Tra lo zero e i dodici mesi i bimbetti si portano qualsiasi oggetto alla bocca per poi succhiarlo, morderlo o leccarlo. Questa fase che tutti i nostri cuccioli passano si chiama orale, fase in cui i nostri piccolini interagiscono con il mondo attraverso la bocca. 

Fin quando il bimbetto rimane tranquillamente nel suo lettino o nel box, tutto è meno pericoloso; ma come la mettiamo quando iniziano a gattonare? Va bene il voler esplorare tutto e voler conoscere il mondo ma… quali sono i pericoli?  Quali regole di sicurezza sarebbe meglio adottare? 

La pediatra del mio Mattia quando gli posi il problema, mi rassicurò subito dicendomi che se nella propria abitazione si fanno le normali pulizie domestiche e se i giocattoli che i bimbi esaminano con la loro dolce boccuccia rimangono in casa non ci dobbiamo preoccupare di nulla, anzi il loro assaporare li aiuterebbe anche a sviluppare il proprio sistema immunitario.

In realtà i veri pericoli non vengono mai dall’igiene, ma dal mondo degli adulti: vedi detersivi, farmaci, sigarette… o anche oggetti di piccole dimensioni; i rischi sono di avvelenamento e soffocamento e visto che è sempre buona norma prevenire piuttosto che correre ai ripari quando il danno è compiuto, a questo punto non resta che organizzarsi e rendere la casa a misura di bambino togliendo di mezzo ogni più piccolo pericolo.

Dobbiamo ricordarci per esempio di riporre i detersivi in appositi spazi, e se li mettiamo dentro a un mobiletto, bisogna sempre poi chiuderne la porta con gli appositi ganci di sicurezza blocca porte. Questo deve avvenire anche per il bagno, dove solitamente mettiamo le medicine. Per quanto riguarda gli oggetti di piccola dimensione, invece, basta spostarli su superfici non raggiungibili dai nostri cuccioletti.

 

 

Non dimentichiamoci le piante che noi tanto amiamo: sono una delle più grandi curiosità per i bambini. E' bene però che siano sistemate in maniera tale da evitare che il bambino vi possa arrivare visto alcune sono molto tossiche se ingerite.

Importante è anche controllare con attenzione tutti i giocattoli che diamo in mano ai nostri bimbetti: per esempio sulle confezioni è sempre segnata l’età del bambino a cui il gioco e adatto, se non corrisponde a quella dei nostri cuccioli ce il rischio che possano avere parti piccole che possano essere ingerite. Ancora più importante è che i giocattoli riportino sempre il marchio di conformità CEE, in questo modo siamo sicuri che quel giocattolo in ogni sua più piccola parte strutturale non possa creare danni al nostro bimbetto anche se succhiato, mordicchiato o altro.

E se per caso il nostro bimbetto, nonostante i nostri cento occhi e le nostre mille attenzioni, ha ingerito qualcosa… prima regola mai farsi prendere dal panico (più facile a dirlo che a farlo ovviamente) e se si tratta di un oggetto prendere immediatamente il bambino per i piedini e riversargli dei piccoli colpi sulla schiena finché l’oggetto non fuoriesce (mai cercare di toglierlo con le dita perché si ottiene l’effetto opposto) e far chiamare da qualcuno subito il soccorso medico pediatrico.

Se si tratta di liquidi o piante andare invece al pronto soccorso con la bottiglietta del liquido o il nome della pianta ingerita.