Che le mamme svolgano un lavoro a tempo pieno con i loro figli e cosa saputa (leggi Non sono una casalinga, sono una manager di casa), e spesso quando ci si deve muovere fuori casa le preoccupazioni diventano infinite. Quando poi si tratta di prendere l'automobile, si inizia a fare particolare attenzione a qualsiasi cosa pur di viaggiare sicuri con il proprio bebè. Manutenzione dell'auto per una guida sicura, scadenze di bollo, revisioni e tagliandi, e poi verificare la scadenza ed un eventuale rinnovo dell'assicurazione auto anche online nei tanti siti dedicati come questo (perchè per fortuna la tecnologia ci è sempre più amica!) e poi... il seggiolino!

Quante volte è capitato di mettersi alla guida con il proprio bimbo ed avere la preoccupazione che il seggiolino fosse installato non correttamente? E in effetti, secondo uno studio svolto da Kids&Cars, è piuttosto frequente che il seggiolino venga disposto a bordo nel modo sbagliato o che, durante il viaggio, il bambino abbia ampie possibilità di lasciare il proprio posto di sicurezza.

Ma anche qui, è proprio la tecnologia che viene in nostro soccorso.
Nasce infatti il seggiolino per auto che si controlla con uno smartphone. Proprio così, lo annuncia la Tomy International , marchio costruttore dell'innovativo seggiolino, spiegando che il sistema si attiva connettendo il seggiolino al proprio smartphone, o a quello del babysitter o parente, tramite l'applicazione dedicata connessa alla centralina “iAlert”.

 

app-per-controllare-seggiolino-bambino

 

Il seggiolino “smart” una volta a bordo, potrà controllare la corretta installazione ed il grado di inclinazione, invierà segnali sonori e visivi al nostro smartphone in caso di pericolo, ad esempio quando il bambino si allontana dalla sua postazione e quando la temperatura inizia a salire ( o scendere) oltre il livello di sicurezza diventando un rischio per la salute del bimbo.

Inoltre, l'applicazione può essere configurata in modo tale da inviare automaticamente ai numeri precedentemente memorizzati un SMS in caso di necessità o grave difficoltà, limitando quindi qualsiasi tipo di incidente o quando il nostro bambino è a bordo.

Ecco il video che mostra il funzionamento (in Inglese). 

 

{youtube}J7kYpbYXoK4{/youtube}

 

Ti interesserà pure: Poche e semplici regole per crescere un bimbo felice


Quando si diventa genitori si sa, tutto cambia, specialmente se si era abituati a viaggiare per gran parte dell’anno ma non tanto per il tempo passato fuori casa ma per la difficoltà di portarsi dietro tutto ciò di cui può aver bisogno il nostro “cucciolo”: scalda biberon, passeggino, lettino e così via. Come al solito,però, c’è chi pensa per noi e inventa servizi che permettono di semplificarci la vita! Il servizio che ho scoperto per le mamme viaggiatrici si chiama MammaMamma, il primo franchising italiano di noleggio di articoli per bimbi, adesso presente a Milano e Bologna e, da settembre, ha aperto un altro corner anche a Firenze.

 

Il motto di Mammamamma è "Viaggia leggera, noleggia il passeggino". Un servizio veramente fantastico! Quante volte, soprattutto noi mamme, quando facciamo le valigie siamo costrette a lasciare qualcosa di personale a casa per problemi di spazio! Tutte cose indispensabili ma veramente ingombranti. La risposta a questo problema è Mammamamma, che consente di avere tutte le comodità, senza doversi portare tutto dietro alla partenza, risparmiando tempo e soprattutto evitando inutili ingombri in auto, in treno o in aereo.

 

 

Mammamamma noleggia tutti gli articoli per bambini da 0 a 6 anni: Passeggini, passeggini ultraleggeri, carrozzine, pedane passeggino secondo bimbo, passeggini fratellari, seggiolini da auto, zaini porta-bimbi, marsupi, lettini, seggioloni, alzasedia, scaldabiberon, termos pappa, cuocipappa, ecc. La consegna e il ritiro, avvengono direttamente presso la stazione ferroviaria o l'aeroporto o addirittura presso l'albergo/appartamento che vi ospita! Gli articoli sono tutti di altissima qualità e ogni volta vengono igienizzati professionalmente, per permettere ad ogni mamma che si affida a Mammamamma, di avere ciò che più le interessa per il proprio bambino con la massima fiducia: qualità, igiene e sicurezza. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20. Da non trascurare anche il lato economico: i prezzi sono vantaggiosissimi e ne vale veramente la pena! Comodo, pratico e veloce!

 

Qui la locandina di MammaMamma:

 

L’attesa di un figlio è un insieme di emozioni difficili da decifrare se non le si prova sulla propria pelle, un misto tra gioie, paure e preoccupazioni. A tal proposito cerchiamo di capire insieme il valore della comunicazione tra madre e bambino durante l’attesa più dolce che possa esserci per una donna. È importante per il bambino imparare a comunicare con la propria madre sin dalla gestazione, stabilire un contatto concreto che farà percepire al bambino di essere amato ancor prima di venire al mondo.

 

Alcuni studi rivelano infatti che già durante il periodo della gravidanza il bambino riesce a percepire il suono della voce della madre e le melodie. Dunque il cantare o parlare al bambino durante la gestazione sono importanti poiché in questo modo si inizia a instaurare un rapporto con il piccolo, che imparerà in qualche modo a conoscervi e a riconoscervi una volta che sarà nato.

 

Non dimenticate inoltre che è fondamentale interagire con il proprio bambino non solo con le parole ma anche attraverso gesti come quello di accarezzarsi la pancia, lo farà sentire ancor più vicino a voi e amato. Ultima cosa, ma non meno importante, è prendersi cura della propria persona. Non rinunciate alle vostre sane abitudini e ai vostri interessi, poiché il bambino riesce a percepire i vostri stati emotivi, e dunque se siete serene o preoccupate.

 

Godetevi ogni attimo di questo fantastico viaggio e tanti auguri a tutte voi, a chi ci sta provando, a chi aspetta e a tutte le neomamme.

 

L’allattamento al seno è un evento straordinario di cui nessun bambino dovrebbe esser privato. Il latte materno contiene nutrienti eccezionali insostituibili: eppure sono tante le mamme che decidono di non allattare o smettere di farlo, perché vittime di disinformazione, o peggio, dei falsi miti che ruotano intorno all’argomento. L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia l’allattamento esclusivo per i primi sei mesi e condiviso fino ai ventiquattro. Vediamo il perché di queste indicazioni così prolungate che potrebbero suscitare qualche perplessità.

 

Innanzitutto, il latte è importante perché apporta innumerevoli benefici per il bambino. In primo luogo, esso costituisce il nutrimento perfetto, facilmente digeribile. Inoltre, rappresenta una tappa fondamentale per la crescita emotiva del bambino, poiché aiuta a capire dapprima i segnali del piccolo, facilitando, in tal senso, il ruolo di mamma. A contrario di quanto possa sembrare, l’attaccamento continuato alla mamma infonde sicurezza al bambino il quale, soddisfatto nelle sue esigenze primarie, rafforza giorno dopo giorno la consapevolezza di se stesso, scoprendosi pronto per le successive fasi di crescita. Il latte materno offre tanti anticorpi che combattono i germi con i quali il piccolo viene a contatto. Infine, un bambino allattato al seno sarà meno soggetto al rischio di obesità in futuro. 

 

 

L’aspetto davvero sorprendente è che la buona pratica dell’allattamento giova al bebè quanto alla neomamma. Ebbene sì: la mamma che allatta avrà meno difficoltà a rientrare nei suoi vecchi jeans, perché l'allattamento si presenta come un'attività che richiede un dispendio energetico notevole, utile per mandar giù i chili di troppo accumulati in gravidanza. Inoltre, l’allattamento al seno fa sì che le mamme corrano meno rischi di sviluppare tumore al seno o all’utero (circa il 20% in meno). Infine, la praticità, nonché l'economicità del latte materno non la batte nessuno. È un prodotto sempre pronto all’uso. Niente biberon da sterilizzare: se si esce per una passegiata, non c’è bisogno di cercare il bar più vicino per farci riscaldare il latte!

 

Ma come fare per poter allattare facilmente? Attaccare il bimbo al seno, ogni volta che lo desira, perché l’allattamento materno segue la regola della “domanda e dell'offerta”, ossia più spesso si allatta, più latte ci sarà. Se il vostro bambino desidera poppare, non ha importanza il motivo, può solo fargli bene. 

 

La gravidanza è un momento magico per ogni donna, il corpo si adatta a nuovi, affascinanti cambiamenti., alcune caratteristiche del corpo vengono valorizzate, alcuni difetti si riducono. Il corpo, durante i cicli della vita, ha le sue fasi ed è questo che lo rende speciale, l’essere vero e mutevole. Durante la gravidanza il corpo esprime tutta la potenza, la forza e il mistero di portare una nuova vita in grembo. Una gravidanza serena non intaccherà affatto la propria bellezza, anzi ne rappresenta una delle fasi più piene.