli. I modelli pavé sono davvero bellissimi e ricoperti da gocce di diamanti, ma da non perdere sono anche i modelli rivestiti con ceramica color bronzo e marrone, pensati anche per la collezione uomo. 

 

 

Da non perdere è la Diva Collection, nella quale vi è un prestigioso collier di alta gioielleria realizzato in oro rosa con rubelliti taglio fancy e cabochon, peridoti tondi e numerosi diamanti. Parliamo di un pezzo a dir poco esclusivo. Ugualmente meravigliosi sono anche icollier Serpenti in perle dei Mari del Sud, parure di zaffiri blu a cuscino e delle lunghe collane con orecchini abbinati con turchesi, perle di ametista e pavé di diamanti. Non mancano gli orologi, piccoli capolavori di alta gioielleria che vanno sfoggiati al polso. Ricordiamo che, in occasione del 130esimo compleanno di Bulgari, recentemente è stato organizzato nella celebre via dei Condotti a Roma un party all'interno della storica boutique romana di Bulgari nel quale è stata presentata una collana a forma di serpente da 60 carati di diamanti (dal valore incommensurabile), laUltimate Temptation. 

 

Sempre per il compleanno n°130 sono stati anche realizzati degli anelli B.Zero Roma, dedicati alla Capitale, e gli orologi dalla tiratura limitata, come il modelloCatene Carbon Gold. Sappiamo che non tutte (anzi ben poche) potranno permettersi un gioiello Bulgari, ma sognare non costa nulla, vero amiche?

 

Scarlett Johansson ha appena ricevuto la sua stella sulla "Walk of Fame" la celebre via delle star, situata sulla collina di Hollywood. Per l’occasione, l’attrice ha scelto di indossare un completo bianco e nero di Preen, della scorsa collezione Fall/Winter 2012. L’abito è composto da una maglia a maniche corte con scollo rotondo, e da una gonna longuette dal taglio appena sopra il ginocchio. La maglia ha una fantasia di margherite, e il colore predominante è il bianco, la gonna invece è a scacchi, e il colore predominante è il nero. Meglio così che il contrario, mi verrebbe da dire! Infatti, Scarlett Johansson è una tipologia molto chiara, con capelli biondi e occhi verdi, un colore troppo scuro posto direttamente sotto il viso, avrebbe penalizzato queste sue caratteristiche. La fantasia a margherite invece, contribuisce a illuminare l’incarnato.

 

 

I capelli sono intrecciati e raccolti in uno chignon basso, appena sotto la nuca, mentre un paio di orecchini a bottoncino Bulgari, impreziosiscono il volto, regalandole quel tocco di eleganza in più.

 

 

Ai piedi indossa delle platform open toe, firmate Christian Louboutin, e sono Tangerine tango, una tonalità molto calda di rosso, che è tra i colori di tendenza di questa primavera 2012. Infine la scelta di utilizzare le scarpe come accessorio abbinato al rossetto, rende nel complesso il look abbastanza gioioso, un pò retrò, ma assolutamente adatto all'evento.