Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 108

La “mela insana”, oggi conosciuta come melanzana, è nata in oriente. Furono gli arabi, avendone apprezzato il delizioso sapore, a esportare questa pianta dall’India al bacino Mediterraneo. Così arrivò in Spagna e qui la bacca di forma allungata o globosa, con buccia spessa e di colore bruno-violaceo, bianco e rossastro, fu subito molto apprezzata. Nel nostro paese, invece, la melanzana faticò non poco a farsi accettare. Prima fu accusata di essere tossica, a causa del sapore amarognolo del suo frutto e anche dal fatto, con tutta probabilità, che ancora poco si sapeva come cucinarla. Non soddisfatti della tossicità, poi, la fecero passare addirittura come velenosa e anche apportatrice di pazzia. Il noto medico fiorentino Taddeo Alderotti, che nel XIII secolo fondò a Bologna la facoltà di medicina, fu un po’ la causa di questa maldicenza. Durante le sue lezioni avvertiva gli astanti che mangiare le melanzane per nove giorni di seguito portava all’insania, cioè alla pazzia. Questa teoria, forse non troppo scientifica, trovava conferma nell’esperimento condotto da un allievo di Mastro Taddeo, uno dei più ingenui si direbbe, che dopo aver mangiato per nove giorni melanzane divenne, appunto, pazzo. Ecco perché il termine ‘insana’, intorno al XIII secolo, se riferito alla melanzana , appare spesso dopo ‘mela’, parola, quest’ultima, che in italiano medievale sovente si poneva davanti ai nomi stranieri di frutta e verdura (melarancia, melagrana). A metà del quattrocento, però, tutto cambiò. Appurata la commestibilità, dopo vari esperimenti culinari, scoperto lo straordinario sapore e le tante qualità, la melanzana e i suoi frutti, chiamati poi in modi diversi (i ‘petonciani’ a Firenze, le ‘mollegnane’a Ferrara, i ‘mulinciani in Sicilia, le ‘molignane’ a Napoli, i ‘marignani’nel Lazio) ma non più 'insani', presero il loro posto ufficiale nella cucina italiana, affermandosi così velocemente nella dieta mediterranea. 
Mi è capitato tra le mani un libro davvero interessante. Girando qua e là per la Terra, Ramona Galletta ha avuto modo di assaggiare molti piatti e prendere gustosi appunti. Il risultato di questo VIAGGIO TRA I SAPORI ETNICO-VEGANI (Edizioni Progetto Cultura) è un ricco e interessante prontuario, in cui trovano spazio ricette vegane da tutto il mondo.

 

viaggio-sapori-vegani


Dal libro di Ramona Galletta
PASTICCIO DI MELANZANE (Nicaragua)
Per 4/6 persone
Ingredienti:
- 450 gr di melanzane;
- 1 peperone verde;
- 1 cipolla media;
- 2 spicchi di aglio;
- 1 cucchiaino di pepe di caienna;
- ½ cucchiaino di cumino;
- 5 cucchiai di salsa di pomodoro;
- 180 ml di acqua;
- 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
- lievito alimentare in scaglie, sale e pepe.
Preparazione:
Pulite e affettate le melanzane in dischi alti circa 1 cm, tagliate il peperone a strisce sottili. Nel forno già caldo (180°), cuocete le fette di melanzane su una piastra da forno unta, senza copertura per 15 minuti circa, facendo attenzione che tutte abbiano pressappoco la medesima cottura. In una casseruola scaldate l’olio, quindi saltate la cipolla, gli spicchi d’aglio tritati e il peperone per 5 minuti. Aggiungete il pepe di caienna, il cumino, la salsa di pomodoro e cuocere per 3 minuti circa, poi aggiungete l’acqua. Mescolando di tanto in tanto, portate a ebollizione e lasciate bollire a fuoco lento per 10 minuti, aggiungendo sale e pepe a piacere. Sulla piastra da forno, formate uno strato di melanzane e versatevi metà della salsa preparata, poi cospargete di lievito alimentare in scaglie e ripetete con gli ingredienti rimasti. Cuocete in forno per 15-20 minuti e servite caldo.

 

Scopri qui le altre ricette per il Mercoledi Veg

 

Per un ottimo pranzo che fa da piatto unico preparate questo Hamburger di
lenticchie e ceci, con il suo gusto particolare vi solleticherà le papille gustative e vi
sazierà per tutta la giornata.


Ingredienti:
1 cipolla
2 spicchi d’aglio
3 cucchiai di olio d’oliva
1 cucchiaino di cumino in polvere
350 g di lenticchie
350 g di ceci
1 cucchiaio di tahini
prezzemolo
1 uovo
pangrattato, farina q.b.

Preparazione:
Iniziamo tritando la cipolla che faremo rosolare in una padella con un cucchiaio d'olio. Una volta
che la cipolla risulta bella morbida aggiungiamo l'aglio tritato, il cumino e un po' di pepe facciamo
insaporire e spegniamo il fuoco.
Ora prendiamo le cipolle e le mettiamo in un frullatore dove aggiungeremo le lenticchie e i ceci già
cotti (possiamo tranquillamente usare i legumi in scatola ben sciacquati) e frulliamo ad ottenere un
composto grossolano, aggiungiamo poi il tahini (salsa mediorientale a base di sesamo bianco) il
prezzemolo e frulliamo nuovamente ad ottenere un composto omogeneo.
Adesso possiamo versare il composto in una ciotola dove aggiungeremo un uovo intero, e se
dovesse risultare troppo morbido del pane grattugiato.
Ora formiamo gli hamburger che spolverizzeremo con un po' di farina. Cuociamoli in una grande
padella con un filo d'olio finché non diventano ben dorati da entrambi i lati.
Se ci piace possiamo servirli in dei panini tostati con della lattuga, pomodori, avocado, una
cucchiaiata di ketchup, e cetriolini sottaceto a piacimento.

 

Scopri tutte le nostre ricette qui

 

Visto che il caldo si fa desiderare, voglio proporvi una ricetta semplice semplice e un po’ “invernale” per creare dei buonissimi e profumatissimi biscotti al cacao e cannella.

Gli ingredienti sono:
 250 g di farina;
 50 g di cacao;
 200 g di burro;
 150 g di zucchero di canna;
 1 uovo;
 sale;
 cannella (un cucchiaio, a seconda del vostro gusto).


Come prima cosa mettete in una ciotola la farina setacciata, il cacao, lo zucchero di canna, la cannella e il sale e mescolate bene.
Incorporate con le mani il burro tagliato a tocchetti e infine aggiungete l’uovo.
All’inizio sarà un po’ difficoltoso legare l’impasto, ma non scoraggiatevi e lavorate bene gli ingredienti finché otterrete un composto omogeneo e liscio, dopodiché formate una palla e avvolgetela nella pellicola.
Lasciate riposare l’impasto in frigorifero per almeno mezz’ora, poi prendetene un po’ per volta e stendetelo con il mattarello su un piano di lavoro ben infarinato.

 

biscotti-cannella-cacao


Con delle formine (se non le avete va bene anche una tazzina da caffè) tagliate i biscotti e disponeteli sulla placca del forno ricoperta di carta forno.
Infornate in forno ben caldo a 180° per circa 8-10 minuti.
Togliete i biscotti dal forno quando in superficie sono ancora leggermente morbidi, se no rischiate che diventino troppo croccanti una volta freddi.
Lasciate raffreddare ed assaggiate! Sono buonissimi da soli ma sono davvero speciali inzuppati nel latte! ..E che profumino delizioso in tutta la cucina!

 

Prova pure i fantastici Cake Pops

 

Sempre in tema di una dieta equilibrata per prepararci all'estate oggi vi propongo delle Pennette con le verdure, leggere ma gustosissime.

Ecco come si preparano.

Ingredienti:


1 cipolla
2 zucchine
1 peperone
1 melanzana
5 o 6 pomodorini

50 g di olive
60 g di pennette a testa sale e pepe
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di olio di oliva


La cottura delle verdure sarà fatta al forno quindi iniziamo preriscaldando il forno a 240°. In una teglia da forno disponiamo le cipolle, le zucchine, il peperone, la melanzana e il pomodoro tagliati a pezzettoni gli uni accanto agli altri.
Spolveriamo con aglio e aggiungiamo olio, sale e pepe, arrostiamo le verdure nel forno finché risultino cotte.
Nel frattempo mettiamo a bollire l'acqua dove cuoceremo la pasta.

 


Una volta che la pasta sarà cotta la condiamo con il sugo di verdure cotte al forno che nel frattempo si saranno ammorbidite per bene a avranno creato una crema grossolana. Aggiungiamo le olive e serviamo la pasta.
Se ci piace possiamo aggiungere del prezzemolo tritato e del peperoncino.

 

Potrebbe interessarti anche: Sapore di primavera: Pasta con asparagi delicati

 

04 Giu

Maionese fatta in casa

Pubblicato in Cucina

Vi è mai venuto in mente di fare la maionese in casa? Io ci ho pensato tante volte ma ho sempre creduto che fosse complicato, invece è molto semplice! Questa maionese ovviamente non ha conservanti e va consumata in pochi giorni.
Il segreto per non farla “impazzire” è usare tutti gli ingredienti alla stessa temperatura, quindi tutti a temperatura ambiente o tutti freddi di frigorifero. Per me è più pratico usare tutto a temperatura ambiente.
Ora vi spiego passo passo come prepararla. Gli ingredienti che ci servono sono:
 1 uovo (solo il tuorlo)
 Il succo di mezzo limone
 Un pizzico di sale
 Un pizzico di pepe
 150g di olio di semi di girasole

 

ricetta-maionese


Procedete in questo modo: in una ciotola (o se preferite direttamente nel barattolo in cui conserverete la salsa) mettete il tuorlo facendo attenzione a non romperlo, il sale, il pepe e qualche goccia di limone.
Con la frusta elettrica lavorate leggermente gli ingredienti, poi aggiungete pochissimo olio con un cucchiaino e ancora qualche goccia di limone.
Continuate a lavorare con la frusta alla velocità minima e nel mentre aggiungete l’olio e il limone (solo quando il cucchaino precedente è stato incorporato), a seconda del vostro gusto e della densità che desiderate.
Ricordate infatti che più olio metterete e più la salsa sarà densa e viceversa con più limone sarà più liquida. Sta a voi quindi trovare il giusto equilibrio.
Procedete così e vedrete che in 15 minuti la vostra maionese home made sarà pronta!
Nel caso in cui la vostra salsa impazzisca, non disperate! Non buttate via tutto ma prendete un altro tuorlo e montatelo aggiungendo il composto impazzito, pochissimo alla volta. A mali estremi, estremi rimedi!

 

Scopri le altre ricette