25 Feb

La televisione e i bambini

Scritto da  |

Non demonizzare, ma utilizzare in maniera corretta.

Quando i bambini iniziano a crescere, nella loro vita arriva un amico di giochi nuovo, un compagno silenzioso, colorato, divertente perché pieno di cose da vedere che incuriosiscono: sto parlando della televisione.
Devo essere sincera, non sono un amante di quest’oggetto, quindi raramente lo accendo durante il giorno, preferisco che il mio bimbo passi il suo tempo diversamente: giocando all’aria aperta con qualche amichetto per esempio, ma anche lui ha fatto la conoscenza della tv e durante il pomeriggio qualche volta mi fa la richiesta di stare in sua compagnia per qualche minuto.

 


Ecco che allora insieme ci mettiamo seduti sul divano o sul tappetone colorato e guardiamo uno dei suoi cartoni preferiti che ovviamente conosce a memoria… dico spesso che potrebbe quasi tranquillamente recitarlo lui.
Quando si parla del ruolo della televisione nella vita dei bambini, se ne parla sempre in modo molto negativo, vedendolo come strumento di abbandono, di disinteresse, di non comunicazione all’interno della famiglia.
Opportuno nella vita è imparare a usare il buon senso in ogni situazione, inutile quasi dire che è assolutamente sbagliato e diseducativo lasciare un bimbo davanti alla televisione accesa facendogli vedere immagini colorate a gogo diventando quindi la stessa una sorta di baby-sitter o di genitore sostitutivo: anche se si è stanchi o magari presi dai mille problemi o problematiche della vita, come il lavoro, i soldi o la casa… un atteggiamento simile è cosa assolutamente da evitare, non solo per il bambino, ma anche per noi mamme e papà che andremo a perdere mille attimi preziosissimi della vita dei nostri adorati cuccioletti, attimi che poi non torneranno mai più, attimi di sorrisi meravigliosi, faccette buffe, o paroline dette…
Altra cosa a cui dobbiamo pensare sono le scene negative a cui il nostro bimbetto potrebbe assistere: la televisione è fatta di mille immagini e in queste mille immagini vi si può trovare di tutto, è vista per il mondo… e nel mondo ci sono milioni di persone, così com’è sbagliato impedire la trasmissione di certi programmi, è altrettanto sbagliato pensare che la televisione o meglio chi la fa si metta al posto dei genitori e quindi prenda il ruolo di educatore nella società scegliendo cosa è giusto o no al nostro posto.
Sta a noi genitori impostare il ruolo di tale strumento nella vita dei nostri bambini e usarlo nel bene e non nel male, oggi poi siamo molto più fortunati rispetto al passato perché ci sono modi creati apposta per controllare cosa possono guardare i nostri figli attraverso per esempio il parental control, servizio che permette ai genitori di selezionare ciò che il bambino può vedere.
Nell’era dei media dove stiamo andando verso il tutto informatizzato, dove per avere un’informazione, non ci muoviamo da casa, dove persino le amicizie o i matrimoni nascono e crescono dietro a un pc… vuoi che i bambini non imparino ben presto l’amore della televisione?
Credo che invece di demonizzarla, noi adulti dovremmo imparare a usarla come mezzo di comunicazione e di rilassamento, ritagliandosi quel tot di minuti per guardarsi con la mamma, o con tutta la famiglia , un cartone animato o un film, per crescere insieme e creare un momento piacevole.
Si possono per esempio alternare magari le serate e prima della nanna, una sera si ascoltano le fiabe, una sera si guarda un bel cartone della Disney e una sera si ascolta un bel po’ di musica che rilassa e favorisce la nanna.
Un buon uso non crea mai il danno.

 

Potrebbe interessarti anche: Potere ai piccoli

 

Letto 2635 volte
Vota questo articolo
(6 Voti)
Suyien Assandri

Palare di se stessi non è facile, a chi lo chiede solitamente rispondo "Sono semplicemente io" ma questa formula magica ovviamente ad un estraneo non dice proprio nulla quindi direi che:

  • ho 36 anni, chiacchierona, sensibile, testarda, estremamente sincera...
  • sono mamma  del mio bellissimo Mattia nato nel 2010 che adoro, non so se sono una buona mamma io però lo spero e faccio di tutto per crescere il mio bimbo circondato di amore e armonia.
  • felicissima compagna del mio amore da 8 anni.
  • animalista stra-convinta...

Amo scrivere, un paio di anni fa sono riuscita a realizzare il mio sogno di vedere pubblicati due miei racconti brevi.

Concluderei dicendo che sono sempre pronta a nuove sfide per scoprire nuovi mondi e far crescere la mia persona sempre di più.