17 Feb

Come pianificare un viaggio perfetto con i bambini

Scritto da  |

Da quando sono nate le compagnie di volo low cost le distanze geografiche si sono notevolmente accorciate. Ormai sulla lista dei regali di Natale, San valentino e compleanni sembra proprio non possa mancare una visitina a qualche capitale europea. E su via a cercare il volo più convenente. Si passano ore a fantasticare su romantiche fughe a Parigi o entusiasmanti passeggiate nella multietnica capitale britannica. Sogni che però possono vacillare se a viaggiare non siamo da soli ma in compagnia di piccoli turisti. Il viaggio di una famiglia può destare qualche timore.

 

In realtà con qualche piccolo accorgimento anche con la ciurma al seguito è possibile organizzare un weekend in giro per l’Europa, senza troppi timori. Innanzitutto bisogna partire con la consapevolezza che in una sola giornata non sarà possibile visitare 3 musei, 4 cattedrali e mangiare solo street food. Quindi, il primo obiettivo sarà quello di abbassare le proprie aspettative e godersi ogni istante senza avere l’assillo delle cose non visitate o del programma non rispettato.

 

Ecco alcune regole per pianificare un viaggio con dei bambini:

 

1. Organizzare il viaggio in aereo tenendo conto che i bambini possono soffrire di fastidi all’orecchio. Per tale motivo se sono molto piccoli offrigli i seno o il biberon in fase di decollo, oppure se più grandi fargli masticare una caramellina o un chewing gum. Adoperarsi con giochi da tavolo da poter utilizzare sulle tavolette poste dietro ai sedili.

 

2. Per quanto riguarda l’alloggio da scegliere l’opzione da preferire nel caso di viaggio con bambini è di sicuro l’appartamento, che consente di mettere a proprio agio i piccoli viaggiatori, specie se molto piccoli, perché consente di rispettare la loro dieta, avendo la possibilità di cucinare i pasti. Inoltre cosa non meno importante, in un appartamento i bambini hanno più spazio a disposizione per i giochi, non bisogna dimenticare che il gioco è l’attività più importante per i nostri figli.

 

3. Adeguare il proprio programma all’età dei bambini. Le attrazioni turistiche più gettonate hanno spesso delle opzioni speciali per i piccoli viaggiatori. Ad esempio al Louvre sono previsti dei percorsi a misura di bambino, per consentire ai genitori di coniugare il proprio interesse con il divertimento dei figli. Un’altra idea è quella di optare per la visita dei musei d’arte moderna perché più allegra, colorata e capace per tale motivo di attrarre anche i piccoli visitatori. Se i bambini sono abbastanza grandi è utile inoltre visitare i musei di scienze naturali, dove è possibile entrare in contatto con la paleontologia, che tanto interesse desta nei bambini che si da piccoli giocano con i piccoli dinosauri.

 

4. Viaggiare con pochi bagagli per agevolare gli spostamenti dall’aeroporto all’alloggio, tenendo conto che per i bambini piccoli c’è anche l’ingombro del passeggino. A tal proposito in alcune città è anche previsto il noleggio dei passeggini e di tanti attrezzi per i piccoli viaggiatori.

 

5. Spostarsi in città avendo ben cura di portarsi tutto il necessario in un piccolo zainetto. Inoltre individuare sulla cartina gli innumerevoli parchi per consentire ai piccoli si sgranchirsi le gambe e liberare le proprie energie, che nei vari spostamenti devono per forza di cose essere contenute.

 

Pochi punti che possono rendere anche la vacanza familiare un’esperienza indimenticabile. L’effetto sorpresa non mancherà di certo, ma potrà essere vissuto come un’occasione per non lasciarsi prendere dalla fretta anche in vacanza. Il ritmo lento dei bambini consiglierà anche agli adulti di godersi gli angoli inediti delle città andando oltre i soliti stereotipi da turista.

 

Letto 2260 volte Ultima modifica il Domenica, 16 Febbraio 2014 19:46
Vota questo articolo
(3 Voti)
Letizia Cozzolino

Sono Letizia, mamma di uno splendido bambino di circa tre anni. Ho 29 anni e sono laureata in Scienze del Servizio Sociale. Sogno di diventare, al più presto, assistente sociale. Intanto, coltivo le mie passioni e le condivido con gli altri, attraverso il mio blog, dove mi occupo di dolci, cucina, fai da te e tutto ciò che ha a che fare col mondo dei bambini.

Potete seguirmi anche su:

BLOG: SOGNI DI ZUCCHERO

PAGINA FACEBOOK: EFFIMERE DOLCEZZE