Fare la mamma si sa è faticoso, ma mai come adesso nascono, specialmente sul web, tante pagine dedicate proprio a lei!
Come fare la mamma? si chiedono le donne... cosa fare, cosa non fare...
Non è semplice, anche quando le ostetriche ti dicono: "segui il tuo istinto!" Ok! ma se il mio istinto sbagliasse? No l'istinto non può sbagliare, quella parte "animale" che è rimasta in noi e che ci fa sorridere quando vediamo un bebè, che ci fa commuovere per un film d'amore, è innata nella donna. Fare la mamma è una realtà, un'altro mondo, chi non ha figli non può capire, mi dicevano quando ero ragazza ed è vero!
Una donna quando diventa madre si trasforma, non solo fisicamente, ma anche mentalmente: sono gli ormoni ci dicono... non lo so sinceramente, so solo che è bellissimo ed io lo rivivo ogni giorno quando guardo mia figlia appena sveglia. Due occhi grandissimi, due guancie paffute e mi fermo a pensare: sono stata io a fare questa creatura...

 

 

Al tempo delle nostre nonne le donne si chiudevano nel loro mondo: emozioni, vissuto, ricordi, esperienze tutto al femminile, era meglio? era peggio? Di sicuro le future mamme potevamo contare su un appoggio maggiore, forse c'era anche più complicità, più sostegno chissà...
Oggi la donna, anche neo mamma, vuole riprendersi la propria femminilità, Femmina anche con il pancione, Femmina anche subito dopo la nascita.
In giro vedo delle neo mamme bellissime, curate, già in forma subito dopo il parto e mi accorgo di fermarmi a pensare: ma dove lo avevano il bimbo? Io che sono ingrassata venti chili durante la gravidanza, come altre donne ci mancherebbe! Io che non sono riuscita più a riprendere la mia "vecchia" linea, sigh! che ci ho messo otto anni per accettare la mia pancetta, il mio essere "paffutella". Ma va bene così, mi dico adesso. Queste nuove forme hanno la loro storia, raccontano un momento, un periodo anche non bello, certo!
Perché essere madre non è sempre bello come ti fanno credere.
Finalmente arrivano film dove si vede la realtà dell'essere genitore: le nottate in bianco, l'ansia, il viso "sbattuto", le occhiaie, le docce mai fatte, il sesso dimenticato, la coppia che qualche volta "scoppia" per lo stress... E ti rendi conto che adesso è vita vera, prima era solo una passeggiata, adesso devi essere maturo, adulto perché devi decidere per due e qualche volta per tre. Adesso si fanno i conti, tutti i giorni. E si arriva alla sera ripensando a quello che è stato fatto durante la giornata se è servito a qualcosa o a qualcuno, ci facciamo un esame di coscienza per ripartire alla grande il giorno successivo. Adesso si arriva alla sera, addormentiamo nostro figlio o nostra figlia o i nostri figli e ci scopriamo a pregare dentro di noi di essere dei buoni genitori e con un sospiro di sollievo pensiamo che un altro giorno fortunatamente è “andato” e domani abbiamo un'altra possibilità per rimediare agli errori di oggi o per continuare a costruire un futuro migliore.
Ma è la vita ed è bella così!

Potrebbe interessarti anche: Diventare Mamma. Il coraggio di ogni donna.

 

Letto 3051 volte Ultima modifica il Giovedì, 07 Marzo 2013 16:13
Vota questo articolo
(1 Vota)
Francesca Gottardo

Ho 39 anni e sono mamma di

una bimba di otto, Compagna, ho intrapreso da quasi due anni

il lavoro di Baby Planner ed esperta in Eventi.

Adoro i bambini e gli animali. Curiosa e vulcanica

Sito web: www.babyshowerfirenze.blogspot.it