02 Gen

Curare gli occhi del nostro bambino

Scritto da  |

I nostri bambini nell’arco di tutta quella che è definita prima infanzia, che va dallo zero ai cinque anni, attraversano un periodo d’intensa attività biologica e di sviluppo dei sistemi motori e percettivi che sono poi la base dello sviluppo cerebrale e di tutti quelle funzioni superiori (come l'udito) di cui la vista e sicuramente è quella più complessa.

In poche parole la vista si sviluppa con lo sviluppo del bimbo, con il passare del tempo, infatti, il bambino migliora la coordinazione dei centri cerebrali che controllano i movimenti degli occhi e piano piano migliora la focalizzazione, anche se la visione perfetta si ha solo attorno ai cinque anni di vita, mentre solo a tre si possono scoprire problematiche visive legate ai colori, tipico del daltonismo.

E’ molto importante tenere sotto controllo gli occhietti del nostro amorino e se la nostra pediatra ci segnala qualche piccola anomalia, importantissimo è fare subito delle visite specialistiche per poter eventualmente curare piccoli disturbi che se trascurati potrebbero poi divenire più grandi o non più curabili.

Al mio piccolino la pediatra aveva trovato un piccolo problema di strabismo, chiamato anche strabismo di venere, lo portai subito da una dottoressa e nell’arco di due mesi tutto è andato risolvendosi, il mio piccolino ora è meravigliosamente bello anche se già prima lo era .

Parlando seriamente anche lo strabismo è un problema non da poco, tra lo zero e i sette mesi del bebè è normale che ci sia, ma se persiste dopo i sette mesi, bisogna subito fare un controllo da uno specialista: l’oculista dovrà quindi prima accertarsi che non vi siano altri problemi e poi curare lo strabismo che in casi eccessivi può diventare un vero è proprio problema fino ad arrivare a perdere l’uso dell’occhio.

 

 

L'età giusta invece per una prima visita oculistica è attorno ai quattro anni di età, questo per evitare di perdere l'età più favorevole alla cura di eventuali problematiche visive come possibili ambliopie, in altre parole la visione bassa, le ipermetropie e astigmatismi.

Solitamente quando il nostro piccolino ha dei problemi di vista, il corpo manda dei segnali di disagio tipo il mal di testa o bruciore agli occhi a cui noi dobbiamo sempre rispondere con un consulto dalla nostra pediatra,.

Altrettanto importante è ricordarsi per esempio di non lasciare mai il nostro piccolino troppo vicino allo schermo del televisore quando guarda magari il suo cartone preferito perché potrebbe creargli alterazioni della vista.

 

Letto 2975 volte Ultima modifica il Martedì, 22 Gennaio 2013 18:27
Vota questo articolo
(12 Voti)
Suyien Assandri

Palare di se stessi non è facile, a chi lo chiede solitamente rispondo "Sono semplicemente io" ma questa formula magica ovviamente ad un estraneo non dice proprio nulla quindi direi che:

  • ho 36 anni, chiacchierona, sensibile, testarda, estremamente sincera...
  • sono mamma  del mio bellissimo Mattia nato nel 2010 che adoro, non so se sono una buona mamma io però lo spero e faccio di tutto per crescere il mio bimbo circondato di amore e armonia.
  • felicissima compagna del mio amore da 8 anni.
  • animalista stra-convinta...

Amo scrivere, un paio di anni fa sono riuscita a realizzare il mio sogno di vedere pubblicati due miei racconti brevi.

Concluderei dicendo che sono sempre pronta a nuove sfide per scoprire nuovi mondi e far crescere la mia persona sempre di più.