Ecco cosa pensavo PRIMA dello shopping virtuale. Ecco. 

Chiedetemelo ora... Lo amo.

Il tutto nasce dall’esigenza di acquistare un abito per un matrimonio, ma non il solito abito serioso e banale: qualcosa di colorato, di nuovo.

A dir la verità un abito lo avevo già “puntato” ma era molto oltre il mio budget. Quindi usufruisco del magico mondo di facebook, postando l’abito dei miei sogni, chiedendo però consiglio su dove trovare qualcosa di simile a un prezzo più chip.

Questo è stato l’inizio della rovina, soprattutto finanziaria: ho scoperto lo shopping online, quel mostro che tanto temevo e che invece è di una comodità e praticità assurda, soprattutto per una come me che odia provare le cose nei camerini piccoli, caldi, con faretti roventi a 15 cm dalla testa.

 

 

Asos.com Un universo infinito e meraviglioso di capi moderni, alla moda e soprattutto per tutte le taglie: dalle più filiformi alle più comode.

Per non parlare poi dei prezzi: stracciati o per lo meno molto convenienti. I capi provengono direttamente dal Regno Unito e nel corso della spedizione si è costantemente aggiornati sul dove si trova il nostro bottino. E magia delle magie per le più ansiose, il giorno prima viene inviata una mail che comunica l’arrivo del pacco l’indomani.

Ah, spese di spedizioni: gratuite in 4/5 giorni lavorativi.

Le mie colleghe mi odiano: non ho fatto in tempo a parlarne che il giorno dopo è stata stilata la lista ufficiale degli acquisti effettuati e quelli da effettuare prima che mai.

Un altro aspetto che incentiva l’acquisto compulsivo? La qualità dei materiali. Il mio abito pagato 56,00 euro devo dire che mi ha stupita: corpetto in pizzo e gonna in chiffon. Nulla di sintetico. Ma vero e autentico chiffon.

Per le più incerte riguarda il “quale taglia scegliere” devo dire che il sito è organizzato molto bene, in quanto oltre alle classiche taglie S, M, L e 40-42-44, ecce cc vengono forniti a fianco a ciascuna i centimetri esatti con immagine guida sui punti in questione da misurare.

Quindi riepilogando: 

Shopping da casa: no file, no camerini dal clima tropicale, no stress

Risparmio: no spede di spedizione (a meno che non si voglia optare per l’invio celere in 2/3 giorni, che comunque costerebbe solo all’incirca 12,00 euro)

Trendy: non dimentichiamo che i capi provengono dalla Gran Bretagna, lanciatrice di mode e outfit 

Spedizione sicura

Spero che non mi odierete per tutto ciò. Io lo amo. Le passioni si condividono. Come si scaricano sugli altri le coscienze e i propri peccati.

Peccate: tanto costa poco!

 

Potrebbe interessarti anche: Acquisti on line: Comprare o non comprare?

 

 

Come trascorrerete questa giornata? Se non avete nulla in programma, che ne direste di una mattinata o un pomeriggio di shopping in qualche outlet vicino casa?

Fosse per me, passerei intere giornate all'insegna dello shopping; fare compere migliora l'umore e se gli outlets ci danno la possibilità di acquistare a basso costo, anche il nostro portafoglio ne potrà giovare!
Sinceramente, pur abitando a Bari, molto spesso organizzo weekend con il mio fidanzato per recarmi in Toscana, dove sono presenti outlets e spacci che a mio parere meritano di essere visitati più di altri.
Il mio preferito è il The Mall a Leccio Reggello, che mi ha dato la possibilità di arricchire il mio guardaroba con pezzi fantastici a prezzi scontatissimi, a cui altrimenti avrei dovuto rinunciare.
Lo scorso anno, in questo outlet, da Gucci, ho acquistato una stola di un rosa adorabile, un piumino Burberry su cui mi venne applicato uno sconto del 70% perchè ultima taglia e una borsa Gucci che nella mia città era terminata da un pezzo.
Al The Mall troverete Fendi, Gucci, Hogan, Dior, Bottega Veneta, Balenciaga, Armani, Pucci, Lanvin, Ferragamo e tanti altri: io vi consiglio un salto da Loro Piana, trovare pregio e qualità simili ad un prezzo outlet è davvero un sogno!
Sempre in Toscana mi sono recata anche all'outlet di Prada a Montevarchi da cui ho acquistato una splendida cinta ed una borsa ad un prezzo davvero ottimo per le mie finanze!

 


Insomma, ragazze, gli outlets sono un ottimo modo per dedicarvi allo shopping senza rimanere con un portafoglio irrimediabilmente vuoto!
E poi, detto fra noi, ci sono articoli che non passano mai di moda e che vengono riproposti gli anni seguenti con variazioni minime ed impercettibili, perciò se si sa scegliere... l'affare è assicurato, parola di fashion blogger!

 

Potrebbe interessarti anche: I migliori siti per lo shopping online

 

Nonostante quest’anno la bella stagione arranchi un po’ ad arrivare, c’è sempre quel barlume di speranza per una serena giornata di mare. Ogni anno quando si avvicina la scadenza della primavera e l’estate sta per bussare alla porta, nelle vetrine dei negozi di intimo affiorano i primi costumi da bagno e puntualmente quello che si accaparrerebbe volentieri il posticino in valigia.
Quello sta bene con l’abbronzatura, quello ha le ciabattine e il telo coordinati, quello sta bene con il pezzo sopra che ho comprato l’anno scorso, quello sembra carino ma la fantasia lascia un po’ a desiderare…
E ovviamente c’è chi si fa la fatidica domanda e l’esame di coscienza più tedioso di sempre: come mi starà quello? Quello mi fa mostrare tutta la mercanzia? … Si sa, ogni donna è fatta a modo suo, sia psicologicamente che fisicamente e sappiamo che non è sempre semplice trovare il Bikini ideale. Provate a leggere qualche consiglio…

scegliere-costume-adatto-al-nostro-corpo
TRIANGOLO - Se avete i fianchi un pochino più larghi rispetto alle spalle cercate di enfatizzare il punto vita e il seno! Pollice in su ai colori scuri e reggiseni vistosi ed imbottiti! Se volete un costume intero provate un trikini (costume unito da sotto il centro del reggiseno fino al centro dello slip) altrimenti un modello che abbia all’altezza del torace e della pancia tonalità chiare o vivaci e lungo i fianchi tonalità più scure: effetto ottico assicurato!  Evitate i pezzi sotto con laccetti troppo stretti e le culotte, anche se hanno l’effetto “contenitivo” evidenziano di più i cuscinetti!

TRIANGOLO ROVESCIATO - A proposito di spalle larghe, è probabile che alcune di voi abbiano le spalle e il torace leggermente più largo della vita e dei fianchi. In questo caso date via libera a slip, brasiliane e culotte. Enfatizzate il fondoschiena con mutandina munita di gonnellino. Bikini bicolore, magari pezzo sopra più scuro e il pezzo sotto più chiaro. Optate per reggiseni a fascia o triangolo che siano, però, poco appariscenti! Se volete scegliere un costume intero, sceglietene uno senza spalline!

RETTANGOLO - Se avete un aspetto giunonico e il vostro punto vita scarseggia, il segreto è proprio evidenziarlo e risaltarlo! Scegliete bikini molto femminili con colori brillanti e fantasie particolari ma che non siano grandi disegni squadrati. Puntate sul costume intero che sia un trikini o un monokini e non un pezzo unico, rischiate di “peggiorare” la situazione! Evitate di mettere costumi sportivi che potrebbero enfatizzare delle probabili spalle larghe!

OVALE - Se il vostro girovita è più ampio rispetto a fianchi e torace, non disperate! Non rintanatevi in casa per colpa della pancetta per evitate di prendere l’abbronzatura!  Scegliete un balconcino o un push up, così che il seno aumenti di volume e dia una forma più slanciata e curvilinea al torace. Evitate lo slip troppo sgambato e soprattutto troppo stretto sui fianchi, rischiate di spezzare la figura! Il costume intero, ancor meglio se modellante sceglietelo di colore scuro e che abbia stampe micro. Evitate il bikini con reggiseno a fascia e a triangolo, valorizzatelo il decolletè!

CLESSIDRA - Se la vostra conformazione fisica richiama una clessidra, con la vitina stretta e il torace della stessa larghezza dei fianchi, potete scegliere il bikini con reggiseno a balconcino o triangolino. Slip a vita bassa  che risaltano la vita ma che non facciano uscire troppo i rotolini (sempre se, fortunate, non ne avete).

Forma-fisico

… E ora … Dato il sole che comincia a fare l’occhiolino… Via libera allo shopping!

 

Ti interesserà pure: I nuovi costumi H&M

 

Se ne sente parlare da tempo ormai, ed io stessa non avevo ben capito di cosa si trattasse. Allora tastiera alla mano qualche tempo fa ho scoperto che non ha un unico significato preciso ed incasellabile, ma a seconda di cosa si stia parlando lo swap risponde o meno a quello che si vuole esprimere, questo termine si usa in informatica, ed anche nella finanza, ma quello che vi voglio raccontare riguarda un settore decisamente più interessante per noi ragazze (ma anche ragazzi non negatelo, siete tanto quanto noi shopping addict, per cose diverse ma shopping addict...) sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, e qui casca l'asino!

Eheheheh eh si gentili lettrici, swap vuol dire "scambio" (vi invito a non fare pensieri arditi -.-) intendo dire di oggetti, cose che non utilizziamo più da tempo, abitanti di cassetti ormai dimenticati da tempo.

Io l'ho sperimentato più volte ed è stato bellissimo!

Capita di avere delle cose per cui altre persone bramerebbero, e viceversa, ed allora lo swap diventa una risorsa davvero straordinaria.

Avete mai provato a farlo con le amiche? ho riportato alla mente quello che credo sia stato il mio primo swap, un paio di jeans levi's mio, per un paio di jeans della mia migliore amica, entrambe contente ci siamo accaparrate quello che più ci piaceva al momento.

 

cosa-e-swap-party

 

Ora, applicando il concetto su più ampia scala, si potrebbe pensare di farne un'attività di svago (utile anche per risparmiare) e ci aiuterebbe a contenere di gran lunga le spese di abbigliamento, scarpe, accessori, e perchè no oggetti per la casa, gioielli e quant'altro.

Precisazione non sempre ovvia è che il tutto deve avvenire nel pieno rispetto dell'altro, per intenderci, se tu mi dai un oggetto tenuto benissimo, io non te ne dò uno logoro o sporco.

E allora che dite, swappiamo??? ;)

 

 Ti interesserà pure: Ecco come mi faccio l'armadio anticrisi

 

La settimana della moda milanese è passata ma c’è stato un evento particolare che ha attirato l’attenzione di molti non solo perchè NON era un evento canonico di fashion week ma perchè la tipologia di iniziativa presentata è del tutto innovativa.
Stiamo parlando di un marchio nostrano ma che è contraddistinto da una costante spinta verso il futuro, l’innovazione e la sperimentazione. Non stiamo certo parlando di sperimentazione dal punto di vista stilistico, restringeremmo così il discorso solo al prodotto cosa che invece non vogliamo assolutamente fare, proprio in linea con questo progetto. Bando alle ciance, parliamo del Hybrid Shop un progetto retail come già detto prima estremamente nuovo realizzato e pensato da PINKO.
In Italia la realtà dello shopping online è ancora acerba ma, nonostante questo, PINKO tenta la strada della compenetrazione tra media e presenta un negozio dove il cliente entra e vie un’esperienza di acquisto totalmente inusuale. Uno spazio rettangolare, tipo un lungo corridoio, con muri traslucidi decorati da una pioggia di caratteri alla Matrix. Schermi touch screen alle pareti e un allestimento con manichini al centro.

 

hybrid-shop-pinko


Gli schermi digitali espandono lo spazio della boutique, rendendo possibile esplorare, attraverso immagini e rendering, l’intera collezione per scoprire varianti, accessori, pezzi da abbinare, non necessariamente presenti in negozio ma disponibili nel magazzino centrale, quindi la cliente potrà riceverli in breve tempo direttamente a casa.
Nell’hybrid shop il contatto fisico con i capi si arricchisce e dilata virtualmente. L’entertainment tecnologico della navigazione via digital screen definisce una nuova shopping experience, insieme tangibile ed elettronica, tarata ad personam.
Inaugurato il 20 di Settembre, quindi in piena fashion week, l’Hybrid Shop è tutt’ora aperto al pubblico in Corso Venezia, 5 – Milano.

 

Ti interesserà pure: Shopping in pigiama e pantofole